Battlefield 4 – Il team di sviluppo parla del multiplayer: Field Upgrades e Levolution

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
10 Agosto 2013

Sul blog ufficiale di Battlefield è appena stata inaugurata una nuova serie chiamata “The Road to Battlefield 4”, che esplorerà in dettaglio gli aspetti di Battlefield 4 assieme agli sviluppatori di DICE. Come prima analisi vengono presi in considerazione i nuovi elementi della modalità multigiocatore online.

Uno dei veterani della casa svedese Thomas “Tompen” Andersson, colui che è al comando del team di sviluppo della modalità multiplayer, ha già le idee chiare su cosa vuole offrire agli utenti, infatti afferma che: ” Il multigiocatore di Battlefield 3 è incredibile, ma non vedo l’ora di sapere cosa ne pensano i fan di Battlefield 4 ed una delle cose in cui brilla è senza dubbio il gioco di squadra. Vogliamo promuovere il gioco di squadra con la creazione di grandi meccaniche di gioco come ad esempio aggiornamenti sul campo di battaglia, modalità Commander, e una nuova gamma di gadget studiati appositamente per ampliare la cooperazione nel campo”.

Classi ed Upgrade sul campo

Le quattro classi giocabili di Battlefield 3 torneranno anche in Battlefield 4: Ingegnere, Ricognitore, Supporto ed Assalto. Pur mantenendo intatta l’impostazione di base delle classi, gli sviluppatori stanno aumentando la possibilità per i giocatori di specializzarsi con più decisione nel loro ruolo di combattimento, aumentando la flessibilità e l’interazione per gli stili di gioco differenti. E’ stato inserito inserito un nuovo concetto chiamato Field Upgrades, in breve, questi aggiornamenti sul campo sono bonus concatenati che possono influenzare una serie di meccaniche di gioco per il proprio giocatore. Ad esempio fornire una maggiore velocità sprint, un potenziamento dell’armatura personale, o una capacità di munizioni più grande.

L’idea alla base degli Upgrade sul campo è quella di dare singole ricompense sulla base di prestazioni date dal gioco di squadra. Il giocatore li guadagnerà attraverso punteggi di squadra con la guarigione dei compagni, completando obiettivi con gli altri membri, rifornimento, riparazioni, altre azioni riguardanti sempre il nostro team. Invece di una singola specializzazione come in Battlefield 3, è possibile scegliere tra diversi percorsi di upgrade, ognuno contenente quattro specializzazioni. Mantenendo viva la squadra si passerà all’aggiornamento cumulativo successivo, invece se tutti i componenti verranno eliminati si perderanno alcuni dei nostri progressi.

Levolution: un cambiamento imprevedibile

Levolution è un concetto di design globale che incorpora un sacco di funzioni, grandi e piccole. Probabilmente avete già visto che cosa può fare agli edifici e gli ambienti, ma include anche funzioni come il cambio delle condizioni atmosferiche che influenzeranno la visibilità, antifurti e metal detector che avviseranno i giocatori della presenza nemica, o la capacità di lasciare un edificio completamente al buio per eliminare i nemici usando i visori IRNV. Al di la della bella grafica, la cosa eccitante di Levolution è come influenza il gameplay modellando dinamicamente ogni partita sia in modo positivo e sia negativo per le sorti della battaglia, come visto infatti all’E3 con la mappa “Assedio di Shangai” permetterà al giocatore di distruggere completamente un grattacielo per ostacolare i nemici e colpirne le difese, spontandone il punto di raccolta, che prima era sul tetto, a terra. Ma facendo ciò cadranno dei detriti anche sui nostri compagni di squadra rischiando di ucciderli e si alzerà una massiccia nuvola di polvere che ostacolerà la visuale ed il raggiungimento dell’obbiettivo. Se prima la battaglia era impostata con un combattimento dalla distanza con i cecchini, ora si sposterà in una zona ristretta con la fanteria di terra che ne decreterà le sorti.

Gli sviluppatori ci racconteranno in seguito e in maniera più approfondita il processo di progettazione di Levolution. Infatti la loro volontà è di ricreare un mondo aperto per la modalità multiplayer, un dinamico e complesso “sandbox” in cui si decide cosa si vuole fare all’interno di esso.

Inoltre è annunciato che il Battlescreen, che dà accesso a molti contenuti come mappe e statistiche, potrà essere usato solo su Xbox One, PlayStation 4 e Pc. La ragione principale è la struttura web-based di Battlelog, che dà molte implicazioni, soprattutto negli update, che possono essere applicati quasi istantaneamente e quindi serve un’architettura di base simil-computer, cosa che le console attuali, Ps3 e Xbox 360, non hanno. In aggiunta visto che molti utenti PS3 e Xbox 360 hanno smesso di utilizzare Battlelog perché hanno scordato le password di Origin, il Battlelog su PS4 e Xbox One utilizzerà i codici QR e non il classico log-in.

Battlefield 4 gioco sviluppato da DICE e pubblicato da Electronics Arts uscirà il prossimo 29 ottobre per Ps3, Ps4, Xbox 360, Xbox One e Pc.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.