[E3 2019] Recap completo della conferenza Square-Enix

Di Andrea "Geo" Peroni
11 Giugno 2019

Non si è trattato di uno scarno “direct” come quello dello scorso anno, che lasciò più di uno scontento anche tra coloro che ci seguirono in diretta streaming. Questa volta Square-Enix, complice la presenza di alcuni grandissimi attesi, ha fatto le cose più in grande, con una vera e propria conferenza nella quale sono intervenute personalità di spicco della compagnia. Come Tetsuya Nomura, da poco tornato alla ribalta con Kingdom Hearts III e impegnato al momento su uno dei videogiochi più attesi di sempre, il remake forse più desiderato tra tutti. Sapete già a cosa ci riferiamo…

Si è trattato di una conferenza tutto sommato piacevole da seguire, nella quale Square-Enix ha voluto illustrare la sua line-up come una evocativa galleria di quadri inizialmente ricoperti dal fumo che via via si è diradato lasciando vedere la vera e propria tela. Il primo dipinto che abbiamo avuto l’onore di osservare è stato, come era facilmente prevedibile, quello di Final Fantasy VII Remake. Ci siamo, ragazzi, è lì, ed è tutto vero. La data di uscita era già stata annunciata nella mattinata di lunedì, ma dalla conferenza Square-Enix a questo E3 2019 abbiamo avuto un lungo gameplay con tutti i protagonisti giocabili e anche alcune informazioni extra. Quelle più degne di nota riguardano la natura del progetto stesso: questo Final Fantasy VII Remake è solamente il primo di una serie di episodi, e sarà ambientato a Midgar. Il gioco sarà pubblicato su ben due Blu-Ray (secondo caso in assoluto dopo Red Dead Redemption 2), e tutto lascia presagire che Nomura abbia deciso di dividere l’opera originale in una trilogia. Cosa ne pensate?

Da qui in poi, la conferenza Square-Enix vive di alti e bassi, tra qualche reveal interessante e spot di giochi già disponibili come Life is Strange 2 che, a dire il vero, non abbiamo compreso. D’accordo sul ricordare il vasto parco titoli del colosso nipponico, ma proposto ad una conferenza come questa, con un orario ad esempio improponibile per il pubblico europeo, questa scelta ha fatto calare vistosamente il livello di attenzione e interesse.

Gli annunci più importanti sono legati a Dragon Quest XI S Definitive Edition, la versione Switch dell’ottimo JRPG che sarà giocabile anche in formato 16 bit; il ritorno di Last Remnant, da ora già disponibile sempre su Switch; il trailer di lancio di Final Fantasy XIV: Shadowbringers, per l’MMO che continua ad avere una solidissima fanbase nonostante siano passati diversi anni dalla release (trovate il trailer poco più sotto); infine il corposo gameplay trailer di Dragon Quest Builders 2, lo spin-off sandbox che sarà lanciato tra circa un mese su PS4.

Tutto il resto, a parte gli ultimi 15 minuti circa, è stato dedicato ad annunci minori, riproposizioni di prodotti già lanciati o titoli che risultano essere fortemente di nicchia al giorno d’oggi. Romancing Saga 3 e Saga Scarlet Grace: Ambitions arriveranno per la prima volta in Occidente, Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered Edition arriverà in inverno anche su mobile, ed è stato dedicato anche un certo spazio a War of the Visions: Final Fantasy Brave Exvius, tutt’altro che memorabile.

Sul finire arrivano i veri botti. Techland mostra finalmente in azione Dying Light 2 con il primo gameplay trailer, dopo che alla conferenza Microsoft del giorno prima si era limitata ad un nuovo filmato cinematico senza sostanza. Il gioco arriverà nella primavera del 2020, ma ancora non abbiamo una data di uscita certa. Annuncio ufficiale poi per due titoli molto interessanti. Il primo è Oninaki, un JRPG action potenzialmente molto interessante sviluppato da  Tokyo RPG Factory e che sarà rilasciato in agosto. Ha la nostra attenzione, così come Outriders, uno sparatutto fantascientifico cooperativo di People Can Fly che rischia seriamente di monopolizzare l’estate del 2020 se le promesse saranno mantenute. Square-Enix ha dimostrato lungo la conferenza di credere moltissimo nel progetto, eppure non abbiamo visto neanche uno scorcio di gameplay. Basterà per conquistare il pubblico?

Piccola sorpresa prima dell’ultimo annuncio, rovinata dai leak delle scorse ore: Final Fantasy VIII Remastered, in occasione del 20° anniversario del gioco. Sarà lanciato entro la fine dell’anno, e riproporrà in versione restaurata uno dei più immortali classici della storia dei videogiochi. I più maliziosi, tra cui il sottoscritto, ci vedono un’operazione di nostalgia per tastare il pubblico in vista, chissà, di un altro remake…

Chiusura di conferenza con un altro dei videogiochi più attesi di questo E3 2019, Marvel’s Avengers. C’è stato un primo scorcio di gameplay, c’è stata la rivelazione della natura single player ma anche cooperativa del gioco, del quale però non sappiamo ancora molti dettagli. Sappiamo però che il gioco sarà lanciato il 15 maggio 2020 su PS4, Xbox One, PC e Stadia, e che ci sarà anche una versione beta che arriverà prima su console Sony. Vogliamo saperne assolutamente di più, la presentazione ci ha convinti ma non fino in fondo. Certo è che la prospettiva di impersonare uno tra Iron Man, Captain America, Hulk, Thor e Vedova Nera è davvero inebriante…



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.