La Repubblica paragona il film “1917” a Fortnite

Di Marco "Bounty" Di Prospero
10 Febbraio 2020

Nel corso di questa notte si è svolta la tradizionale Cerimonia degli Oscar per premiare film e attori di tutto il mondo. Tra i vincitori troviamo 1917, film di Sam Mendes che racconta la prima guerra mondiali vista dagli occhi di due soldati inglese. Per comprendere i motivi che hanno portato 1917 a vincere 3 statuette (miglior sonoro, miglior fotografia e migliori effetti speciali), Riccardo Luna ha pubblicato su “La Repubblica” un articolo dedicato al film. Fin qui nulla di male se non fosse che il giornalista ha paragonato 1917 a Fortnite. “Il film di Sam Mendes ne riproduce l’estetica, gli schemi, i livelli. In Fortnite il protagonista (il giocatore) viene paracadutato su un’isola misteriosa sulla quale deve sopravvivere sparando ai nemici e facendosi aiutare da compagni occasionali; così in “1917” due soldati inglesi vengono mandati oltre le linee nemiche per avvisare un reparto di un pericolo imminente“.

1917 fortnite

Queste le parole all’interno dell’articolo che contiene altre similitudine con il videogame targato Epic Games: “la telecamera segue i protagonisti come dentro Fortnite l’inquadratura accompagna il giocatore. Non sai mai chi ci sia dall’altra parte, dove siano i nemici, se quel ponte o quella fattoria saranno la via per la salvezza o per la morte. Senti un rumore in lontananza o vedi una colonna di fumo e l’unica cosa che puoi fare, con il protagonista del film, è avvicinarti e scoprire di che si tratta…Non è solo il piano sequenza a farti sentire in un videogioco: c’è la costruzione della storia, una storia vera, narrata a Sam Mendes dal nonno, montata come se fossimo davanti a una console: l’annuncio della missione impossibile, l’equipaggiamento di armi e strumenti per sopravvivere, le cose da raccogliere lungo il percorso che possono allungarti la vita (il latte appena munto), e la sensazione che la storia proceda a livelli, ogni volta che ne superi uno, la scena cambia”.

Ovviamente non vogliamo mettere in discussione la professionalità di Riccardo Luna, sicuramente tra i migliori giornalisti italiani. Tuttavia, dobbiamo ammettere che il paragone tra 1917 e Fortnite è un po’ forzato. Sicuramente, la librearia videoludica presenta ben altri giochi che più potrebbero avvicinarsi ad un film di guerra. Che si stato scelto Fortnite per un mero motivo di indicizzazione sul web? E voi cosa ne pensate?

Fonte

 

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.




Scrivi un commento