Valentino Rossi: The Game – Anteprima e Hands On

valentino rossi the game logo
Di Andrea "Geo" Peroni
4 maggio 2016

Nella labirintica (provare per credere) sede di Milestone, l’italianissima software house che ormai da anni è alla guida dei più famosi giochi di corse, abbiamo avuto la possibilità di provare con mano l’ultima fatica dello studio. Valentino Rossi: The Game, il videogioco ufficiale della MotoGP per il 2016, si presenta infatti come un gioco mastodontico, dal punto di vista dei contenuti, delle novità e del puro gameplay, per il quale dovremo provare più a fondo il gioco nella sua versione completa. Per ora però possiamo darvi le nostre prime impressioni, dopo averlo provato di persona, in questa anteprima di Valentino Rossi: The Game

VALENTINO, MA NON SOLO

Una precisazione doverosa, come ci ha ricordato lo stesso Andrea Basilio di Milestone (in alto potete trovare l’intervista completa): Valentino Rossi: The Game non è il gioco di Valentino Rossi, ma si tratta a tutti gli effetti del gioco ufficiale per la MotoGP 2016. Il fatto di aver richiamato esplicitamente l’iconica figura del pilota pesarese risiede nella ricerca di novità e di ampliamento dei titoli precedenti della software house. L’idea di Milestone era appunto quella di usufruire della figura di Valentino Rossi, riconosciuto universalmente nel mondo del motociclismo e non solo, per portare qualcosa di nuovo all’interno di MotoGP, e ciò si è concretizzato. Grazie alla lunga esperienza di Milestone nel campo della MotoGP, infatti, c’è stata una lunga serie di discussioni e idee con l’entourage di Valentino (e Rossi stesso) che hanno portato alla realizzazione del gioco che debutterà su PS4, Xbox One e PC a giugno.

valentino rossi the game moto da cross

Questo gioco è Valentino, innanzitutto, e ciò che Milestone ha voluto fare è stato omaggiare questo pilota che rappresenta il passato, il presente e anche il futuro più vicino della competizione, in tutte le sue forme. Il Dottore è infatti appassionato di molti altri sport, ha un suo team di giovani talenti che provvede a far crescere (la sua personale Academy) e inoltre spazia anche in altre competizioni su quattro ruote, come il rally. Si tratta a tutti gli effetti di un pilota che ama correre su tutto quello che si muove con un motore, come dimostrò il suo grande avvicinamento alla Ferrari diversi anni fa quando per poco non approdò nel mondo della Formula 1. Ma torniamo a parlare del gioco, realizzato sì in collaborazione con Valentino come abbiamo già detto più volte, ma che non si limiterà a raccontare la sua storia e i suoi successi ripercorrendo la sua carriera (ci saranno tantissime versioni del pilota pesarese). Essendo il gioco ufficiale della MotoGP, le classiche modalità: carriera, prove a tempo, campionato regolare, e molte altre ancora. A queste, come dicevamo, si aggiungono a sorpresa il rally, il flat track – un particolare tipo di competizione che Valentino ama, come dimostra il suo personale Ranch per l’Academy – su ghiaia, il drift; insomma, un gioco davvero completo e ricco di novità. La noia farà fatica a prendervi.

“Tutto è costruito attorno al mondo di Valentino Rossi, c’è il Rally, il Drift e l’Academy”

Queste le parole di Andrea Basilio, Lead Game and Technical Designer di Milestone alla nostra domanda: “Quanto è stato utile avere Valentino Rossi al vostro fianco durante la lavorazione?”. Trovate tutto il resto delle informazioni nella nostra intervista qua sotto.

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.