Cosa sta succedendo ai videogiochi Supercell su Youtube

Di Federico "Blue" Marchetti
18 dicembre 2017

Il panorama dei videogiochi per dispositivi mobili su YouTube è stato monopolizzato in questi anni da due prodotti sfornati da Supercell: Clash of Clans e Clash Royale. L’unico gioco in grado di reggere il confronto con questi due colossi è stato Pokémon Go, la celebre app lanciata nel luglio del 2016 che ebbe talmente tanto successo da far impennare le azioni in borsa di Nintendo. Clash Royale venne pubblicato per la prima volta a gennaio 2016 mentre Clash of Clans nel lontano 2012.

Stando ad alcune statistiche, Clash Royale risulta essere il gioco mobile piu’ visualizzato di sempre su Youtube, ma le cose potrebbero cambiare nel prossimo futuro. Infatti le visualizzazioni globali hanno iniziato un trend negativo a partire dall’aprile 2017, e questo calo sta colpendo anche Clash of Clans.

Tra i più grandi streamer internazionale di Clash Royale c’è Nickatnyte, e mettendo a confronto le sue visualizzazioni mensili ci si può rendere conto di quello appena detto. Ad Aprile 2017 aveva totalizzato ben 40 milioni di visualizzazioni, ma a Novembre il suo canale si è fermato ad “appena” 11 milioni totali. Quasi il 400% in meno. Questo forte calo di views stato influenzato dal cambio dell’algoritmo interno di YouTube che da qualche mese a questa parte sta dando meno visibilità a questo genere di contenuti, ma questo non è l’unico motivo che si può attribuire a questa situazione.

Gli analisti del settore hanno focalizzato la loro attenzione agli ultimi mesi del 2017 ed è emerso che gli Youtubers di Clash stanno trattando in maniera minore i titoli targati Supercell. Questa situazione è particolarmente marcata nell’Europa centrale, ma questo trend sta prendendo velocemente piede anche tra i canali americani e nel resto del mondo. Alla luce di tutto questo sembra che entrerà in scena una nuova tipologia di canale che non aveva avuto in precedenza una presenza significativa online: il canale mobile multi-gaming.

Quindi se in passato eravamo abituati ad associare uno Youtuber di Clash o di Pokémon Go ad un determinato gioco, adesso le cose stanno cambiando. Questi canali si stanno rendendo conto che sarebbe troppo azzardato incentrare i propri video unicamente su un solo contenuto e quindi stanno gradualmente ampliando il loro raggio d’azione. Cosa non semplice, dato che, a differenza degli Youtuber che trattano videogiochi per PC o per Console, gli Youtuber che trattano videogiochi per dispositivi mobile sembrerebbero avere più difficoltà ad attirare l’attenzione del pubblico su un gioco diverso.

I fan, insieme agli influencer, sono alla ricerca costante di nuovi giochi che suscitino il loro interesse. Questo è normale, e sarebbe stato poco intelligente pensare che un determinato titolo avesse potuto dominare per sempre l’attenzione del pubblico. Al momento attuale non sembra esserci ancora una vera e propria “killer-app” in grado di scalzare dal podio i tre attuali colossi, ma le cose potrebbero cambiare prima di quanto possiamo immaginare.



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".