Sparatoria a Cleveland, CNN: “È come nei videogiochi”

Di Mauro "Ryuk" Barone
17 aprile 2017

Tutti avrete sentito parlare della sparatoria avvenuta in quel di Cleveland dove il sospettato, in diretta su Facebook, ammazza a sangue freddo un passante dopo aver chiesto informazioni.

Fin qui niente che rientra nel nostro target videoludico, fin quando un giornalista della CNN (Cable News Network, emittente televisiva americana) inizia a fare similitudini tra la sparatoria e i videogiochi. Non è propriamente un attacco verso il medium, chiaro, ma il paragone è decisamente azzardato e poco sensato.

Scontato dire che tutta la community appassionata di videogiochi si è scagliata (in alcuni casi anche pesantemente) contro la CNN. Nel video che trovate all’interno del Tweet potete ascoltare la voce di un giornalista dell’emittente televisiva che annuncia:

Molte persone eseguono tutto ciò all’interno dei videogiochi. Prendono spunto da lì, lo fanno nei giochi sparatutto in prima persona, e provano a farlo anche nella realtà. Fin quando si tratta di un videogioco va bene, ma questa è la realtà, li era presente del sangue umano.

Cosa ne pensate?



Studente di Scienze della Comunicazione, grande appassionato di sport e videogiochi, in particolar modo degli sparatutto. Con Call of Duty: Modern Warfare 2 è stato amore a prima vista, da allora ama divertirsi con CoD ogni anno, sin dal quarto capitolo della saga. Negli anni ha imparato ad apprezzare giochi di vario genere, come Kingdom Hearts, Bioschock, Gran Theft Auto, Assasin's Creed e tanti altri titoli. Ama tenersi informato sul mondo tecnologico, videoludico e sportivo.