eFootball PES 2020 – La prova della demo

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
5 Agosto 2019

Konami, dopo alcuni passi falsi commessi alla fine della passata generazione e anche all’inizio dell’attuale, ha dovuto sempre inseguire l’acerrimo concorrente FIFA, che negli ultimi anni ha rafforzato sempre più la sua leadership per il titolo di miglior videogioco calcistico. L’azienda nipponica però non si è data per vinta, anzi si è impegnata migliorando la propria offerta ogni anno con nuove caratteristiche, per riuscire a tornare competitiva. Quest’anno, inoltre, ha effettuato alcuni “colpi di mercato” da prima pagina, su tutti l‘acquisizione della licenza in esclusiva della Juventus per eFootball PES 2020.

L’uscita del gioco è prevista per il 10 settembre 2019 su PS4, Xbox One e PC, nel frattempo Konami ha rilasciato una demo per dare un assaggio agli utenti di ciò che li aspetta nel suo nuovo titolo. Di seguito la nostra prova e le nostre impressioni.

DATEMI LICENZE

La versione di prova consente di giocare un match amichevole in locale o online, oppure in co-op offline scegliendo tra 13 squadre: Juventus, Barcellona, Arsenal, Bayern Monaco, Manchester United, Boca Junior, Flamengo, Palmeiras, São Paulo, Vasco da Gama, River Plate, Colo Colo e Corinthias. Inoltre è stata inclusa la sezione Modifica su PlayStation 4 e PC, in modo tale da personalizzare già da ora le squadre di alcuni tornei, con i dati che potranno essere conservati e trasferiti nella versione finale del gioco.

Oltre all’acquisizione di nuove e importanti licenze, la cosa che salta di più all’occhio è il dettaglio grafico aumentato dei giocatori, grazie ad una completa scannerizzazione 3D, ma anche ad una cura per i dettagli, ad esempio il manto erboso che riesce a regalare quel feeling di sofficità oppure l’effetto che acquisisce il pallone quando viene crossato o lanciato in aria dalla rimessa dal fondo. E’ stata implementata anche una nuova telecamera denominata “Stadio” che segue l’azione in maniera più coinvolgente spostandosi trasversalmente. Tuttavia abbiamo notato alcune pecche durante le animazioni di intermezzo dei giocatori, i movimenti ci sono risultati un po’ troppo legnosi e non troppo coordinati. Ma sono accorgimenti che posso essere modificati, trattandosi questa di una build di prova.

MOVIMENTI ANCORA PIÙ REALISTICI

Oltre al comparto grafico migliorato, abbiamo notato un grande cambiamento rispetto alla versione 2019, dei movimenti dei giocatori con la palla, il tutto grazie all’implementazione del First Touch Impact e del Finesse Dribbling. Il controllo della palla cambia da calciatore a calciatore in base alle sue caratteristiche e abilità. Un giocatore molto tecnico è in grado di fare uno stop a seguire con un piccolo tocco del piede e scappare via all’avversario con un realismo mai visto. Anche la fisicità dei calciatori più robusti in fase di contenimento o contrasto, si riesce a percepire in maniera più marcata rispetto al passato, però senza eccedere.

Come già anticipato prima, la nuova caratteristica denominata Finesse Dribbling, sviluppata dalla collaborazione col campione spagnolo Andrés Iniesta, riesce ad esaltare le doti dei giocatori più tecnici permettendo, di spostare velocemente la palla per mandare fuori tempo l’avversario, esercitando una leggera pressione della levetta analogica destra.

Grazie a queste nuove caratteristiche il ritmo di gioco ha subito una modifica rispetto al passato, dando la sensazione di essere rallentato e cadenzato, però allo stesso tempo riesce a dare un senso di realtà maggiore. Abbiamo giocato diverse partite e possiamo dire che la demo ci ha convinto, ovviamente non è tutto rosa e fiori e qualche miglioramento deve essere apportato. T

Tuttavia siamo fiduciosi che quest’anno eFootball PES 2020 possa ambire al miglior simulazione calcistica grazie alle nuove caratteristiche inserite nel gameplay, le nuove licenze acquisite, la modalità Master League rinnovata e la nuova modalità Matchday. Restiamo dunque in attesa di provare la versione definitiva in uscita il 10 settembre 2019 su PS4, Xbox One e PC.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.