[Guida] Final Fantasy VII Remake – Come sconfiggere il Vigilante Scorpio

Di Andrea "Geo" Peroni
6 Aprile 2020

Il Vigilante Scorpio è il primo boss di Final Fantasy VII Remake. Lo incontriamo durante la prima missione del gioco, nelle profondità del reattore che Cloud, Barret e il resto della squadra Avalanche stanno pianificando di far esplodere per sabotare la Shinra. Ecco una rapida guida con qualche consiglio su come sconfiggere il Vigilante Scorpio.

La battaglia si compone di 4 fasi, ed ecco spiegato nel dettaglio cosa accadrà in ogni fase e come procedere al meglio.

Fase 1

Il Vigilante Scorpio resterà a terra, e in questa prima fase c’è ben poco da fare se non attaccarlo direttamente. Il personaggio migliore da utilizzare in questo frangente è sicuramente Cloud, che può facilmente scivolare alle spalle del boss per colpirlo da dietro. Utilizzate quando possibile anche le varie abilità di Cloud, per cercare di mandarlo in tensione sin da subito. È un’impresa non semplice, ma neanche impossibile. Prestate anche particolarmente attezione a Barret e alla sua barra ATB: quando questa è carica, seguite anche i suggerimenti di Cloud a schermo, che dirà al compagno di utilizzare Fulgor sul Vigilante. Fatelo, perché si tratta della magia più utile in questo caso.

Uno dei movimenti più frequenti del Vigilante sarà un attacco dall’alto: il boss salterà e si catapulterà su uno dei personaggi, con maggior probabilità quello che state utilizzando in quel momento. Quando il boss salta, utilizzate ovviamente la schivata e allontanatevi il più possibile dalla zona in cui vi trovate, in modo tale da ridurre le probabilità di essere colpiti.

Il Vigilante potrebbe poi riuscire a imprigionare Cloud: in quel momento, dovrete essere veloci nel prendere il comando di Barret e colpire verso il boss, avrete qualche possibilità di impedire che venga fatto male al vostro compagno.

Fase 2

Dopo aver perso un po’ di vita, il Vigilante Scorpio svilupperà una barriera protettiva, ma non solo: inizierà a muoversi molto più frequentemente, e a posizionarsi inoltre sulle pareti in verticale e lontano da voi, per poi attaccare con missili esplosivi. In questa fase è quasi d’obbligo utilizzare Barret per gli attacchi a distanza, ma non solo: tramite la gatling, continuate a colpire la barriera protettiva del boss, anche quando questo è lontano – e ricordatevi ovviamente di schivare i missili il più possibile; quando è disponibile, inoltre, dovrete concentrare il fuoco sul nucleo protettivo, e quando parlo di fuoco parlo ovviamente della magia Fulgor. Mantenete il più possibile la barra ATB di Barret e utilizzatela solamente per Fulgor, la magia più utile anche in questo caso.

Fase 3

Si tratta della fase di più elevata pericolosità. Il Vigilante, visibilmente arrabbiato, lancerà un attacco missilistico verso il soffitto della struttura, facendo cadere alcuni rottami, e si preparerà poi a lanciare un potente colpo con il laser caudale. Se vi centra, vi farà molto, molto male. Ma per evitarlo, per fortuna, occorre ben poco: posizionandovi dietro ad uno dei rottami appena crollati dal soffitto, resterete al sicuro dal laser, e quando questo avrà colpito sarete liberi di uscire allo scoperto e riprendere il normale attacco.

In questa fase, inoltre, il Vigilante svilupperà un attacco elettrico intorno a sé e che viene attivato pochi secondi dopo l’apparizione di una sorta di area blu circostante al suo corpo. Se state utilizzando Cloud, che è a nostro avviso la scelta migliore – non dimenticatevi però mai del Fulgor di Barret – consigliamo estrema cautela, e soprattutto di non restare mai per troppo tempo vicino al Vigilante. Nel momento in cui vedrete che il boss si prepara a lanciare l’attacco elettrico, utilizzate subito la schivata e allontanatevi da lui finché l’effetto non sarà passato.

Fase 4

Fase abbastanza semplice: il Vigilante è messo alle corde, e sta facendo di tutto per ripararsi da solo. L’obiettivo è quello di distruggerlo definitivamente, ma per farlo dovrete colpire prima di tutto uno dei suoi arti frontali. Utilizzate Cloud e non preoccupatevi eccessivamente di evitare gli attacchi, perché non subirete molti danni: al contrario, attaccate il più velocemente possibile, usando magari anche il sempreverde Fulgor di Barret, e presto distruggerete uno degli arti del Vigilante. Fatto questo, colpite il corpo centrale, dopodiché ripetete il procedimento per il secondo arto quando il boss tornerà in posizione.

 

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento