Motion Scan

Di Andrea White Mezzelani
9 maggio 2011

La tecnologia Motion Scan è da tempo che è in via di sviluppo. Con L.A. Noire (20 maggio 2011) ha raggiunto un importante traguardo. Si basa su osservazioni di gesti e espressioni di vari attori che poi vengono “trasformati” in personaggi del videogioco.

Il sistema si avvale di una serie di telecamere che carpiscono ogni singolo movimento espressivo dell’attore; in questo modo si rende finalmente importante la caratteristica intuitiva, che come nel caso di L.A. Noire, sarà fondamentale per raggiungere la verità e quindi arrestare i veri colpevoli.

Ecco un video (della Rockstar games) completo e riassuntivo che spiega il funzionamento di questa tecnologia (su L.A. Noire).


 

 

 



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.