Storia – Der Riese

Di Andrea White Mezzelani
18 agosto 2010

Le informazioni sulla storia sono ricavate dalle trasmissioni radio che si possono attivare nella mappa.

“The Giant is rising. Face the might of the Nazi Zombies in their heartland. This is where it all began. This is where the master plan took shape. Is this where it all ends?”

Come dice la citazione, è quì dove tutto ha avuto inizio, che finirà la storia di zombie? Ora lo sappiamo, No.

E’ chiaro a tutti gli scienziati che lavorano sul progetto “The Giant” che gli zombie sono incontrollabili. Anche il Dr Maxis che si è occupato personalmente dello sviluppo del progetto se ne è reso conto: nonostante egli cercasse di controllarli, gli zombie continuavano a volerlo uccidere, “erano come impazziti”.
Dagli studi emerse anche il fatto che gli zombie non riescono a teletrasportarsi, ed è per questo che partì la sperimentazione animale, per trovare una specie in grado di oltrepassare la barriera spaziale, attraverso il teletrasporto, e quindi di potersi spostare in diversi luoghi a distanze notevoli in pochissimo tempo. Da questi esperimenti eseguiti dal Dr. Max (e da Edward il suo assistente) dopo mesi di ricerca nacque il primo cane infernale. Infatti la sperimentazione animale aveva avuto parzialmente successo con Fluffy, il cane di Samantha, sua figlia. Il cane si teletrasportò ma poi sparì, non si ritrovò fino a che non ricomparve in una sfera di energia elettrica al centro della stanza dove era avvenuto l’esperimento, per poi scomparire nuovamente. La figlia si imbestialì con il padre e lo accusò di aver ucciso il suo cane. Durante una lite fra padre e figlia, Edward uscì dalla stanza degli esperimenti e vi rinchiuse Samantha e suo padre, che vennero poi uccisi dal cane infernale. Da Fluffy (che al momento della trasformazione era in cinta) nacquero i cani infernali, che sono i cani contro cui i personaggi si battono nelle varie mappe come, ad esempio, Kino Der Toten. Edward riesce a fuggire attraverso il teletrasporto.


Entra in scena il Dr. Richtofen, il quale, sembra essere proprio l’assistente di Maxis (Edward). Durante i suoi combattimenti con gli altri personaggi infatti, capita spesso di sentirgli dire: “The wunder waffe! Maxis would have loved to see this… ” ovvero “a Maxis sarebbe piaciuto vedere questo”. Infatti è anche grazie al Dr Richtofen se successivamente vennero create le scimmiette esplosive, la ray gun e tutte le altre armi estremamente efficaci contro gli zombie. Successivamente sembra apparire in Edward un’altra faccia, come se non avesse voluto realmente uccidere Maxis;  di fatto la morte di Samantha è stata una svista alla quale non è riuscito a rimediare visto che aveva provveduto a salvarla se non fosse che lei, nel rivedere il suo cane, gli corse incontro senza pensare che la sua nuova essenza non era più così benevola.

Dalla seconda trasmissione Maxis afferma contatta una certa Sofia, e le richiede una maggiore quantità di 115 per poter procedere con i suoi esperimenti. La mancanza dell’elemento 115, ha portato al sovraccarico della struttura Der Riese e alla successiva distruzione della zona.

Vai all’indice dei contenuti per Der Riese.
Vai all’indice dei contenuti per le mappe zombie di World at War.



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.