Scandalo molestie sessuali in Techland, Chris Avellone non lavorerà più a Dying Light 2

Di Andrea "Geo" Peroni
22 Giugno 2020

Il già problematico sviluppo di Dying Light 2 apre un nuovo capitolo della sua storia a dir poco travagliata, con Techland investita dalle accuse sessuali mosse nei confronti di Chris Avellone.

Il noto autore di videogiochi è stato al centro di una clamorosa ondata di accuse nei suoi confronti, mosse da più persone. Tra le voci più autorevoli e dello stesso settore c’è la testimonianza di Jacqui Collins, responsabile dei PR dell’ultimo FPS di Riot Games, Valorant, che ha riferito di aver avuto spiacevoli scambi di messaggi con Avellone. La Collins ha inoltre affermato di aver subito stupri e molestie sessuali da altre persone che fanno parte dell’industria, ma non Avellone in particolare.

Alla testimonianza della Collins, come dicevamo, si sono unite in coro diverse altre donne che hanno accusato l’autore di Dying Light 2, e Techland, la software house con la quale oggi Avellone collabora, non ci ha pensato due volte prima di licenziare il dipendente.

Con una nota pubblicata su Twitter, Techland ha infatti chiuso definitivamente la collaborazione con Chris Avellone, affermando inoltre che la lavorazione di Dying Light 2 non subirà ulteriori ritardi nonostante questa notizia:

Prendiamo gli abusi sessuali e i maltrattamenti molto seriamente, e non abbiamo tolleranza per questi comportamenti […] È per questo che, insieme a Chris Avellone, abbiamo deciso di interrompere la nostra collaborazione.

Stiamo continuando a lavorare per portarvi l’esperienza di Dying Light 2 che vi abbiamo promesso. Sia il team della narrazione, che Chris supportava, che tutto il resto del gruppo di sviluppo del gioco continuano a lavorare effici, in entemente, in accordo con le tempistiche fissate all’inizio dell’anno.

Avellone ha una gloriosa storia alle spalle nel mondo dei videogiochi, avendo lavorato a giochi come Star Wars – Knights of the Old Republic II: The Sith Lords e Fallout New Vegas. Quel che è certo è che la sua carriera risentirà ovviamente delle accuse odierne.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento