Assassin’s Creed IV: Black Flag – Anteprima

Di Andy
7 Marzo 2013

Come ogni anno si presenta un nuovo Assassin’s Creed all’orizzonte. Anche se questa volta si è rivelata una sorpresa, poiché Ubisoft ha deciso di abbandonare dopo un solo titolo, la storia che vedeva come protagonista Connor cambiando protagonista. Infatti ha lasciato tutti un po’ sbalorditi l’annuncio del nuovo Assassin’s Creed IV: Black Flag, che ci porta in una nuova ambientazione ed epoca storica.

Il peggior flagello dei mari

Avete mai sognato un videogioco ambientato nell’avventuriero mondo dei pirati? Bhé, se è proprio questo ciò che stavate cercando, Ubisoft ha esaudito il vostro desiderio creando un nuovo Assassin’s Creed nel 18° secolo, epoca degli anni d’oro del mondo dei pirati.

Colui che domina questi mari, nonché protagonista del gioco è Edward Kenway (padre di Haytham, protagonista del prologo di Assassin’s Creed III, e nonno di Connor, protagonista di Assassin’s Creed III). Nel trailer d’annuncio, Edward viene definito dallo stesso Barbanera (pirata di un certo calibro, realmente esistito e presente nel gioco) un cane rognoso assetato di sangue, bottini, saccheggi e quant’altro, ma c’ho che caratterizza di più il nostro nuovo protagonista è il fatto di essere temuto come pirata. Barbanera, in particolare, lo ha denominato “il peggior flagello dei mari”, dopo averlo visto abbattere il ponte di un galeone spagnolo con estrema facilità, anche se l’impresa era tutt’altro che facile. Un’altra cosa interessante che ci rivela Barbanera, attraverso un discorso con dei marinai che vorrebbero arruolarsi nella ciurma del Capitano Kenway, è che quest’ultimo nasconde un temibile segreto, un segreto che nemmeno un pirata come lui ha intenzione di conoscere.

 

Riguardo al passato di Edward sappiamo che è stato un membro della Marina Inglese come Corsaro per poi ribellarsi e divenire un pirata fuorilegge, per i suoi affari e scopi. Nel corso del gioco diverrà un membro della Confraternita degli Assassini: gli sviluppatori hanno assicurato che Edward, pur essendo arrogante, presuntuoso e carismatico, avrà una maturazione progressiva, che lo porterà a pensare in modo più maturo sugli omicidi da lui commessi, mettendolo in condizioni di rivalutare la filosofia e il credo della Confraternita. Edward sarà il capitano della nave chiamata Jackdaw.

Ubisoft ha confermato che Edward incontrerà anche personaggi realmente esistiti, tra cui il sopracitato Barbanera poi Calico Jack, Charles Vane, Anne Bonny e Ben Hornigold.

Dal mare alla terra ferma

 Black Flag presenta oltre 50 location, dalle più piccole isole, dove troveremo incarichi minori rispetto alle missioni principali, alle tre città più importanti: Havana, Kingston e Nassau. Queste tre città sono tutte e tre caratterizzate da diversi elementi, poiché tutte e tre sono stato fondate da nazioni e in epoche diverse: Havana ricorda Firenze di Assassin’s Creed II, poiché in questa città è presente un’architettura dove l’estensione verticale va per la maggiore; a Kingston c’è una prevalenza di edifici bassi e vicoli stretti che ricordano Boston di Assassin’s Creed III, le piantagioni e i campi di tabacco faranno da contorno alla città; a Nassau invece, troveremo un gran numero di pirati (e del buon rum) dove potremo ascoltare fantastici racconti su tesori Aztechi maledetti, o assistere a scontri fra ubriachi. Gli ambienti marini non faranno solo da contorno nel gioco, ma occuperanno grande parte degli ambienti esplorabili.

 

Un Gameplay rinnovato

Assassin’s Creed IV: Black Flag non porta con se solamente una storia avvincente piena di pirati, come Barbanera e compagnia varia, ma anche un gameplay fluido come nei precedenti capitoli, ma con caratteristiche che differenziano Black Flag dagli altri Assassin’s Creed, analizziamo le nuove caratteristiche rivelate fino ad ora insieme:

  • Il Sistema di combattimento è stato migliorato e saremo noi a decidere che tipo di tattica utilizzare: se procedere silenziosamente utilizzando le classiche mosse della Confraternita, oppure combattere in uno scontro aperto utilizzando a pieno il suo arsenale.
  • Trovando delle risorse nel corso del gioco potremo migliorare la Jackdaw o il nostro arsenale.
  • Potremo arruolare nuovi membri all’interno della nostra ciurma, creando un equipaggio efficiente. I membri potranno morire durante gli scontri.
  • Non dovremo iniziare obbligatoriamente una missione che ci veda impegnati ad usare la nostra nave per navigare sulle acque dell’oceano. Infatti siamo liberi di andare in mare quando vogliamo, anche con nessuna missione in corso. Circa il 40% delle missioni riguarderà missioni in mare.
  • Mentre sarà sulla Jackdaw, Edward potrà utilizzare un binocolo, con cui potremo vedere se ci sono navi nemiche in lontananza, e decidere se ingaggiarle o staccarle senza iniziare un combattimento. Ogni nave potrà essere abbordata, al contrario di quanto visto in Assassin’s Creed III; quando abborderemo, potremo decidere se inviare solamente la nostra ciurma oppure se unirci anche noi alla battagli. Da quanto detto fin’ora, possiamo dire che il Sistema di combattimento delle battaglie in mare è stato migliorato, lasciandoci liberi di decidere come agire.
  • Le navi nemiche si divideranno in 5 categorie (dalle più deboli e veloci, a quelle più lente e corazzate).
  • Durante le battaglie in mare, se ci troveremo all’interno di una condizione climatica particolare (come ad esempio una tempesta) potremo cogliere impreparati i nostri nemici, sfruttando l’elemento sorpresa.
  • Edward sarà in grado di nuotare nei fondali marini, dove potremo trovare relitti di navi e al loro interno potremo trovare piacevoli sorprese.
  • Sono state aggiunte attività come la caccia alle balene o il combattimento contro agli squali.
  • Sono state rimosse le Barriere create dall’Animus che impedivano il passaggio in determinate zone, durante un determinato ricordo.
In conclusione

Sebbene Assassin’s Creed IV: Black Flag possa sembrare un titolo troppo scontato e con nessuna novità, possiamo certamente affermare il contrario, poiché Ubisoft si è rivelata capace di saper sfruttare l’ambientazione di questo nuovo titolo e l’eredità lasciata del terzo capitolo della serie. Tirare le somme adesso è un po’ prematuro e non vorremmo trarre giudizi affrettati, anche se possiamo dire che per ora Ubisoft stia navigando a gonfie vele! Vedremo nei prossimi mesi di cosa sarà effettivamente capace di tirare fuori questo quarto capitolo della serie.

Ricordiamo inoltre, che Assassin’s Creed IV: Black Flag uscirà su PC, XBOX 360, WII U, PS3 e PS4 il 31 ottobre 2013; su quest’ultime due console ci saranno 60 minuti di gameplay esclusivo. Solamente su PS4 ci saranno caratteristiche uniche grazie al nuovo Dualshock 4 e anche la potenza del motore grafico e del motore fisico sarà potenziata notevolmente.

 

Indice



Adoro particolarmente il mondo dei videogiochi, quello del cinema e le loro infinite sfaccettature. Sono un tipo a cui piace curiosare e dedico parte del mio tempo libero a leggere fumetti e libri, o con il pad alla mano! "Se vinci non dire niente, se perdi di' ancora meno"