10 cose che (forse) non sai su Harry Potter e il Principe Mezzosangue

Di Andrea "Geo" Peroni
31 Marzo 2020

Anche questa sera, 31 marzo 2020, Italia 1 continua con la maratona dedicata ai film della serie di Harry Potter. Alle ore 21:20 toccherà a Harry Potter e il Principe Mezzosangue, il sesto capitolo tratto dall’omonimo libro di J.K. Rowling, e come da tradizione abbiamo deciso di portarvi una raccolta di curiosità sul film che forse potreste non conoscere!

SÌ, MA… IL PRINCIPE MEZZOSANGUE?

Una delle critiche maggiormente mosse al film, e a ragion veduta, è legata alla storyline del Principe Mezzosangue. L’intero sesto libro della serie ruota intorno a questa enigmatica figura, che torna continuamente durante la permanenza di Harry a Hogwarts e che si intreccia con la sua missione di “caccia ai ricordi” per conto di Silente. Nel film, molto di tutto questo è stato semplicemente tagliato, e l’intensa scena tra Harry e Piton nel quale quest’ultimo rivela essere il Principe in questione appare praticamente fuori contesto. In un’intervista successiva all’uscita del film, il regista David Yates fece mea culpa ammettendo che il Principe Mezzosangue avrebbe dovuto essere maggiormente al centro dell’attenzione.

SILENTE GAY

Dato che il libro Harry Potter e i Doni della Morte non era ancora stato pubblicato all’epoca della prima bozza di sceneggiatura de Il Principe Mezzosangue, ci fu un piccolo incidente di percorso. J.K. Rowling ebbe la possibilità di leggere la sceneggiatura in anticipo, notando che gli sceneggiatori avevano inserito una breve linea di dialogo nella quale Silente parlava di una sua vecchia fiamma, una donna di cui si era innamorato. L’autrice informò quindi subito gli sceneggiatori per modificare il tutto: come lei stessa confermò durante la promozione dell’ultimo libro della serie, Albus Silente era in realtà omosessuale, e l’unico uomo da lui mai amato era Gellert Grindelwald.

STOICA McGRANITT

Lode alla grande Maggie Smith, attrice che in tutti i film del franchise ha interpretato la professoressa Minerva McGranitt. Durante le riprese di Harry Potter e il Principe Mezzosangue, l’attrice aveva scoperto di avere un cancro al seno, e si sottopose a chemioterapia. Tuttavia, non volle mancare all’appuntamento, e prese comunque parte alla produzione del film: quando non era impegnata sul set, si dedicava alla salute. E con ottimi risultati: dopo una lunga cura, la leggendaria Maggie è riuscita a sconfiggere la malattia!

DA OSCAR

Le lamentele dietro a Harry Potter e il Principe Mezzosangue possono essere tantissime, ma su una cosa siamo tutti d’accordo: la fotografia di questo sesto film della serie è davvero particolare e degna di nota. David Yates, che voleva dare un tono visivamente cupo alla pellicola e ispirare le atmosfere, per sua stessa ammissione, ai quadri di Rembrandt, scelse Bruno Delbonnel come direttore della fotografia. La cosa, in realtà, non piacque particolarmente a Warner Bros., e i dirigenti pretesero alcuni cambiamenti. Yates e Delbonnel sistemarono dunque quello che potevano, ma il tocco dell’artista si fa ancora sentire, tanto che si tratta dell’unico film della serie ad essere stato candidato al Premio Oscar per la Miglior Fotografia (premio poi vinto da Avatar).

VOLDEMORT JR.

Hero Fiennes-Tiffin, il giovane attore che interpreta Tom Riddle all’interno dei ricordi dell’orfanotrofio di Silente, venne scelto dalla produzione per un semplicissimo motivo perché fisicamente molto somigliante alla versione giovanile di Ralph Fiennes, colui che interpreta Voldemort. E c’è anche un motivo, dietro a questa somiglianza: Hero è il nipote del leggendario Ralph!

LA TANA

Il film presenta numerosi tagli rispetto al libro, ma ha anche alcune sequenze completamente inedite. Una di queste è l’attacco alla Tana, la dimora dei Weasley, da parte dei Mangiamorte. David Yates e i produttori affermarono di aver voluto inserire questa scena per dare un po’ di azione alla prima parte del film, altrimenti molto lenta. Per giustificarla, gli sceneggiatori ricorsero ai rimandi della Rowling nel romanzo riguardo gli attacchi dei Mangiamorte che stavano continuando, dunque credevano che questo potesse essere un buon modo per mostrare gli effetti di questa guerra in continuo svolgimento.

NIENTE DURSLEY, DI NUOVO

Ancora una volta, i Dursley vennero tagliati dal film. Stavolta, però, i fan si arrabbiarono davvero molto, perché la sequenza iniziale del romanzo di Harry Potter e il Principe Mezzosangue aveva un enorme significato, con la visita di Silente a casa dei tutori di Harry e tutto ciò che ne conseguì. Al suo posto venne inserita una scena completamente inedita, quella della metropolitana, dove Harry trova anche il tempo di chiedere un appuntamento all’anonima cameriera. E bravo il nostro rubacuori. Peccato che per far posto a questa scena, si sia sacrificato un gran momento del libro…

ADDIO ARAGOG

Harry Potter e il Principe Mezzosangue segna anche l’addio a uno dei “villain” più famosi della saga, il ragno gigante Aragog. Lo abbiamo visto per la prima volta durante gli eventi de La Camera dei Segreti, quando Harry scoprì, attraverso il diario di Tom Riddle, che Aragog era una creatura magica liberata da Hagrid per impedire che venisse accusato degli omicidi causati invece dal Basilisco. Successivamente, Ron e Harry avranno un incontro non proprio piacevole con il ragno e la sua famiglia, ben poco amichevoli nei confronti dei giovani maghi.

Nel sesto film della serie, però, Aragog muore, e Hagrid decide di fare un piccolo funerale insieme a Harry e al professor Lumacorno. Per l’occasione, durante le riprese di questa scena, anche la troupe decise di girare con il lutto al braccio, quasi in segno di rispetto verso una delle creature più famose dell’universo magico della Rowling.

DA BELLATRIX A NARCISSA

L’attrice Helen McCrory (Peaky Blinders) era stata scelta ai tempi di Harry Potter e l’Ordine della Fenice per interpretare Bellatrix Lestrange. Proprio durante la produzione, però, la McCrory si ritrovò ad avere a che fare con una gravidanza, e quindi dovette abbandonare il ruolo che poi andò a Helena Bonham Carter. La produzione, che evidentemente voleva lavorare con lei, non ci pensò due volte prima di richialarma per le riprete de Il Principe Mezzosangue, dove l’attrice interpreta Narcissa Malfoy.

LAVANDA BROWN

È la terza volta che vediamo il personaggio di Lavanda Brown sul grande schermo, ma per la prima volta la ragazza diventa importante per la trama. Per questo, dopo aver già cambiato attrice (Kathleen McAuley in La Camera dei Segreti, Jennifer L. Smith in Il Prigioniero di Azkaban), la produzione decise di fare un nuovo casting per il ruolo di Lavanda Brown, che dopo una sessione infinita – e con migliaia di pretendenti – andò a Jessie Cave. L’attrice tornerà poi anche in Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento