Consigli utili – Zombie -Shangri La

Di Andrea White Mezzelani
29 luglio 2011

Vi elenchiamo una serie di consigli utili per raggiungere i round più elevati in questa mappa zombie. Questi consigli sono anche basilari per la buona riuscita delle tattiche UAGNA.

  • Almeno 2 giocatori su 3/4 ( o uno su due se si gioca in due) deve avere la Ray Gun.
  • Un membro della squadra deve avere il 31-79 JGb215 (nuovo fucile che vi permette di rimpicciolire gli zombie e ucciderli passandoci sopra)
  • Almeno un giocatore deve avere le scimmiette (Monkey Bomb), il massimo è che 2 giocatori su 4 possano contare sulle scimmiette.
  • Dovete avere tassativamente oltre ai bonus essenziali quali Jugger nogSpeed Cola anche la Stamin Up. Essendo una mappa molto stretta e angusta è essenziali muoversi velocemente.
  • Cercate di avere oltre alla pistola laser (Ray Gun) o al 31-79 JGb215 un arma automatica che vi permetta di fare punti. Vi possono tornare utili armi come Rpk, Galil o Commando (vai all’elenco armi).
  • Non affrontate gli zombie nell’acqua o nella melma (che trovate nella stanza del labirinto) perché voi siete rallentati mentre gli zombie non lo sono altrettanto.
  • Non state uniti, è una di quelle mappe dove l’unione non fa la forza, cercate piuttosto di distribuire gli zombie in varie zone della mappa.
  • Evitate di percorrere i vari tunnel, se avete alle calcagna un’orda di zombie.
  • Possono tornarvi utili le semtex e le spikemore (claymore particolari).
  • Vi ricordiamo che le bibite ruotano, non hanno posizioni fisse, quindi non andate precipitosamente verso un punto per cercare una bibita perché potrebbe darsi che in quella partita non sia nel punto che pensavate. Molto spesso si invertono Jugger Nog e Speed Cola.

Per ulteriori informazioni su come sconfiggere tutte le orde di zombie vai alla tattica 1 Shangri là che trovi nel menù.



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.