Il film di Uncharted torna in alto mare, Shawn Levy abbandona la regia

Di Andrea "Geo" Peroni
20 Dicembre 2018

Dopo l’annuncio di Tom Holland (Heart of the Sea, Captain America: Civil War, Spider-Man: Homecoming) come protagonista nel ruolo di un giovane Nathan Drake, le notizie sul film di Uncharted sono state pochissime.

Si è parlato lo scorso anno di un possibile coinvolgimento di Bryan Cranston (Breaking Bad, Godzilla) come interprete di Sully, il mentore di Drake, ma per il momento rimangono soltanto rumor. Le uniche cose certe sono la sceneggiatura, già pronta da tempo, Holland nei panni del giovane avventuriero, e il regista.

Anzi, no. Shawn Levy, già regista di alcuni episodi di Stranger Things e che ha lavorato con Sony alla trilogia de Una Notte al Museo, ha infatti oggi annunciato l’addio al progetto legato al franchise di Naughty Dog, che ora dunque rimane senza un regista.

Levy andrà a dirigere Free Guy, nuovo film con Ryan Reynolds prodotto da 20th Century Fox che sarà, curiosamente, ambientato in un mondo di videogiochi. Il protagonista interpretato da Reynolds si accorge infatti di essere un NPC di un videogioco, e da qui partiranno le basi della storia.

Sony ha comunque confermato Tom Holland come protagonista, e si è subito messa all’opera per trovare un nuovo regista per quello che sembra, più che un film basato sulla serie Uncharted, un vero travaglio: il progetto è infatti stato avviato nel 2009, e si ritrova oggi in alto mare dopo l’addio di Levy.

Fonte

 



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.