Among Us sotto attacco: il problema dello spam tra minacce e messaggi pro Trump

Di Chiara Ferrè
25 Ottobre 2020

SuperData ha recentemente confermato che Among Us, il multiplayer di casa Innersloth, ha superato gli 80 milioni di download già a settembre 2020. Non sappiamo esattamente quanti di questi download si possano effettivamente convertire in giocatori, ma di sicuro molti degli utenti continuano a divertirsi ad assassinare gli amici, accusarsi a vicenda e risolvere tasks, lo dimostra la risonanza che il gioco sta avendo su social media e Twitch. Detto questo, i ricavi non sono stati all’altezza del numero di download: comprensibile, dato che gli unici acquisti in game sono di fatto la rimozione delle pubblicità e alcune skin per il proprio personaggio.

InnerSloth si è ritrovata tra le mani una gallina dalle uova d’oro senza saperlo: il gioco infatti, creato, lo ricordiamo, solamente da tre sviluppatori, non doveva ottenere questo enorme successo, ma come tutte le cose semplici e divertenti è riuscito a catturare una gigantesca fetta di pubblico, tanto da oscurare fenomeni come Pokémon Go. Among Us infatti ha raggiunto i numeri che fece registrare Pokémon Go al suo picco di popolarità nel 2016, l’anno di lancio.

Si sa che con la fama giungono anche i problemi, soprattutto quando questa arriva in modo inaspettato e ricade su un team non pronto ad affrontarla.

Among Us è stato vittima di attacchi hacker e spam, che hanno spinto InnerSloth a dover bannare alcuni utenti. Vista la mancanza di risorse per un’azienda di piccole dimensioni, gli sviluppatori si sono appoggiati all’aiuto dei giocatori per scovare e bannare i cheater. Nonostante questa precauzione però, recentemente il gioco è stato attaccato da un pesante spam che ha colpito milioni di giocatori a livello globale.

L’hack è in corso da giovedì: i giocatori sono vittima di messaggi di vario genere, dallo spam che invita a iscriversi ad alcuni canali Youtube e Discord fino a delle minacce inviate da un certo “Eris Loris”. Non sono mancati anche i messaggi promozionali pro campagna elettorale di Donald Trump.

InnerSloth è al lavoro per risolvere questi problemi, nel frattempo ha invitato gli utenti a prediligere le partite private. In effetti Among Us risulta sicuramente più godibile e più efficiente proprio se si gioca con gli amici. Troppo spesso infatti la partita risulta confusionaria, piena di messaggi fastidiosi e spam se si decide invece di giocare con altri utenti random. In ogni caso il gioco continua a risultare estremamente popolare tra i videogiocatori di tutto il mondo.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Ciao, sono Chiara. Cresciuta a pane, Harry Potter e Final Fantasy, ho da sempre una grande passione per la narrazione in tutte le sue forme: vivo di cinema, libri, videogiochi e serie TV. Durante la settimana scrivo, osservo il mondo e vedo gente. Nel tempo libero scrivo (sì, di nuovo), disegno, videogioco.




Scrivi un commento