[Recensione] The Falcon and the Winter Soldier 1×01

Di Andrea "Geo" Peroni
19 Marzo 2021

Dopo un 2020 avaro di novità, per non dire completamente privo, i Marvel Studios hanno iniziato alla grande il 2021, e dopo sole due settimane dalla conclusione di WandaVision è già tempo di pensare alla nuova serie TV per Disney+, The Falcon and the Winter Soldier.

Caratterizzata come sempre da un’impronta fortemente cinematografica, visto l’ingente budget messo a disposizione e la voglia di distinguersi dai tradizionali prodotti televisivi, la nuova serie originale Disney+ incentrata su Sam Wilson (Anthony Mackie) e James Barnes (Sebastian Stan) parte col piglio giusto nel pieno stile di un film del MCU. Perché l’intera The Falcon and the Winter Soldier, come hanno specificato Kevin Feige e la regista Kari Skogland, è pensata come se fosse un lungo film di 6 ore, e il primo episodio conferma quelle che fino a poche ore fa erano solo sensazioni.

Il nuovo ordine mondiale, titolo di questo primo episodio, funge da lungo prologo per gli eventi che accadranno nelle prossime settimane, e lo fa raccontandoci il mondo che Tony Stark e Steve Rogers hanno lasciato. Seppur in modi e in luoghi diversi, Sam e Bucky cercano di tornare alle proprie vite e di aggiustarle, chi per i danni del Blip, chi per le decine e decine di anni passati al servizio dell’Hydra con un lavaggio del cervello col quale ancora oggi deve fare i conti per ciò che ha portato.

Dopo una partenza col botto che ci mostra una bella scena d’azione con Falcon, l’episodio si adagia e si concede tanti minuti di riflessione e di introspezione per i due protagonisti, presentandoci inoltre alcuni nuovi personaggi che certamente torneranno nel prosieguo della serie. Sam ha una famiglia a cui badare, quella di sua sorella, mentre Bucky sta cercando di instaurare nuovi rapporti nonostante gli incubi del Soldato d’Inverno continuino a tormentarlo. Entrambi però, così come l’America intera, devono guardare in faccia alla realtà: il mondo che conoscevano è cambiato nei 5 anni dallo Snap al Blip, e l’assenza di Captain America è ora un macigno per tutti. Specialmente per Sam, a cui lo stesso Steve ha passato lo scudo ma che non riesce ad accettarne il peso.

In molti momenti, in ogni caso, si percepisce chiaramente l’influenza delle pellicole dei fratelli Russo, non solo per i temi ma anche per la costruzione dell’episodio che ci mostra la storia da più luoghi. The Falcon and the Winter Soldier è l’erede spirituale della saga di Captain America, in tutto e per tutto. L’appuntamento per la vera azione è rimandato, ma come inizio non possiamo che essere soddisfatti.



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento