The Last of Us 2 – Naughty Dog non esclude l’uscita solo in digitale

Di Andrea "Geo" Peroni
4 Aprile 2020

La notizia più clamorosa ma purtroppo preventivata della settimana è sicuramente il nuovo rinvio di The Last of Us: Part II, stavolta per circostanze che né Sony né tantomeno Naughty Dog potevano in alcun modo prevedere.

Lo scorso ottobre, a poche settimane dall’annuncio della data di uscita fissata a febbraio, Naughty Dog fu costretta a rinviare l’uscita di The Last of Us 2 a maggio 2020, essendo indietro rispetto alla tabella di marcia. Sembravano non esserci più intoppi, per quello che è uno dei giochi più attesi della generazione, ma l’emergenza sanitaria da Coronavirus che sta mettendo in ginocchio l’economia globale ha costretto la società ad un nuovo rinvio, a data da destinarsi.

Ad oggi, non sappiamo infatti quando potremo avere tra le mani The Last of Us: Part II, e i motivi, come spiegato da Sony alcuni giorni fa, sono di natura prettamente logistica, legati principalmente alla fornitura e alla distribuzione delle copie fisiche. Problemi che, stando a Jason Schreier di Kotaku, andranno a colpire presto anche altre aziende, e il giornalista prevede infatti che il rinvio di The Last of Us: Part II non sarà un caso isolato. Anche Phil Spencer, boss della divisione Xbox di Microsoft, ha messo le mani avanti in settimana circa Halo Infinite, che potrebbe non riuscire a rispettare la finestra di lancio fissata per la fine dell’anno.

Di conseguenza, Sony sta valutando tutte le possibilità per quanto riguarda il mercato nei prossimi mesi. Neil Druckmann di Naughty Dog, durante un podcast su PlayStation Blog, ha infatti affermato che l’azienda giapponese sta considerando ogni possibilità per quanto riguarda il lancio di The Last of Us: Part II, oggi senza una data precisa di uscita – e il gioco è stato inoltre rimosso dal PS Store. L’ipotesi di una release solamente in formato digitale, almeno per il momento considerando la situazione globale, non è affatto da scartare.

Druckmann ha comunque raffreddato gli animi dei fan, ribadendo che allo stato attuale delle cose non c’è nulla di certo per quanto riguarda The Last of Us: Part II – e anche quindi per Marvel’s Iron Man VR, altro gioco rinviato a data da destinarsi. Sony non è pienamente convinta della release digitale a causa delle pessime infrastrutture di molti Paesi – esatto, anche noi siamo tra questi – e dunque starebbe valutando attentamente un modo per far avere a più persone possibili l’opportunità di giocare a The Last of Us: Part II sin dal lancio.

Naughty Dog e Sony continuano quindi a monitorare la situazione, ma se non altro dalle parole di Druckmann capiamo che il gioco sarebbe in realtà già nella fase conclusiva dello sviluppo, e che la tabella di marcia sarebbe stata rispettata se non fosse per l’emergenza sanitaria. Quando avremo effettivamente modo di giocare a The Last of Us 2?

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento