[Recensione] Assetto Corsa Ultimate Edition – Simulazione definitiva

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
23 aprile 2018

Nel 2014 l’italianissima software house Kunos Simulazioni, pubblicava in accesso anticipato su PC tramite la piattaforma Steam, Assetto Corsa, titolo racing che aveva una vocazione per la simulazione più pura, guadagnando subito riconoscimenti dalla critica e approvazione dagli appassionati del settore. Il gioco puntava tutto sulla riproduzione minuziosa dei tracciati e su un’esperienza di guida che si avvicinava il più possibile alla realtà.

La software house italiana, inoltre, nel 2016 ha pubblicato una versione per PS4 e Xbox One, una scelta azzardata visto che su console dominava (e domina ancora) la categoria dei sim-arcade, con capostipiti Gran Turismo Sport e Forza Motorsport, oppure il più simulativo Project CARS 2.

Quest’ultima versione riproponeva un ottimo modello fisico e un adattamento strutturale per il joypad, tuttavia presentava qualche problemino tecnico. Cosa che Kunos non ha lasciato correre, anzi ha continuato a supportare e migliorare la propria creazione, anche con l’implementazione di DLC.

La gara iniziata quattro anni fa dal team creato da Marco Massarutto e Stefano Casillo arriva al suo termine con Assetto Corsa Ultimate Edition, versione definitiva che ha al suo interno tutte le rifiniture e i contenuti aggiuntivi gratuiti e a pagamento pubblicati.

Versione provata: PlayStation 4 con volante Thrustmaster T300RS, completo di pedaliera a 3 pedali e cambio ad H.

DAMMI TUTTO QUELLO CHE HAI

Assetto Corsa Ultimate Edition, oltre al parco auto della versione standard, contiene al suo interno le vetture pubblicate nel Prestige pack, nei Porsche Pack, nel Red Pack, nel Ready To Race Pack, nel Japanese Pack e nel Ferrari 70th Anniversary DLC.

In tutto, si parla di 178 modelli di auto reali configurabili a livello meccanico e aerodinamico e 16 circuiti riprodotti in 33 configurazioni possibili, tramite la tecnica del laser scanner. Come numeri non siamo ai livelli dei brand più blasonati, ma è la qualità che conta e non la quantità. E, credeteci, questo gioco ne ha tanta di qualità.

Infatti il comportamento di ogni singola automobile è stato riprodotto in maniera maniacale, così come i tracciati. Ogni macchina risponde in modo diverso in base alla propria potenza, peso, assetto e via così. Bisogna “capire” l’auto, come se ci si trovasse a bordo nel mondo reale. Bisogna dosare bene acceleratore e frenare al momento giusto col volante ben saldo tra le mani, imparare l’inserimento e l’uscita di curva, dando il colpettino di gas per far stabilizzare la macchina. Insomma, ogni vettura si guida in modo diverso e risponde in modo differente, proprio come nella guida reale.

Ciò significa passare delle ore, come è capitato a noi, nel percorrere un tracciato con una determinata auto, per apprenderlo e capire come affrontarlo, con l’obiettivo di abbassare sempre di più il tempo. Facile a dirsi, non a farsi. Poiché con i settaggi impostati nel modo più simulativo possibile, bisognerà armarsi di pazienza e nascondere il rosario.

Questo livello di simulazione estrema potrà frustrarvi, soprattutto se siete abituati a girare su titoli sim-arcade, tuttavia il livello di sfida in Assetto Corsa è così alto che quando vedrete il tempo in verde al passaggio sul traguardo, dopo aver sudato per abbassare il vostro miglior tempo, dopo aver dato tutto quelle che avevate, sarà un gran bella sensazione se siete degli appassionati dei racing.

ASSETTO OGNI COSA

Assetto Corsa presenta un modello di guida pienamente personalizzabile e, come vi abbiamo spigato nel paragrafo precedente, non è godibile se scalato verso il basso. Tuttavia è possibile regolare gli aiuti su più livelli (controllo di trazione e stabilità, ABS, ecc). Se utilizzate un joystick vi consigliamo di lasciare gli aiuti predefiniti, almeno nelle prime ore di gioco, per aiutarvi al feeling di guida. Mentre se avete modo di usare un volante dotato di force feedback ed una pedaliera fissata su una postazione, sbizzarritevi su ogni opzione, la “sensazione di guida” si sentirà al centro per cento. Ovviamente la postazione di guida non è una soluzione economica, però ragazzi miei se siete dei “petrol head” come dicono gli inglesi, vi servirà per divertirvi al massimo.

Per quanto riguarda il gioco in sè, presenta dei menù molto semplici e funzionali, con grandi macro aree per selezionare la modalità più gradita: Eventi Speciali, che vi metterà alla guida di determinate vetture in altrettanti determinati tracciati per completare un obiettivo ben definito. La sezione Guida comprende attività libere come time attack, hotlap, drift, pratica, gara veloce e gare online. I Campionati sono degli eventi offline, che vi faranno partire con determinate auto insieme ad altri piloti controllati dall’AI ed infine, ultima ma non meno importante la Carriera. Quest’ultima è impostata in maniera easy: come nei Campionati si partirà con gare più semplici per poi passare a competizioni via via più complesse, sbloccando la fase successiva arrivando almeno terzi in un serie di 5 eventi.

GIOIA PER OCCHI E ORECCHIE

Una grande differenza, rispetto a titoli più blasonati, è che il titolo sviluppato di Kunos Simulazioni, vi consentirà di accedere fin da subito a tutto il parco auto e a tutte le piste che, ricordiamo, sono state riprodotte al minimo dettaglio grazie alla tecnologia laser scanner. Così come le varie visuali e gli interni delle macchine, che sono tra le migliori per quanto riguarda i titoli racing in termini di riproduzione dei materiali e dettagli.

Anche il sound delle varie auto è stato riprodotto in maniera certosina, sia quando vi troverete al loro interno sia al loro esterno, donando una sensazione perfettamente equiparabile alla controparte reale. 

L’unica nota negativa di questo titolo, è la mancanza del meteo variabile e delle gare in notturna, assente anche nella versione standard. Ma non disperatevi, poiché Kunos Simulazioni lancerà quest’estate, in Early Access su Steam, Assetto Corsa Competizione, nuovo titolo spinto dall’Unreal Engine 4, con licenza ufficiale Blancpain GT Series e nuove features.

PUNTI DI FORZA

  • Tutti i DLC pubblicati fino ad ora con quasi 180 auto e 16 piste
  • Modello di guida simulativo e profondo
  • Livello di sfida appagante ad un prezzo competitivo

PUNTI DEBOLI

  • Mancano meteo variabile e guida notturna
  • Col joypad non si sfrutta a pieno

Se siete alla ricerca di un titolo racing simulativo su console, Assetto Corsa Ultimate Edition è il titolo che vi farà divertire, incazzare e gongolare allo stesso tempo. Un modello di guida profondo, unito ad una riproduzione minuziosa di vetture e tracciati sono il biglietto da visita del titolo di Kunos Simulazioni, che dopo due anni dalla sua pubblicazione su console, arriva finalmente al suo apice comprendendo tutti i DLC e le migliorie apportate. Tutto questo ad un prezzo competitivo: 39,99 euro. Consigliamo un volante con force feedback per questa esperienza di guida definitiva.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.