Golden Globes 2021 – Borat, La regina degli scacchi, The Crown e Chadwick Boseman tra i vincitori

Di Andrea "Geo" Peroni
1 Marzo 2021

La stagione dei grandi premi della TV e del cinema entra nel vivo con i Golden Globes 2021, che si sono tenuti la scorsa notte. Tra sorprese e conferme, tra i Golden Globes 2021 c’è spazio anche per l’Italia.

È senza dubbio The Crown, la serie Netflix incentrata sulla famiglia reale inglese, a dominare la serata, portandosi a casa non solo il premio come miglior serie drammatica ma anche alcuni riconoscimenti individuali, in particolare a Emma Corrin e Josh O’Connor che hanno interpretato Diana e Carlo. Come se non bastasse, c’è anche Gillian Anderson, che si porta a casa il premio di miglior attrice non protagonista in una serie TV grazie al ruolo di Margaret Tatcher proprio in The Crown.

In generale, la serata dei Golden Globes ha sorriso notevolmente a Netflix, che a fronte di 42 nomination ha portato a casa ben 10 statuette. Tra queste, citiamo anche il riconoscimento allo scomparso Chadwick Boseman. L’attore di Black Panther, tragicamente scomparso pochi mesi fa, ha infatti conquistato il premio di miglior attore in un film drammatico per il suo ruolo in Ma Rainey’s Black Bottom, film distribuito dalla piattaforma streaming e uscito dopo la morte di Boseman.

Come dicevamo in apertura, c’è anche un po’ di Italia tra i premi di quest’anno. Laura Pausini ha infatti vinto il Golden Globe per la miglior canzone, in particolare Io sì scritta da Diane Warren per il film La vita davanti a sé, con Sophia Loren.

Prima di lasciarvi all’elenco completo dei premi, vi segnaliamo il trionfo anche per Nomadland, di Chloe Zhao, che conquista non solo il premio di miglior film drammatico ma anche l’ambito riconoscimento di miglior regista.

Miglior film drammatico

  • “The Father” (Sony Pictures Classics)
  • “Mank” (Netflix)
  • “Nomadland” (Searchlight Pictures)
  • “Promising Young Woman” (Focus Features)
  • “The Trial of the Chicago 7” (Netflix)

Miglior attrice in un film drammatico

  • Viola Davis (“Ma Rainey’s Black Bottom”)
  • Andra Day (“The United States vs. Billie Holiday”)
  • Vanessa Kirby (“Pieces of a Woman”)
  • Frances McDormand (“Nomadland”)
  • Carey Mulligan (“Promising Young Woman”)

Miglior attore in un film musical o commedia

  • Sacha Baron Cohen (“Borat: Seguito di film cinema”)
  • James Corden (“The Prom”)
  • Lin-Manuel Miranda (“Hamilton”)
  • Dev Patel (“The Personal History of David Copperfield”)
  • Andy Samberg (“Palm Springs”)

Miglior film musical o commedia

  • “Borat: Seguito di film cinema” (Amazon Studios)
  • “Hamilton” (Walt Disney Pictures)
  • “Music” (Vertical Entertainment)
  • “Palm Springs” (Neon)
  • “The Prom” (Netflix)

Miglior regista (film)

  • Emerald Fennell, “Promising Young Woman” (Focus Features)
  • David Fincher, “Mank” (Netflix)
  • Regina King, “One Night in Miami” (Amazon Studios)
  • Aaron Sorkin, “The Trial of the Chicago 7” (Netflix)
  • Chloé Zhao, “Nomadland” (Searchlight Pictures)

Miglior attore in un film drammatico

  • Riz Ahmed (“Sound of Metal”)
  • Chadwick Boseman (“Ma Rainey’s Black Bottom”)
  • Anthony Hopkins (“The Father”)
  • Gary Oldman (“Mank”)
  • Tahar Rahim (“The Mauritanian”)

Miglior miniserie o film per la TV

  • “Normal People” (Hulu/BBC)
  • “La regina degli scacchi” (Netflix)
  • “Small Axe” (Amazon Studios/BBC)
  • “The Undoing” (HBO)
  • “Unorthodox” (Netflix)

Miglior performance per attrice protagonista in miniserie o film per la TV

  • Cate Blanchett (“Mrs. America”)
  • Daisy Edgar-Jones (“Normal People”)
  • Shira Haas (“Unorthodox”)
  • Nicole Kidman (“The Undoing”)
  • Anya Taylor-Joy (“The Queen’s Gambit”)

Miglior performance per attrice non protagonista in miniserie o film per la TV

  • Gillian Anderson (“The Crown”)
  • Helena Bonham Carter (“The Crown”)
  • Julia Garner (“Ozark”)
  • Annie Murphy (“Schitt’s Creek”)
  • Cynthia Nixon (“Ratched”)

Miglior attrice non protagonista in un film

  • Glenn Close (“Hillbilly Elegy”)
  • Olivia Colman (“The Father”)
  • Jodie Foster (“The Mauritanian”)
  • Amanda Seyfried (“Mank”)
  • Helena Zengel (“News of the World”)

