Ben Affleck non sarà più Batman nel prossimo film sul Crociato di Gotham

Di Andrea "Geo" Peroni
31 Gennaio 2019

La notizia era nell’aria da parecchi mesi, specie dopo il grande flop di Justice League che alla fine del 2017 ha costretto Warner Bros. a rivedere i suoi piani sull’universo condiviso DC. Ben Affleck non interpreterà più Batman nel prossimo film sul Crociato di Gotham City, in arrivo nell’estate del 2021.

Dopo il successo al botteghino di Batman V Superman: Dawn of Justice, che nel 2016 introdusse Wonder Woman (Gal Gadot) e appunto Bruce Wayne nell’universo del Superman di Henry Cavill, Ben Affleck si mise al lavoro su The Batman, un film interpretato, scritto e diretto dal due volte Premio Oscar. Dopo mesi di lavorazione e di riscrittura, Affleck decise di abbandonare la regia prima e il ruolo di sceneggiatore poi. In realtà, per motivi che probabilmente non conosceremo mai (ma legati sia ai problemi di alcolismo di Affleck, sia alla riorganizzazione della DC Films), l’attore ha già posto la parola fine sulla sua avventura nei panni del pipistrello di Gotham.

Il film The Batman, passato nelle mani del regista Matt Reeves, uscirà nell’estate del 2021 come è stato annunciato nelle scorse ore, e sarà totalmente slegato dall’universo Worlds of DC. Il recasting, dunque, sarà d’obbligo, e ora inizierà certamente il totonomi su chi sarà, dopo Adam West, Michael Keaton, George Clooney, Christian Bale e appunto Affleck, il nuovo volto di uno dei supereroi più famosi di sempre. Per ammissione dello stesso Reeves, il suo film si concentrerà su una visione molto particolare di Batman, quella dell’investigatore, che i film, secondo lui, non hanno mai esplorato a dovere.

Per quanto riguarda il Batman di Affleck, che fa parte dell’universo condiviso (The Batman dovrebbe essere, a meno di ulteriori ribaltoni, un film completamente a parte), difficilmente lo rivedremo in azione. Mai dire mai, ma l’intenzione di Warner e DC Films sembra ormai essere quella di puntare su altri personaggi e su un’altra linea produttiva per quello che veniva chiamato DC Extended Universe.

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.