Le riprese di Borderlands sono concluse, Claptrap saluta i fan

Di Andrea "Geo" Peroni
23 Giugno 2021

È stato Claptrap, in qualche modo, a comunicare la fine delle riprese di Borderlands, adattamento cinematografico del noto franchise di Gearbox Software e 2K Games.

Il profilo ufficiale del film tratto dalla serie Borderlands ha infatti pubblicato una prima immagine del robot Claptrap, che nel film sarà doppiato da Jack Black, mentre tiene tra le mani un cartello con la tipica scritta “That’s a Wrap!”, che indica cioè la conclusione delle riprese.

Successivamente, anche Gearbox Software ha confermato la fine della fase di riprese di Borderlands, e questo significa che non dovrebbe passare molto tempo prima di avere un primo teaser del film. La pellicola, in ogni modo, non ha ancora una finestra di uscita al cinema.

Il cast del film di Eli Roth finora confermato comprende Cate Blanchett (Lilith), Jamie Lee Curtis (Patricia Tannis), Kevin Hart (Roland), Jack Black (Claptrap), Edgar Ramirez (Atlas), Janina Gavankar (Knoxx), Gina Gershon (Moxxi), Charles Babalola (Sir Hammerlock), Cheyenne Jackson (Jakobs), Bobby Lee (Larry), Ariana Greenblatt (Tiny Tina), Olivier Richters (Krom), Benjamin Byron Davis (Marcus), Steven Boyer (Scooter), Ryann Redmond (Ellie) e Florian Munteanu (Krieg).

Ecco la sinossi del film:

Nel film, Lilith (Blanchett), famigerata fuorilegge con un passato misterioso, torna con riluttanza sul suo pianeta natale Pandora per trovare la figlia scomparsa di Atlas (Ramirez). Lilith forma un’alleanza con una squadra inaspettata: Roland (Hart), un ex mercenario d’élite, ora in cerca di redenzione; Tiny Tina (Greenblatt), una selvaggia demolizionista pre-adolescente; Krieg (Munteanu), il protettore muscoloso di Tina; Tannis (Curtis), una scienziata con evidenti problemi di sanità mentale; e Claptrap (Black), un robot sempre saggio. Questi improbabili eroi devono combattere mostri alieni e pericolosi banditi per trovare e proteggere la ragazza scomparsa, che potrebbe detenere la chiave di un potere inimmaginabile. Il destino dell’universo potrebbe essere nelle loro mani, ma combatteranno per qualcosa di più: l’un l’altro.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento