[Recensione] Headset Philips TAGH401BL

Di Andrea "Geo" Peroni
25 Agosto 2021

Alla fine, dopo tanto pensarci, anche Philips entra nel mercato degli headset improntati per il gaming, e lo fa con due modelli dalle premesse se non altro interessanti. Annunciati all’inizio del mese e disponibili a breve, i modelli Philips TAGH301BL e Philips TAGH401BL promettono, a quanto dichiarato dall’azienda, di offrire una valida esperienza ai videogiocatori in cambio di un prezzo abbordabile – €37,90 e €59,90 rispettivamente.

Ma sarà davvero così? Abbiamo avuto la possibilità grazie a Philips di provare in anteprima il modello TAGH401BL, il più costoso ma sicuramente anche quello più performante e curioso tra i due, e siamo qui, dopo alcuni giorni trascorsi in compagnia della periferica, a parlarvi un po’ di quelle che sono le sue luci e le sue ombre.

Headset leggero e confortevole

Leggere, maneggevoli e solo all’apparenza fragili, con il corpo centrale realizzato in plastica dura, le Philips TAGH401BL offrono il meglio di loro quando entrano realmente in azione, e vengono sfruttate per le caratteristiche ormai imprescindibili di headset da gaming del 2021. Con una morbida gomma che copre la parte superiore delle cuffie, così come l’interno della copertura in simil-pelle nera che ricopre i padiglioni di forma pseudo-rettangolare, le cuffie sono comode e confortevoli da indossare e presentano tutto ciò che serve nelle loro vicinanze, con un piccolo pannello per il controllo del volume e il muto del microfono a breve distanza. Il giocatore vuole questo: maggior resa con il minimo sforzo.

A proposito del microfono, questo è collegato alla parte sinistra tramite un cavo che si può deformare, avvicinandolo o allontanandolo dalla bocca per dare maggiore o minore intensità al suono emesso. Segnaliamo, purtroppo, l’impossibilità di ruotare verso l’alto il microfono per farlo “scomparire” dalla visuale in quanto bloccato in tale posizione. Per quanto riguarda la resa del microfono, comunque, non vi sono criticità da segnalare, e anzi grazie alla sua qualità e alla buona cancellazione del rumore di fondo, le TAGH401BL possono essere adoperate anche per la registrazione di brevi video – a patto ovviamente che non cerchiate una qualità superlativa dell’audio.

Le cuffie possono essere collegate al PC o alla console solamente tramite connettore USB, coadiuvato però da un ottimo cavo in tessuto nero che previene il fastidioso nascere di pieghe e attorcigliamenti vari che possono far perdere minuti preziosi. Una volta che il dispositivo è connesso ed è stato rapidamente configurato, le Philips TAGH401BL si mettono subito in mostra, evidenziando una resa pulita dell’audio e garantendo una piacevole esperienza all’orecchio. Philips ha deciso di inserire un altoparlante da 40 millimetri, che, unito a un’impedenza di 32 ohm, permette poi di essere generosi con il volume, senza esagerare.

Audio e gaming

Abbiamo testato le cuffie con alcuni film quali Batman Begins e Tenet per verificare l’efficacia dei bassi, e possiamo assicurare che la resa sonora è affascinante e ben calibrata, con ogni suono che riesce a distinguersi dall’altro e con le innate caratteristiche dell’headset che fanno quello che devono, grazie soprattutto alla tecnologia audio Dirac HD/3D, per la quale è stato predisposto un comodo interruttore.

Ed è proprio questa la feature che ci premeva maggiormente verificare, ossia l’audio tridimensionale. Abbiamo testato le TAGH401BL con alcuni recenti videogiochi quali Call of Duty: Black Ops Cold War, Ratchet & Clank: Rift Apart e soprattutto Returnal, esclusiva PS5 che fa proprio dell’audio 3D una delle sue caratteristiche di punta grazie al grande lavoro di Housemarque (qui vi lasciamo la nostra recensione del gioco, pubblicato ad aprile sull’ultima console Sony). L’esperienza uditiva dell’headset, grazie alle sue peculiarità, è davvero affascinante, e può essere regolata con praticità attraverso la sezione apposita su PS5 (per inciso, se siete interessati a configurare l’esperienza più adeguata per voi, dovrete andare su Impostazioni, Audio, Uscita Audio e infine Regola profilo Audio 3D). Con Returnal il particolare, l’esperienza viene aiutata da un comparto sonoro di primissimo livello, che con le TAGH401BL si riesce a cogliere nella sua interezza. L’unico problema segnalabile per questo headset, quando si parla di PS5, è legato all’entrata USB necessaria per connetterle alla console, che compromette quindi l’unico ingresso USB posto nella parte frontale dell’hardware.

Insomma, per essere un prodotto di fascia commerciale medio-bassa, le TAGH401BL di Philips sono in definitiva un validissimo compromesso per chi cerca una buona qualità audio – non dimentichiamo poi l’audio 3D, che di questi tempi, specie nel gaming, sta assumendo sempre più importanza – a un costo accessibile. Vendute a un prezzo consigliato di 59.99€, queste cuffie rappresentano un buon esordio per l’azienda olandese nel campo degli headset, una partenza che definiremmo incoraggiante. Segnaliamo però che la lunghezza del cavo di collegamento (2,5m) potrebbe essere un problema, specie per chi gioca tramite console su TV.

Specifiche tecniche

Audio

  • Sistema acustico: Chiuso

  • Tipo di magnete: Neodimio

  • Impedenza: 32 Ohm

  • Diametro altoparlante: 40 mm

  • Potenza in ingresso massima: 20 mW

  • Sensibilità: 102 dB

  • Tipo: dinamico

  • Risposta in frequenza: 20-20000  Hz

Dati

  • Connettività USB

  • Lunghezza cavo: 2,5m

  • Controllo del volume: Sì

  • Pulsante disattivazione audio: Sì

  • Peso: 0,25 kg

Altri dati tecnici




Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento