Tales of Arise in arrivo a settembre 2021: scopriamo il nuovo trailer e il nuovo video gameplay

Di Chiara Ferrè
26 Aprile 2021

I fan dei JRPG possono finalmente esalare un sospiro di sollievo: Tales of Arise è vivo e vegeto e arriverà sugli scaffali fisici e online di tutto il mondo il 10 settembre 2021, ma è già possibile effettuare il preordine del gioco. Dopo essere stato rimandato di oltre un anno a causa dello scoppio della pandemia, il nuovo titolo della serie targata Bandai Namco è tornato sulle scene grazie a un trailer e un video gameplay. Arise sembra seguire pedissequamente la tradizione dei suoi predecessori e si presenta come un videogame dalla spiccatissima anima nipponica, un anime fatto videogioco. Qualche piccolo passo avanti dal punto di vista tecnico sembra esserci nei dettagli degli scenari, anche se i personaggi rispecchiano il classico stile “fumettoso” e mostrano la loro solita rigidità nelle animazioni, soprattutto durante le scene di intermezzo che arricchiscono l’esplorazione degli ambienti.

Il trailer ci introduce subito a un’atmosfera seriosa e cupa: in questo senso Tales of Arise sembra seguire le orme del predecessore, Tales of Berseria, che presentava tematiche più adulte e un generale clima tenebroso. In Arise spicca il tema dell’oppressione, della liberazione dalla schiavitù e dalle catene di un destino crudele. L’impero di Rena ha soggiogato completamente il mondo di Dahna e i suoi abitanti. Il protagonista è un giovane di nome Alphen, uno schiavo Dahnese che decide di ribellarsi all’oppressione e si scopre possessore di un mistico potere. Al suo fianco c’è Shionne, una fuggitiva di Rena che punta a spezzare la maledizione che attanaglia la sua stirpe. Oltre ai due protagonisti, il trailer ci mostra inoltre alcuni nuovi personaggi: Rinwell è la giovane maga che probabilmente rivestirà il tipico ruolo di stregone che ritroviamo in ogni capitolo del franchise. Quello che sembrerebbe un antagonista di tutto rispetto si presenta invece nel trailer armato di una enorme ascia bipenne, dando il via a quella che potrebbe essere una boss fight iniziale.

Nel video gameplay di circa 7 minuti rilasciato da Bandai Namco seguiamo i due protagonisti durante l’esplorazione di due scenari opposti, il primo arido e il secondo caratterizzato da una tempesta di neve. Tales of Arise non sarà open world, ma potrebbe presentare ambienti più ampi e una maggiore libertà di movimento rispetto ai suoi predecessori: da subito, esaminando il video di gameplay, notiamo che Alphen è in grado di saltare giù da una sporgenza (non sappiamo ancora se sia stato implementato il salto o se si tratti di una animazione automatica contestuale) e di nuotare. Tornerà, come da tradizione, la cucina.

Nella prima parte della sessione di gioco i due protagonisti si scontrano con un branco di nemici corazzati: la battaglia ha inizio in un’arena dedicata, un campo di battaglia che rispecchia lo scenario che si sta esplorando. Il sistema di combattimento si basa sul Linear Motion Battle System, ma risulta in questo titolo ancor più dinamico e frenetico, con una interfaccia essenziale e la possibilità di passare rapidamente da un membro all’altro del team. Nella seconda fase del gameplay infatti, ci viene mostrato il combattimento con tre personaggi disponibili sul campo. La tecnica che salta all’occhio è denominata Strike e consente di effettuare un teatrale colpo finale grazie all’attacco congiunto di due personaggi.

Tales of Arise non prende una strada particolarmente innovativa e non si discosta dai suoi predecessori, ma si pone come un valido nuovo capitolo del franchise nipponico ormai riconosciuto ed amato. Rilasciato questa volta in contemporanea mondiale, il titolo sarà disponibile anche in una Collector’s Edition contenente il gioco, i contenuti della Deluxe Ultimate Edition digitale, una steelbook, un artbook di 64 pagine, la colonna sonora e una statuina da collezione di Alphen e Shionne. In alternativa, la Hootle Edition sarà un’esclusiva dello store di Bandai Namco e includerà tutti i contenuti digitali delle altre versioni, la colonna sonora, una steelbook differente, un set di adesivi, tre stampe da collezione e un peluche personalizzabile di Hootle, che potremo vestire con alcuni costumi unici per questa versione.

L’incertezza è dunque finalmente giunta al termine: per i fan di Tales of non resta che attendere il prossimo settembre.



Abbiamo parlato di:

Ciao, sono Chiara. Cresciuta a pane, Harry Potter e Final Fantasy, ho da sempre una grande passione per la narrazione in tutte le sue forme: vivo di cinema, libri, videogiochi e serie TV. Durante la settimana scrivo, osservo il mondo e vedo gente. Nel tempo libero scrivo (sì, di nuovo), disegno, videogioco.




Scrivi un commento