Apex Legends: Origini, nuovi dettagli sui cambiamenti alla mappa Olympus

Di Andrea "Geo" Peroni
28 Aprile 2021

Respawn Entertainment ed EA hanno pubblicato sul blog un post che permette di immergersi profondamente in tutti i cambiamenti in arrivo su Olympus, la terza mappa degli Apex games introdotta per la prima volta in Apex Legends: Ascensione.

In Apex Legends: Origini una flotta di navi canaglia è giunta, dallo spazio, nell’atmosfera di Psamathe, mentre una nave chiamata The Icarus ha attraccato su Olympus, portando con sé una pianta parassita di origine sconosciuta. The Icarus e le tortuose piante rampicanti che sporgono dalla nave cambiano drasticamente il paesaggio di Olympus, alterando tutto d’un tratto la visuale, una volta libera, dei cecchini e scuotendo ulteriormente il movimento con più POI. Sull’isola si possono trovare anche cadaveri di scienziati che hanno lavorato a bordo della nave: questi offrono carte chiave che si rigenerano casualmente e permettono l’accesso al bottino di alto livello a bordo di Icarus. Ulteriori modifiche a Olympus includono la ridistribuzione dei palloni ridotta per alleggerire le schermaglie di “terze parti” e incoraggiare nuove rotazioni nelle aree chiave della mappa.

Apex Legends: Origini fornirà anche Arenas, una nuovissima modalità permanente 3v3, la leggenda volante Valkyrie, una nuova arma, un nuovo Pass battaglia e molto altro ancora.

Apex Legends: Origini verrà lanciato il 4 maggio su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S, Nintendo Switch e PC tramite Origin e Steam.




Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento