[Rumor] I Marvel Studios rivoluzionano gli X-Men, Magneto sarà afroamericano

Di Andrea "Geo" Peroni
16 Settembre 2019

Kevin Feige e la Disney vogliono ovviamente rilanciare i Mutanti ex-Fox da poco acquistati per introdurli all’interno del Marvel Cinematic Universe, ma dagli ultimi rumor sembra che gli X-Men potrebbero essere rivoluzionati.

Le performance tutt’altro che esaltanti di X-Men: Dark Phoenix non hanno fatto altro che accentuare la decisione che i Marvel Studios avevano già preso: i Mutanti di casa Marvel saranno riproposti nel MCU in un reboot totale, con un nuovo cast e nuove storie. L’arrivo, però, è ancora abbastanza lontano: né gli X-Men né i Fantastici 4 faranno parte della Fase 4, il loro debutto è rimandato alla Fase 5 che partirà presumibilmente nel 2022 come ha già annunciato Feige.

Stando agli ultimi rumor, i Marvel Studios stanno decidendo come rilanciare il brand degli X-Men, e uno degli interrogativi riguarda naturalmente il cast e la natura delle storie che verranno raccontate. Un carismatico villain come Magneto, “nato” dalle atrocità dell’olocausto, oggi potrebbe non essere facile da inserire nel MCU, considerando che a differenza dei fumetti il concetto di tempo si fa sentire eccome. Dopo i fatti di Avengers: Endgame, il “presente” del MCU è ora datato 2023, e se pensiamo che la controparte fumettistica di Erik Magnus Lehnsherr muove i suoi primi passi nel 1920, appare difficile pensare ad un canonico Magneto come futuro villain del MCU. Insomma, il Signore del Magnetismo possiede una potenza inimmaginabile, ma parliamo comunque di un uomo che avrebbe sulle spalle tra gli 80 e i 100 anni, se gli sceneggiatori decidessero di mantenere queste origini.

Le recenti indiscrezioni, che porteranno sicuramente a numerosi dibattiti, vedono evidentemente la Casa delle Idee puntare sul dare nuove origini al villain, abbastanza imprevedibili. Sembra infatti che i maggiori indiziati per impersonare Magneto nel MCU siano due giganti di Hollywood di colore: Denzel Washington e Giancarlo Esposito, quest’ultimo curiosamente in corsa per il ruolo di Norman Osborn fino a poche settimane fa, quando Sony e Disney hanno divorziato lasciando il MCU orfano di Spider-Man.

Insomma, se Washington o Esposito dovessero realmente interpretare il grande Magneto, le sue origini potrebbero essere enormemente differenti da quelle dei fumetti e dei film Fox. Una mossa che molti interpretano anche come politica e commerciale, visti i recenti casi in Disney con Lilli e il Vagabondo e La Sirenetta, live action nel quale Ariel verrà interpretata dall’attrice afroamericana Halle Bailey. Impossibile, poi, non pensare all’enorme successo di Black Panther, film capace di generare oltre 1.3 miliardi di dollari e di conquistare ben 3 Premi Oscar.

Cosa ne pensate di questa possibilità per il MCU?



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.