[Recensione] Marvel’s Spider-Man – Da grandi poteri derivano grandi responsabilità

recensione marvel's spider-man
Di Marco "Bounty" Di Prospero
4 Settembre 2018

SENSI DI RAGNO

Lo stile di combattimento di Spider-Man è lo stesso creato ed utilizzato da Rocksteady Studios per la realizzazione della serie Arkham dedicata a Bat-Man. Si tratta del così detto Free Flow System, basato su combo, schivate e combattimenti multipli. Non vi neghiamo che, prima di mettere mano al pad, eravamo abbastanza preoccupati dalla scelta fatta da Insomniac Games. Questo perché il Free Flow Combat è un sistema che, se non ottimizzato a dovere,  potrebbe risultare decisamente scadente e ripetitivo, rendendo il gameplay piatto già dopo le prime ore di gioco. Questo non è il caso di Marvel’s Spider-Man, in cui il Free Flow System funziona divinamente. I tasti di maggiore utilità per portare a termine le combo sono il quadrato, con cui sferrare pungni e calci, e il triangolo, utile per lanciare la ragnatela e collegare le combo. Il cerchio e la x servono invece, rispettivamente, a schivare i colpi nemici e a saltare. In particolare, la schivata risulta di fondamentale importanza per eseguire un contrattacco, che si attiverà solo con un tempismo perfetto (scandito dall’attivazione dei sensi di ragno sulla testa di Spider-Man). Anche le stesse combo si basano più sul tempismo che sulla successione di tasti. Ad esempio, potrete decidere se tener premuto quadrato per sferrare un uppercut e lanciare in aria il nemico o se premere più volte lo stesso quadrato per sferrare una serie di pugni e calci. Ma non finisce qui; con R1 potremo attivare gadget e strumenti secondari con i quali stordire o bloccare i nemici per un periodo limitato di tempo. Strumenti di cui non si potrà abusare, in quanto limitati o provvisti di un tempo di ricarica. Il sistema di combattimento si espande ancor di più grazie all’interattività con l’ambiente. Premendo L1+R1 potremo agganciare oggetti e lanciarli contro i nemici infliggendo danni ad area. Presenti anche i colpi di grazia, attivabili con cerchio + triangolo, utili ad eseguire eliminazioni istantanee. A tal proposito, i colpi di grazia si attiveranno solo dopo aver caricato la barra della concentrazione eseguendo combo ed uccisioni. Barra che, alternativamente, potrà essere utilizzata anche come cura. Con pochi colpi subiti,infatti, il nostro erore troverà quasi certamente la morte. Quanto descritto fino ad ora lascia intendere che il titolo sia godibile sia per i casual gamer che per gli hardcore gamer, che cercano una sfida più alta. Questo perchè ci troviamo di fronte ad un gamplay apparentemente facile ma decisamente tecnico se approfondito a dovere. Accanto al sistema appena descritto, i ragazzi di Insomniac Games hanno dato spazio anche alle fasi stealth. “Spidey” può infatti muoversi verticalmente e attaccare i nemici dall’alto intrappolandoli in un bozzolo di ragnatela o colpendoli alle spalle. In questo caso sarà di fondamentale importanza il radar (l’equivalente dell’occhio d’aquila di Assassin’s Creed), attivabile con R3. Così facendo potremo studiare l’area intorno a noi, osservando le ronde dei nemici o trovando oggetti con cui interagire. Il sistema stealth, pur essendo decisamente semplificato e poco innovativo, svolge comunque il suo dovere, risultando godibile e funzionale. Un accenno anche all’intelligenza artificiale, piuttosto aggressiva nelle fasi action ma decisamente facile da aggirare nelle sezioni stealth, almeno in modalità normale.

