[Guida] Nioh 2 – Come uccidere Gyuki

nioh 2 gyuki
Di Marco "Bounty" Di Prospero
26 Marzo 2020

Se dopo aver sconfitto Magoichi pensavate di avere la strada spianata, ben presto vi sarete accorti che non è così. Nella stessa missione infatti, avrete a che fare con un boss ben più temibile. Stiamo parlando di Gyuki, un enorme demone Yokai con la testa di Toro e il corpo da insetto. Senza girarci troppo attorno, si tratta dello scontro più difficile che avete incontrato fino ad ora. Per questo risulterà fondamentale arrivare preparati: l’equipaggiamento scelto sarà essenziale per portare a casa la vittoria. Se non siete dei tank, il nostro consiglio è innanzitutto quello di equipaggiare un’armatura leggera, in modo da ottimizzare la velocità di movimento. Equipaggiate inoltre amuleti del veleno e dell’acqua, elementi che il boss utilizzerà frequentemente. In secondo luogo vi suggeriamo di portare con voi i seguenti oggetti: talismano del fuoco, talismano del rallentamento, acqua sacra, munizioni per fucile/schioppo e 8 elisir (vi serviranno tutto!). Gyuki è infatti debole al fuoco (o al fulmine) e ai colpi di fucile. Una volta attrezzati potrete scendere in campo. Il primo suggerimento che vi diamo è quello di non targettare il boss. Questo perchè il target seleziona di default la testa di Gyuki che in realtà dovrete evitare. Per avere successo, dovrete sempre stare “sotto” il boss o alle sue spalle. In ogni caso, il primo step è quello di colpirlo alle zampe posteriori, riconoscibili in quanto coperte di Amrita. In questa fase Gyuki utilizzerà varie mosse, tutte molto pericolose. Se vi trovate di fronte, utilizzerà una pozza di veleno o un raggio di ghiaccio. Sempre se state davanti, il boss utilizzerà i suoi artigli per colpirvi.

nioh 2 gyuki

Potete provare l’attacco ma, di contro, il vostro Ki si azzererà, rendendovi vulnerabili. Tra l’altro, ogni volta che cercherete di raggiungere le zampe posteriori, il boss salterà per girarsi di 180°. Raggiunta la parte posteriore, iniziate ad attaccare gli arti. Anche in questo caso dovrete essere molto cauti. Dopo aver inflitto due o tre colpi Gyuki alzerà la zampa per sbatterla violentemente a terra, facendo un danno ad area. Dopo averlo colpito, quindi, schivate subito all’indietro per evitare di essere colpiti. Una volta aver “rotto” entrambe le zampe, il boss cadrà a terra e avrete l’occasione per fare un’esecuzione. Subito dopo il boss evocherà il Regno Oscuro. Il suo pattern rimarrà piuttosto invariato eccezion fatta per l’attacco speciale. Nel Regno Oscuro Gyuki si potenzierà con delle enorme ali intrise di Pietre dello Spirito che utilizzerà per alzarsi da terra. L’attacco speciale del boss è una cruenta carica, difficile da schivare se vi trovate nelle vicinanze. Purtroppo, in questi casi servirà molta fortuna per riuscire a schivare la mossa. Questo perchè il contrattacco esplosivo sarà molto difficile da eseguire, in quanto richiederà un tempismo perfetto. In ogni caso, per vincere dovrete cercare di staccarvi il meno possibile dal boss, cercando di rimanere sempre sotto di lui. Qualora non riusciste a battere il boss potete evocare un giocatore online o un NPC (le tombe blu) a patto di avere delle coppe Ochoko. Gli NPC non vi daranno una grande mano a livello di danni inflitti ma saranno utilissimi per distogliere lo sguardo del boss da voi, in modo da poter attaccare incontrastati. Purtroppo, anche evocando personaggi decisamente forti, la loro utilità terminerà a metà battaglia (subiranno parecchi danni). Per cui per l’ultima fase tenete carica la forma Yokai, così da poterla attivare in caso di necessità.

Questi i suggerimenti e i consigli per sconfiggere Gyuki. Vi ricordiamo che su Uagna.it troverete la guida completa ai boss di Nioh 2.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.




Scrivi un commento