A gennaio 2014 cambia Youtube, rivoluzione della monetizzazione e del copyright

Di Andrea White Mezzelani
28 dicembre 2013

Pochi giorni fa vi abbiamo elencato le novità legate alla gestione dei copyright su Youtube. Dopo il cambiamento dell’algoritmo, dell’introduzione del coinvolgimento e dell’integrazione forzata di Google +, ora Youtube ha ideato un nuovo sistema per rendere più semplice la gestione del copyright e delle monetizzazioni.

YouTube-monetization-review
Da Gennaio 2014 tutti i network che concedono partner (Machinima, Eurogamer, Tom’s Hardware, Divimove) potranno scegliere se inserire uno o l’altro Youtuber in una tra 2 categorie di partner appositamente introdotte (i nomi potrebbero essere diversi):

  • MANAGER. Gli youtubers che faranno parte di questa categoria non avranno particolari novità nel metodo; potranno pubblicare e monetizzare istantaneamente i video che producono ma in caso di segnalazione, di qualsiasi genere, questa varrà come “Copyright Strike”. Questo significa che alla terza segnalazione il canale chiuderà per mai più riaprire. Questa categoria di partner è quindi fortemente sconsigliata per chi fa video che possano in qualche maniera contenere materiale, anche se in parti infinitesimali, di proprietà altrui. Particolarmente sconsigliata quindi per gli youtubers del settore “gaming”. Ad aggravare questo discorso c’è anche il rischio che il network corre. I network saranno determinanti nella scelta della categoria di partner, se infatti gli youtubers della rete ricevono nel complesso un numero definito di Copyright Strike il network chiude i battenti e gli youtubers verranno scollegati dal sistema di partner. Per i network di dimensioni medie in Italia questo numero è all’incirca 20 copyright strike. La prima categoria di partner diventa davvero molto rischiosa per i network.
  • AFFILIATI. Questa è la partner per eccellenza che verrà distribuita, anche perché comporta meno rischi per tutti. Con questo tipo di partner non c’è alcun pericolo di chiusura dell’account youtube. Non si può ricevere in alcun modo un copyright strike. Tutto questo è reso possibile dall’introduzione di un nuovo sistema: la revisione delle monetizzazioni o “monetization review”. Attraverso questo nuovo sistema infatti lo Youtuber, una volta caricato il video e dopo aver scelto di volerlo monetizzare dovrà mettere il video come non elencato. A questo punto il video verrà valutato da un team scelto da Youtube che lo analizzerà dettagliatamente per poi approvare o meno la monetizzazione. La scelta dell’idoneità del video ad essere monetizzato può richiedere da qualche minuto fino a giorni. Questo aspetto crea non pochi problemi se si pensa che alcuni Youtubers, ad esempio del mondo videoludico, pubblicano anche video all’ultimo minuto (“breaking news”). Il video dovrà essere lasciato NON ELENCATO fino a quando non si avrà un esito per la monetization review. Se il video viene messo come “pubblico” e poi riportato a “non elencato” questo verrà rimosso in maniera permanente dalle feed di Youtube: gli iscritti e gli utenti non verranno mai a sapere della sua pubblicazione.

Ecco quindi cosa cambierà a gennaio su Youtube. Cosa ne pensate? Infine, un appunto importante: potreste non essere voi a dover scegliere a quale categoria appartenere. Questo perché i network non rischieranno la chiusura per ogni singolo youtuber e potrebbero proporre solo l’opzione “affiliati”.

Video informativo:



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.