recensione Marvel's Spider-Man

ALTA INGEGNERIA

Missioni, uccisioni ed attività secondarie portate a termine ci daranno punti esperienza necessari per salire di livello. Ogni nuovo livello equivarrà ad un punto abilità, utile per sbloccare nuove mosse e capacità. In particolare, avremo a disposizione tre alberi di abilità da potenziare: innovatore, difensore e lancia-tele. Sarà possibile inoltre sbloccare nuovi costumi e gadget grazie ai gettoni ottenuti tramite le attività secondarie. In particolare, ogni costume avrà un determinato potere speciale attivabile con R3 + L3 e sarà personalizzabile attraverso tre modifiche costume, abilità passive che miglioreranno attacco, difesa o agilità di Spider-Man. Tra gli accessori disponibili invece troveremo, ad esempio, ragnatele elettrificate, bombe di ragnatele e molto altro ancora. Anche in questo caso ogni gadget potrà essere potenziato, aumentandone munizioni e durata. Starà a noi decidere quale equipaggiamento utilizzare tramite una semplice ruota di selezione  che apparirà a schermo (alla Gta V per intenderci).

THE AMAZING SPIDER-MAN

A livello tecnico, il lavoro svolto da Insomniac Games è letteralmente “Amazing”. Durante la nostra esperienza di gioco non abbiamo incontrato bug, difetti grafici, effetti di pop-up, rallentamenti o cali di frame-rate. Anche il compito svolto sul comparto grafico è degno di nota. New York è infatti realizzata in modo magnifico, con edifici e grattacieli pieni di dettagli, così come la realizzazione dei pedoni e del traffico cittadino, trasmettendo il senso di trovarsi in una città viva. I pedoni reagiranno infatti alla nostra presenza chiedendoci foto, selfie o strette di mano. Anche gli spazi interni sono curati al minimo dettaglio e colmi di accessori e particolari. Tutto ciò a discapito dell’esplorabilità di suddetti spazi, i quali risultano piuttosto lineari e poco interagibili, soprattutto durante le fasi con Mary Jane e Peter. Da sottolineare il buon doppiaggio in italiano e la soundtrack, che ricorda molto da vicino quella delle trasposizioni cinematografiche. Buon lavoro svolto anche sui dialoghi e sulle battute fatte da Peter o da J.J. Jameson (il quale ci accompagnerà durante gli spostamenti tramite interventi radiofonici), le stesse che direbbero le loro controparti fumettistiche. Aggiungiamo infine che, con l’uscita ufficiale del gioco, verrà rilasciata la modalità foto, grazie alla quale potrete scattare fotografie ed inserire adesivi e cornici in pieno stile Marvel. La patch del day one provvederà inoltre ad inserire la modalità New Game Plus ed un nuovo livello di difficoltà.

recensione marvel's spider-man

PUNTI DI FORZA

  • New York è fantastica;
  • Ottimo ritmo di gioco;
  • Gameplay solido;
  • Fedele allo stile Marvel;
  • Tante attività secondarie.

PUNTI DI DEBOLEZZA

  • Alcune missioni sono troppo lineari;
  • Boss Fight non sempre ispirate e diversificate tra loro.

Non avevamo dubbi sulle capacità di Insomniac Games, software house in grado di sviluppare titoli del calibro di Resistance, Ratchet e Clank ed il sottovalutatissimo Sunset Overdrive. Tuttavia, quando si ha a che fare con un videogioco ispirato ad un Supereroe dei fumetti, la maggior parte delle volte si rischia di pubblicare un titolo sottotono e deludente. Marvel’s Spider-Man rappresenta un’eccezione rispetto a quanto appena scritto. L’esclusiva PS4 risulta rispettosa e fedele al personaggio creato da Stan Lee e Steve Ditko, grazie ad una storyline inedita in grado di racchiudere gran parte dei personaggi del Fumetto. A ciò dobbiamo aggiungere un gameplay che riprende e migliora il Free Flow System, aggiungendo fasi stealth ed investigative, spezzando in modo molto intelligente il ritmo di gioco. Ultimo, ma non per importanza, il lavoro svolto su New York, riprodotta perfettamente e condita con tantissime attività secondarie divertenti da completare. La vera potenzialità di questo titolo è paradossalmente quella di non aver voluto strafare: Marvel’s Spider-Man è infatti un gioco che funziona grazie alla perfetta unione delle meccaniche tipiche del genere action-adventure, apportando sostanziali miglioramenti ove necessario. Dopo essere entrato nel MCU, Spider-Man è decisamente pronto per sbarcare anche su PS4.

Si ringrazia Sony Italia per il codice review fornitoci.

Pagine: 1 2



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.