Miglior serie TV drammatica

  • “The Crown” (Netflix)
  • “Lovecraft Country” (HBO Max)
  • “The Mandalorian” (Disney Plus)
  • “Ozark” (Netflix)
  • “Ratched” (Netflix)

Miglior film in lingua straniera

  • “Another Round” (Samuel Goldwyn Films)
  • “La Llorona” (Shudder)
  • “The Life Ahead” (Netflix)
  • “Minari” (A24)
  • “Two of Us” (Magnolia Pictures)

Miglior performance per attore in una serie TV drammatica

  • Jason Bateman (“Ozark”)
  • Josh O’Connor (“The Crown”)
  • Bob Odenkirk (“Better Call Saul”)
  • Al Pacino (“Hunters”)
  • Matthew Rhys (“Perry Mason”)

Miglior attrice in film musical o commedia

  • Maria Bakalova (“Borat Subsequent Moviefilm”)
  • Kate Hudson (“Music”)
  • Michelle Pfeiffer (“French Exit”)
  • Rosamund Pike (“I Care a Lot”)
  • Anya Taylor-Joy (“Emma”)

Miglior serie TV musical o commedia

  • “Emily in Paris” (Netflix)
  • “The Flight Attendant” (HBO Max)
  • “The Great” (Hulu)
  • “Schitt’s Creek” (CBC)
  • “Ted Lasso” (Apple TV Plus)

Migliore performance di attore in una serie TV musical o commedia 

  • Don Cheadle (“Black Monday”)
  • Nicholas Hoult (“The Great”)
  • Eugene Levy (“Schitt’s Creek”)
  • Jason Sudeikis (“Ted Lasso”)
  • Ramy Youssef (“Ramy”)

Miglior colonna sonora (film)

  • “The Midnight Sky” (Netflix) – Alexandre Desplat
  • “Tenet” (Warner Bros.) – Ludwig Göransson
  • “News of the World” (Universal Pictures) – James Newton Howard
  • “Mank” (Netflix) – Trent Reznor, Atticus Ross
  • “Soul” (Pixar) – Trent Reznor, Atticus Ross, Jon Batiste 

Miglior canzone originale (film)

  • “Fight for You” from “Judas and the Black Messiah” (Warner Bros.) – H.E.R., Dernst Emile II, Tiara Thomas
  • “Hear My Voice” from “The Trial of the Chicago 7” (Netflix) – Daniel Pemberton, Celeste
  • “Io Si (Seen)” from “The Life Ahead” (Netflix) – Diane Warren, Laura Pausini, Niccolò Agliardi 
  • “Speak Now” from “One Night in Miami” (Amazon Studios) – Leslie Odom Jr, Sam Ashworth
  • “Tigress & Tweed” from “The United States vs. Billie Holliday” (Hulu) – Andra Day, Raphael Saadiq

Miglior performance di attrice in serie TV drammatica

  • Olivia Colman (“The Crown”)
  • Jodie Comer (“Killing Eve”)
  • Emma Corrin (“The Crown”)
  • Laura Linney (“Ozark”)
  • Sarah Paulson (“Ratched”)

Miglior sceneggiatura (film)

  • Emerald Fennell – “Promising Young Woman” (Focus Features)
  • Jack Fincher – “Mank” (Netflix)
  • Aaron Sorkin – “The Trial of the Chicago 7” (Netflix)
  • Florian Zeller, Christopher Hampton – “The Father” (Sony Pictures Classics)
  • Chloe Zhao – “Nomadland” (Searchlight Pictures)

Migliore performance di un attore in miniserie o film TV

  • Bryan Cranston (“Your Honor”)
  • Jeff Daniels (“The Comey Rule”)
  • Hugh Grant (“The Undoing”)
  • Ethan Hawke (“The Good Lord Bird”)
  • Mark Ruffalo (“I Know This Much Is True”)

Miglior film animato

  • “The Croods: A New Age” (Universal Pictures)
  • “Onward” (Walt Disney Pictures)
  • “Over the Moon” (Netflix)
  • “Soul” (Walt Disney Pictures) 
  • “Wolfwalkers” (Cartoon Saloon)

Miglior performance di attrice in serie TV musical o commedia

  • Lily Collins (“Emily in Paris”)
  • Kaley Cuoco (“The Flight Attendant”)
  • Elle Fanning (“The Great”)
  • Jane Levy (“Zoey’s Extraordinary Playlist”)
  • Catherine O’Hara (“Schitt’s Creek”)

Miglior attore non protagonista in serie TV, miniserie o film TV

  • John Boyega (“Small Axe”)
  • Brendan Gleeson (“The Comey Rule”)
  • Dan Levy (“Schitt’s Creek”)
  • Jim Parsons (“Hollywood”)
  • Donald Sutherland (“The Undoing”)

Miglior attore non protagonista (film)

  • Sacha Baron Cohen (“The Trial of the Chicago 7”)
  • Daniel Kaluuya (“Judas and the Black Messiah”)
  • Jared Leto (“The Little Things”)
  • Bill Murray (“On the Rocks”)
  • Leslie Odom, Jr. (“One Night in Miami”)




Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento