Sony vuole acquisire Kojima Productions

uagna kojima
Di Andrea "Geo" Peroni
25 Gennaio 2020

La guerra a distanza tra Microsoft e Sony potrebbe avere un nuovo co-protagonista di enorme rilievo.

Dopo la strategia del colosso di Redmond, che è tornato a puntare con decisione su grandi progetti AAA first party con l’acquisizione di vari studi di sviluppo tra cui Ninja Theory e Obsidian Entertainment, anche Sony è tornata prepotentemente ad agire sul mercato, per così dire. Alcuni mesi fa, ad esempio, è arrivato l’annuncio dell’acquisizione di un grosso nome dell’industria, Insomniac Games, che aveva sul suo curriculum una lunga storia di collaborazioni con l’azienda giapponese – Ratchet & Clank, Spyro, Marvel’s Spider-Man. Sembra però Sony non si voglia fermare.

Dopo i rumor degli ultimi mesi relativi alla possibile acquisizione di Remedy Entertainment (Quantum Break, Alan Wake, Control), sembra infatti che Sony abbia deciso di virare con decisione verso l’acquisto di Kojima Productions, la software house di Hideo Kojima creata in seguito al suo divorzio da Konami avvenuto nel 2015.

Sin dal momento della creazione dello studio, Kojima ha dato il via allo sviluppo di quello che sarebbe stato uno dei titoli più controversi del 2019, Death Stranding, disponibile in esclusiva PS4 da novembre – e in arrivo su PC anche in estate. Si è già ovviamente parlato di un possibile sequel, ma il papà di Metal Gear ha affermato che vorrebbe sperimentare nuove vie, come titoli a cadenza episodica.

La voce di questa possibile acquisizione è arrivata a HipHopGamer da vari insider del settore, convinti che il gigante nipponico stia pensando di affiancare Kojima Productions alla sua lunga trafila di studi first party, tra cui militano Naughty Dog, Sucker Punch, Sony Bend e tanti altri. La trattativa sarebbe inoltre facilitata dall’ottimo rapporto reciproco tra Sony e Kojima Productions. La prima, che ha aiutato in maniera corposa al finanziamento di Death Stranding, è rimasta soddisfatta del risultato, mentre Kojima Productions ha avuto la possibilità di usare il Decima Engine di Guerrilla Games e limarne il funzionamento, cosa che potrebbe notarsi nel rumoreggiato sequel di Horizon: Zero Dawn.

Non solo: secondo quanto riferito da HipHop, Kojima avrebbe addirittura influenzato il design di PlayStation 5, console sulla quale lo studio starebbe già lavorando per la creazione di un gioco horror.

Nessuna smentita o conferma ufficiale da parte dei diretti interessati, ma, se tutto questo dovesse concretizzarsi, non ci sarebbe certamente da stupirsi. Da anni si rincorrono voci in questo senso, e a quanto pare Sony si sarebbe convinta a fare il grande passo e portarsi a casa il Maestro.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento