Guida: aprire le porte di Black Ops 2 e migliorare la connessione – NAT Aperto

Questa e una semplice guida per migliorare la connessione ai server di Black Ops 2, per evitare quei maledetti lag

L’obiettivo principale sarà avere un NAT APERTO.

Configurazione della rete domestica:
Per prima cosa puoi disattivare chiavi di sicurezza e firewall del router, per evitare problemi nella trasmissione dei dati (non è indispensabile e consigliamo di tenere sempre una chiave di sicurezza per il router)
Ora puoi:
• Attivare l’opzione UPnP del router e della console di gioco*
Aprire le seguenti porte del router: 36081, 3074, 3075, 3478 UDP (User Datagram Protocol) e 80, 81, 443, 3074, 5223 TCP (Transmission Control Protocol.) Se la tua rete domestica include più piattaforme di gioco, puoi assegnare la porta 3076 UDP (una porta per piattaforma di gioco)
Infine prova a spegnere router e consolle, riaccendendo entrambi dopo 5 minuti
Dopo tutti questi consigli dovresti avere un NAT APERTO, il più idoneo per giocare online
I NAT RISTRETTO e MODERATO potrebbero presentare problemi e rallentamenti durante la sessione di gioco

Questi sono i consigli riguardo a questo gioco specifico, ovviamente sono consigliati anche quelli “tradizionali”, come usare un cavo Ethernet invece che il Wi-Fi, posizionare l’indirizzo IP della tua piattaforma di gioco nella DMZ, assegnare un indirizzo IP statico alla piattaforma di gioco inclusa nella rete domestica. In questo modo la configurazione che hai impostato sarà applicata automaticamente a ogni connessione.

Infine, assicurati che altri dispositivi connessi alla tua rete domestica non stiano eseguendo applicazioni esose in termini di consumo di banda.

Potrebbe interessarti: nat aperto çon fastweb, nat aperto su altri giochi 

* NOTA: Con l’UPnP attivato (nel vostro router) qualunque applicazione può configurare le porte di cui ha bisogno in modo del tutto trasparente all’utente. Ciò significa che, potenzialmente, qualsiasi spyware/virus può aprirsi le porte che più gli aggrada, senza che voi ve ne accorgiate. In realtà il problema non sta nell’UPnP ma nell’implementazione che ne viene fatta all’interno dei router. Ora considerando che la maggior parte dei router commerciali (ed economici) hanno una pessima implementazione dell’UPnP è in generale consigliabile non attivarlo. L’UPnP, inoltre, non assicura un risultato migliore, lo fate perciò a vostro rischio e pericolo.