I 7 migliori momenti dell’E3 2016

e3 logo
Di Andrea "Geo" Peroni
18 Giugno 2016

L’APPARIZIONE DI HIDEO KOJIMA

Come una divinità, Hideo Kojima appare raramente all’E3 di Los Angeles. Il papà di Metal Gear Solid non è un estimatore della fiera di Los Angeles, ma quando lo fa, bé, significa che c’è qualcosa di veramente grosso in ballo. Sapevamo che Sony stava collaborando con Kojima Production per un nuovo gioco in esclusiva. Sapevamo che l’autore giapponese aveva già in mente qualcosa. Sapevamo inoltre che la conferenza sarebbe stata incentrata solamente sul software, come ha affermato Shawn Layden all’inizio dell’evento. Ma mai ci saremmo aspettati di veder apparire Kojima sul palco della conferenza, parlando tra l’altro in inglese, lingua a lui quasi sconosciuta. Sono stati momenti di grande intensità, dall’ingresso in sala fino alla rivelazione del teaser trailer di Death Stranding con Norman Reedus. Un applauso a Sony per aver tenuto segreto questo mostro della storia videoludica.

death-stranding-copertin3

L’OMBRA DI CRASH BANDICOOT

Accompagnato dall’inconfondibile soundtrack, Shawn Layden passeggia tranquillamente sul palco della conferenza Sony e la sua ombra viene proiettata a terra. No, un momento, quella non è la sua ombra, sembra proprio…Ebbene sì, l’ombra di Crash Bandicoot. Il momento tanto atteso da milioni di fan diviene realtà sul palco della conferenza del colosso giapponese, quando (purtroppo senza alcun teaser trailer) viene annunciata l’edizione completamente rimasterizzata di Crash Bandicoot, Crash 2 e Crash: Warped, in esclusiva su PS4. E poco importa che Activision abbia deciso di includere Crash anche in Skylanders Imaginators: il vero marsupiale arancione sta per tornare, e lo farà ufficialmente nel 2017.

crash bandicoot shawn layden e3

KRATOS SI RIVELA

L’orchestra ingaggiata da Sony, qualcosa lo doveva pur nascondere. L’imponente brano suonato all’apertura della conferenza del colosso giapponese era evidentemente il preludio ad un annuncio epico, o per meglio dire mitologico. Il bambino che gioca, l’ambientazione nordica, il padre che lo richiama, il pugnale della madre che ora gli appartiene. E poi, dalla penombra, si palesa lui, Kratos, il Fantasma di Sparta in una veste completamente nuova: invecchiato, con la barba, più prudente, talvolta saggio nei confronti del figlio, ma l’immancabile ira di quello che è stato il Dio della Guerra è rimasta come dimostrano le intense fasi di combattimento. God of War è stata una grandissima sorpresa di questo E3 (soprattutto per un gameplay completamente rivisitato), e l’apparizione di Kratos accompagnata da scroscianti applausi ne è stata la dimostrazione.

kratos god of war ps4

IL RISVEGLIO DI LINK

Chiudiamo i migliori momenti di questo E3 con l’apertura di due occhi. Sequenze oniriche, un eco lontano e inizia ufficialmente il gameplay reveal di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, uno dei titoli più attesi dell’anno (da anni) e sicuramente IL titolo con il quale Nintendo Wii U saluterà i suoi fan dopo anni di onorato servizio, Breath of the Wild si palesa finalmente davanti ai nostri occhi, non solo con il titolo ufficiale, ma anche con un gameplay che mette in evidenza un buonissimo comparto tecnico, una componente RPG marcata come non mai e uno splendore per gli occhi e per i cuori dei fan di Zelda. Non a caso, il gioco, secondo le statistiche dei social network, è stato anche quello più discusso, questo solo per farvi capire il potere che una IP come The Legend of Zelda può nascondere dietro di sé. Link è pronto a farci visitare nuovamente Hyrule in una veste completamente nuova, e noi siamo pronti. Purtroppo, l’unica cosa a mancare è sempre la solita: la data di uscita.

link legend of zelda breath of wild

Pagine: 1 2



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.