Home Tecnologia [Recensione] Asus ZenWiFi XD4 Plus

[Recensione] Asus ZenWiFi XD4 Plus

Con l’avanzamento tecnologico c’è sempre più bisogno di stabilità di connessione e segnale forte, tuttavia, soprattutto nel nostro paese, si fa sempre fatica ad ottenere un tale privilegio collegato ad una fibra affidabile in tutte le case, è per questo che oggetti come router, nodi ed extender sono sempre più utili e richiesti dagli utenti.

Lo ZenWiFi XD4 Plus è la risposta di Asus a questa, sempre crescente, esigenza e consente di estendere e potenziare il segnale WiFi tramite il sistema interno di cui è dotato, che sfrutta la tecnologia Mesh per collegare tra loro i diversi router utilizzati, che vanno a stabilizzare il segnale in tutta casa; ne parliamo in questa recensione.

CONFEZIONE E SPECIFICHE

Partiamo con l’elencare ciò che sarà direttamente reperibile dall’utente finale, ossia:

  • Due ZenWiFi XD4
  • Due prese di corrente
  • Due adattatori per presa americana
  • Due adattatori per presa europea
  • Un cavo Ethernet
  • Alcune viti per fissaggio a muro
  • Una guida rapida utente
  • Un foglietto relativo alla garanzia

Quello però che caratterizza i due dispositivi è la scheda di specifiche tecniche:

  • WiFi 6 (802.11ax) (5GHz) : fino a 1201 Mbps
  • Antenne dual-band: 2
  • Memoria: 256 MB Flash, 256 MB RAM
  • Porte: 1 Gigabit WAN/LAN e 1 Gigabit LAN
  • AC Input: 110V~240V(50~60Hz)
  • DC Output : 12 V massimo, 1.5 A
  • Peso: 295 g

 

APP E CONFIGURAZIONE

L’installazione e la gestione del sistema e dei dispositivi passano per l’applicazione dedicata: ASUS Router.

La configurazione viene esposta tramite guida semplificata, sia con l’app che con foglio illustrativo nella confezione, anche se ci siamo trovati (probabilmente a causa del modello di prova fornito) a dover effettuare un reset e alcuni passaggi aggiuntivi, che sono stati tranquillamente scavalcati senza preoccupazioni; la prima volta che i moduli sono accesi e collegati, basterà aprire l’app e selezionarli tra i disponibili e poi impostare SSID (nome rete) e password desiderati.

Per una corretta gestione della rete, e per sfruttare appieno ogni possibilità offerta dai router, potremo collegare il cavo Ethernet, fornito in dotazione, dalla porta di rete di un PC alla porta WAN di uno dei due dispositivi, andando poi sul sito router.asus.com e seguendo la procedura di configurazione, la quale ci permetterà di scegliere la modalità più idonea per il nostro caso.

In fase di prova abbiamo avuto a disposizione un modem WiFi 5, che ha quindi una limitazione del segnale senza cavo e aveva un gran bisogno di un potenziamento rilevante, il quale ci è stato fornito grazie all’XD4, che abbiamo collegato in cascata per poter sfruttare la rete WiFi 6 con gli strumenti compatibili (Laptop, Smartphone, ecc.), che si è rivelata estremamente più stabile in tutta l’abitazione a disposizione, di circa 110 metri quadri, rientrando nelle garanzie offerte da Asus sulla pagina del prodotto.

Tramite l’app, inoltre, possiamo: controllare i canali di rete (passando da automatici a manuali), dividere i nodi del sistema AiMesh per stanze della casa, verificare il traffico in tempo reale e dividere la rete in 2.4 e 5 GHz (scelta consigliata), la schermata e le varie impostazioni sono pulite e intuitive, comode per tenere tutto sotto controllo quando serve.

 

DESIGN E PRESTAZIONI

Il design di questi router è molto minimale e, appena usciti dalla scatola, ci renderemo conto essere anche poco invasivo, le dimensioni infatti sono contenute e possono stare comodamente su scrivanie di piccole dimensioni.

Sono disponibili in due colorazioni: nero e bianco, l’ultimo dei quali è quello dei modelli che abbiamo provato, che risulta molto elegante in praticamente ogni ambiente in cui viene posizionato.

Sulla parte posteriore poi sono presenti le porte WAN e LAN, oltre all’alimentazione, e il codice QR per la connessione rapida alla rete WiFi; quando poi il router viene collegato inizia a lampeggiare con una luce gialla, che indica la ricerca della connessione a internet, per poi diventare blu fissa non appena si assesta sulla rete di casa e bianca fissa nel momento in cui è correttamente configurato ed è pronto a trasmettere il segnale indipendentemente (o in coppia con 1 o più nodi).

Le prestazioni l’hanno fatta da padrona per tutta la prova, il picco toccato in WiFi 6 (5 GHz) è di 1 Gbps, stando comunque su una media di 800 Mbps, che andrebbe ad alzarsi ulteriormente in caso di utilizzo di un modem già dotato di tecnologia WiFi 6, potendo potenzialmente arrivare a toccare i dichiarati 1800 Mbps; in ogni caso, velocità a parte, l’ulteriore vantaggio di avere questi dispositivi sta nella corretta distribuzione della rete in un’area estesa e verso gli oggetti smart che più ne hanno bisogno, evitando così uno scorretto spreco di risorse per elettrodomestici o apparecchi che necessiterebbero di poca banda.

Infine, dal lato disconnessioni non abbiamo riscontrato assolutamente nulla, nonostante potrebbero affliggere questi dispositivi, soprattutto nelle prime settimane di utilizzo, siamo al contrario rimasti stupiti positivamente per l’affidabilità che hanno dimostrato i due nodi nell’utilizzo stress a cui sono stati sottoposti: sessioni di gioco, streaming e visione di contenuti allo stesso momento non hanno scalfito la stabilità della rete Mesh costituita dai piccoli router; niente da segnalare anche su rumorosità o conflitti con rete principale del modem.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

L’utilità di questi dispositivi è innegabile e trova riscontro nelle prove svolte nell’arco di due settimane piene, confermando ogni aspettativa che, ammettiamo, partiva da un certo livello; l’esperienza d’uso è perciò stata appagante e ci siamo trovati ad utilizzare più la rete dell’XD4 che del modem principale, rimarcando la comodità di un sistema Mesh.

Tutte le informazioni su gli ZenWiFi XD4 Plus le trovate qui.

Ringraziamo Asus per averci fornito i router per la review.

Scritto da
Marco "Connor" Corazza

Videogiocatore dall'infanzia, dalla fine degli anni '90, fino ad arrivare ai titoli più recenti. Dal PC alla console, una vita basata su questo mondo, appassionato di trame fitte e giochi in team.

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Apple: disponibile iOS 17.5 ecco i cambiamenti

Apple prosegue nel pieno supporto dell’ultimo sistema operativo rilasciato lo scorso settembre e, come...

Le differenze tra l’hard disk fisso e quello portatile

Nel mondo dell’informatica c’è un termine che ci crea un po’ di...

Apple ha annunciato i nuovi iPad, i tablet più sottili mai realizzati

Nella recente presentazione tenuta a Cupertino, Apple ha presentato al mondo la...

Il 6G è realtà: dal Giappone ecco il primo device 20 volte più veloce del 5G

Il progresso galoppa rapidamente: se da un lato in Italia la copertura...

Chi siamo - Contatti - Collabora - Privacy - Uagna.it © 2011-2024 P.I. 02405950425