Quattro giochi popolari infrangono le regole dei Paesi Bassi sul gioco d’azzardo

Di Claudio Caudullo
19 aprile 2018

I Paesi Bassi in questo periodo hanno preso in considerazione un gruppo di 10 giochi molto popolari per via del loro sistema di loot boxes che viene ritenuto quasi simile ad un gioco d’azzardo, e ben 4 dei suddetti titoli avranno a disposizione 8 settimane per risolvere la questione ed eliminare le loot boxes o dovranno pagare una tassa di 820 mila euro. I nomi di questi giochi non verranno rivelati dalla commissione perché delle regole sono state infrante e per vie legali è impossibile conoscere quali titoli si sono messi nei guai con la legge.

Nello specifico questi 4 giochi danno la possibilità ai giocatori di scambiare oggetti ottenuti dalle loot boxes per soldi veri, un po’ come succede con titoli dal calibro di Counter Strike Global Offensive che permette ai giocatori di scambiare i propri oggetti, anche per cifre assurde, ecco perché Marja Appelman, direttore della commisione sul gioco d’azzardo nei Paesi Bassi, abbia definito tali giochi alla pari di altri sistemi come le slot machine e le roulette, anche se la maggior parte dei giocatori che comprano queste casse non scambiano questi oggetti per soldi, ma li tengano per se.

Le investigazioni sono state attuate analizzando 15 tra i più popolari titoli trasmessi in un’ignota grande piattaforma di streaming (ovviamente Twitch) e tra questi giochi potrebbero esserci: Fortnite, League of Legends, Hearthstone, Player Unknown’s Battlegrounds, Overwatch e World of Warcraft. Come andrà a finire? Noi, come sempre, vi terremo aggiornati.



Autore alle prime armi con una grande passione per i videogiochi, specialmente giochi indie, carlini e meme.