Un piccolo team giapponese ha terminato lo sviluppo del suo gioco per PS1 dopo 22 anni!

Di Andrea "Geo" Peroni
4 Gennaio 2021

Ecco la storia che ha commosso il web. No, forse così è esagerato, ma siamo sicuri che questa strana notizia saprà far sorridere più di un giocatore nostalgico dei vecchi tempi andati.

Quella che vi presentiamo oggi, e che è emersa nelle ultime ore, è una storia davvero curiosa, e che inizia ben 22 anni fa su quella che era la prima console della storia di PlayStation, l’indimenticabile PS1.

Nel 1998 un piccolo team di sviluppatori giapponesi chiamato Kaiga, ha trascorso otto mesi a lavorare su un gioco chiamato Magic Castle, realizzando inoltre un video di presentazione che inviarono a sette importanti editori inclusa Sony.

Gli 8 mesi di sviluppo di Magic Castle, in realtà, non portarono il gioco da nessuna parte: previsto per PS1, con Sony che si era convinta a dare una chance al piccolo team di sviluppo (ma che poi li spostò su altro), il gioco non è mai stato ultimato. Almeno fino a oggi.

Uno dei membri del team originale, PIROWO, ha ritrovato a marzo 2020 il codice sorgente di Magic Castle, e nel corso degli ultimi 9 mesi ha dedicato parte del suo tempo a un’impresa che sembrava disperata: completare lo sviluppo del gioco.

Grazie al suo lavoro e a quello di altri irriducibili fan che hanno voluto aiutare PIROWO, Magic Castle è oggi diventato realtà. Il gioco non sarà ovviamente pubblicato per PS1 (non escludiamo però qualche particolare edizione vintage, nel caso in cui il gioco dovesse riscuotere particolare interesse), ma Magic Castle può essere oggi giocato grazie agli emulatori su PC. 22 anni dopo, Magic Castle ha fatto qualcosa che ad esempio Agent di Rockstar Games (avete letto la sua assurda storia?) non è stato in grado di fare: vedere la luce del Sole.

Come potete vedere dal video sottostante, lo stesso che il team inviò a Sony nel 1998, Magic Castle è un videogioco dall’aspetto accattivante, con una particolare visuale isometrica e strutturato sulla base di dungeon intricati da esplorare.

Se siete incuriositi dal gioco, lo potete scaricare (gratuitamente, ovviamente) cliccando qui .

Fonte




Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento