Avengers: Endgame – L’analisi del nuovo trailer

Di Andrea "Geo" Peroni
14 Marzo 2019

Quest’oggi i Marvel Studios e Disney hanno pubblicato il trailer finale di Avengers: Endgame, il kolossal diretto da Anthony e Joe Russo che uscirà il 24 aprile in Italia e il 26 aprile in America.

Il film sarà ambientato dopo gli eventi di Avengers: Infinity War, anche se non è ancora chiaro quanto tempo intercorrerà tra i due film (si parla ancora in rete di viaggi nel tempo, un’indiscrezione molto quotata quando si parla di Endgame).

Nel trailer di oggi, che con tutta probabilità sarà l’ultimo prima dell’uscita del film, i Marvel Studios hanno dato un nuovo sguardo al film senza, in realtà, lasciar trasparire molto di nuovo a livello di informazioni (del resto Kevin Feige è sempre stato chiaro, il materiale promozionale sarà limitato ai primi minuti del film con l’intenzione di mantenere intatta la sorpresa). Analizziamo dunque i passaggi più importanti del trailer di seguito, per cercare di carpire qualcosa di nuovo sulla trama di Endgame.

Tony Stark (Robert Downey Jr.) ripensa nuovamente a Pepper Potts (Gwyneth Paltrow), che ha lasciato sulla Terra durante i fatti di Infinity War. Dopo aver ripercorso attraverso diverse immagini la sua storia come Iron Man, Tony afferma di aver sempre voluto organizzare l’ultima sorpresa per Pepper, probabilmente il matrimonio di cui si parlava appunto agli inizi dello scorso film.

La palla passa poi nelle mani di Steve Rogers (Chris Evans), ma la voce narrante non è la sua bensì quella di Peggy Carter (Hayley Atwell), il suo grande amore ai tempi della Seconda Guerra Mondiale. Ai tempi delle riprese di Avengers: Endgame si rumoreggiava sulla presenza della Atwell, e ora è abbastanza chiaro che ci sarà, ma come? Flashback o un clamoroso ritorno sulle scene dopo aver assistito al suo funerale in Captain America: Civil War? Nel frattempo, ci viene nuovamente mostrata una spenta New York, evidentemente ancora scossa dalla Decimazione di Thanos.

Mentre Peggy continua a parlare in sottofondo, ecco finalmente Clint Barton (Jeremy Renner), che non abbiamo visto in Infinity War, mentre sembra “addestrare” la figlia al tiro con l’arco. O perlomeno presumiamo che si tratti della figlia (sullo sfondo vediamo anche la moglie Laura), anche se non è ben chiaro se sia davvero lei. In Age of Ultron quelli di Barton erano poco più che bambini, e tra quel film e Infinity War sono passati circa 3 anni, non di più. Da notare inoltre che Occhio di Falco ha i capelli tradizionali, dunque questa scena è ambientata prima della sua trasformazione in Ronin che abbiamo visto nel primo trailer.

Restiamo sempre su Barton, ma stavolta l’uomo è già diventato Ronin. Ci viene mostrata una scena estesa di quella già vista nel primo trailer, probabilmente il primo incontro tra Vedova Nera (Scarlett Johansson) e Clint dopo la Decimazione (è sicuramente passato molto tempo, come si nota dai capelli di Natasha visibilmente più lunghi). I due si stringono la mano sotto la pioggia, dopo che Ronin ha appena eliminato alcuni criminali.

Dopo aver ripercorso la storia di Thor (Chris Hemsworth), si torna nel presente (ma quale presente?), nel QG degli Avengers dove Steve e Natasha, con Bruce Banner (Mark Ruffalo) nelle vicinanze, stanno discutendo. Da notare nuovamente i capelli lunghi di Natasha con le punte bionde, che indicano un certo gap temporale tra Infinity War e questa scena.

Potrebbe sembrare un passaggio insignificante, eppure è quando compare Scott Lang (Paul Rudd) che iniziano ad emergere alcuni interrogativi. L’uomo è nel mondo reale (lo abbiamo lasciato nel Regno Quantico al termine di Ant-Man and the Wasp), e si accorge che c’è qualcosa che non va: un palo tappezzato di manifesti Missing (persona scomparsa, in inglese) lascia presagire che la Decimazione ha colpito. Ma qui ci sono due domande fondamentali: quando è ambientata questa scena e soprattutto come ha fatto Scott ad uscire dal Regno Quantico? Ha attraversato forse uno dei vortici temporali nominati da Janet finendo nel futuro?

Ed ecco una sequenza di velocissime scene d’azione che coinvolgono prima Clint Barton e poi anche il duo Rocket Raccoon (Bradley Cooper) e War Machine (Don Cheadle), che forse formeranno un imprevedibile team-up. Da notare anche il nuovo costume di Rocket, molto simile a quello che indossa nei fumetti Marvel.

Rapidamente, assistiamo a tutti i personaggi che conosciamo e che sono ancora in vita, pronti a scendere in battaglia con tanto di armature e uniformi. Vedova Nera, Occhio di Falco, Thor con tanto di Stormbreaker, Ant-Man, e anche Nebula (Karen Gillan), che qui sembra pronta ad attaccare qualcuno. A giudicare dalla scena d’insieme, guardando lo sfondo e la reazione di Nebula (che indossa il suo vecchio costume), è sorto in noi un grosso dubbio: la scena è forse ambientata su Titano, dove in Infinity War in uno scenario molto simile Thanos si è scontrato con Stark, Spider-Man e i Guardiani della Galassia? Stiamo forse assistendo alla prima conferma dei viaggi nel tempo?

In quello che sembra essere lo stesso campo di battaglia c’è anche Captain America, che ritroviamo nel suo tradizionale costume e con, finalmente, lo scudo in Vibranio abbandonato al termine di Civil War. Il buon capitano è però parecchio malconcio. Thanos (o chissà chi) sta ancora vincendo sugli Eroi più potenti della Terra?

È il momento. Gli Avengers sono evidentemente pronti alla missione che potrebbe salvare l’universo, e sono al gran completo (quelli rimanenti, ovviamente) con tanto di costumi nuovi di zecca, anche per le new-entry. Al seguito di Captain America vediamo infatti Ant-Man, Vedova Nera, Clint Barton, War Machine e anche Nebula e Tony Stark, che evidentemente sono riusciti, chissà come, a tornare sulla Terra. È tutto pronto. Comincia qui la missione sconosciuta dei Vendicatori.

Sapevamo che questo momento sarebbe accaduto (chi ha visto Captain Marvel ha già avuto un’anteprima), ed ecco infatti che l’ultima scena del trailer è dedicata all’incontro, di poche parole, tra Carol Danvers (Brie Larson) e uno dei Vendicatori più potenti, Thor, che richiama a sé Stormbreaker forse per intimorire Carol. La donna non fa altro che rimanere impassibile e fare un piccolo sorrisetto, e Thor afferma che la ragazza gli piace. Il QG degli Avengers ha probabilmente appena accolto Captain Marvel (Vedova Nera ha ancora i capelli biondi corti di Infinity War) e sta facendo la sua conoscenza. Prima della fine dei giochi…



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.