Super Mario 3D Land (Nintendo 3Ds)

Di Andrea White Mezzelani
26 Settembre 2012

Recensione di SUPER MARIO 3D LAND su Nintendo 3DS (2011). Si impersonerà Mario in 3D ma in un gioco che conserva tutte le caratteristiche del platform 2D. Un gioco che anche se un po’ vecchiotto mantiene sempre un suo fascino per gli amanti del genere.

Di certo a tutti sarà capitato di giocare a un qualsivoglia gioco di Mario della serie classica; vi sarete di certo divertiti e lasciati trasportare dalla frenesia dei livelli più difficili e articolati. Avrete però pensato tutti che il fatto di muoversi solo da sinistra a destra o viceversa sia un limite piuttosto importante. Ebbene in Super Mario 3D Land il vostro nintendo 3Ds sarà finalmente in grado di esaudire le vostre preghiere! Si avrà infatti, la piena libertà di movimento anche in profondità e potrete sfruttare al massimo l’agilità di Mario e del suo fratello Luigi. Tuttavia l’effetto 3D stereoscopicoin questo gioco a scorrimento veloce infastidisce un po’ gli occhi, pertanto è consigliato l’uso solo in quei rari momenti che serve per individuare la corretta individuazione delle piattaforme. Il gioco si adatta a tutti i tipi di giocatori. Se infatti si muore troppe volte nel medesimo livello senza uscire e rientrare, compariranno  – nel punto di respawn – dapprima la foglia tanuku lucente che vi fornisce una invulnerabilità infinita e poi la possibilità di allungare di molto i salti, la possibilità di colpire con la coda e se si continua a morire otterrete un paio di ali che consentono di raggiungere la fine del livello indisturbati. Ecco quindi che il gioco si adatta anche ai più piccoli ed ai giocatori meno esperti.

Novità rispetto ai precedenti capitoli/giochi

Oltre alle ali e alla foglia tanuku lucente che si ottengono solo morendo ripetutamente ci sono altri poteri/abilità che sono stati introdotti nel corso dei livelli.

  • La foglia tanuku normale: come quella lucente ma non ti da l’invulnerabilità infinita
  • Il fiore boomerang: ti concede di lanciare un grosso boomerang che uccide i nemici e prende per te le monete, incluse quelle stellate
  • Il cubo elica: consente di prendere quota e di atterrare dolcemente.
  • Il cubo moneta: mentre ti muovi rilascia monete.

Poteri classici (presenti anche negli altri giochi)

  • Superfungo: trasforma Mario in super Mario, non morirà subendo un colpo e potrà rompere i blocchi con una testata o schiacciata
  • Fiore fuoco: trasforma Mario in Mario fuoco, così che possa lanciare palle di fuoco sui nemici premendo il tasto corsa.
  • La stella: invulnerabilità per pochi secondi accompagnata da velocità e salti aumentati con gradevole canzoncina

Altri poteri; In questa categoria figurano solo il fungo 1-up e il fungo velenoso. Il primo concede a Mario una vita in più e l’altro danneggia Mario come se fosse stato toccato da un nemico (inseguendolo al contrario degli altri funghi).

Azioni possibili impersonando Mario

Mario può correre e saltare (3 differenti tipi di salti). Tutte le altre attività derivano dai poteri sopra descritti. A loro volta i tre tipi di salto si dividono in salto lungo, salto alto e salto classico. Inoltre correndo senza fermarsi e saltando più volte Mario farà un salto triplo, che copre una distanza maggiore di quello in lungo. Necessario aggiungere per chi non lo sapesse che la stragrande parte dei nemici può essere eliminata saltandoci sulla testa.

Nemici (ne esistono molti tipi) più frequenti

– I goomba sono dei piccoli esseri dotati di nessuna abilità speciale a parte la loro incredibile idiozia che li spinge a seguirvi sempre se vi vedono. Basta un salto in testa per eliminarli. Sono presenti anche in versione gigante, in versione alata e con coda.
– I koopa sono delle tartarughe bipedi dal comportamento pacato. Nel loro caso un colpo sulla testa le richiuderà nel guscio e voi sarete liberi di calciarlo per uccidere altri nemici, ma se vi colpirà di rimbalzo vi ferirà come il tocco di un nemico.
– I martel koopa sono una variante più aggressiva dei koopa. Per loro il colpo in testa sarà letale ma vi daranno filo da torcere tirandovi infiniti martelli e saltando all’indietro. Esiste anche la versione armata di boomerang invece dei martelli.
– I twomp sono dei giganti massi levitanti e animati che si schiantano a terra e poi si rialzano ripetutamente. Devono il loro nome al suono onomatopeico del loro schianto a terra. Sono immortali ma sfruttabili per raggiungere alcuni posti grazie ad un quarto tipo di salto, il salto a parete che serve a rimbalzare tra due pareti salendole rapidamente. Se non vi farete schiacciare saranno utili. C’è poi la versione con i “piedi” che non vi potrà schiacciare ma vi ostacolerà facendo un movimento speculare a quello di Mario.
– Kamek è una strega dotata di bastone e scopa magici che userà per fluttuare a bassa quota e lanciarvi sfere magiche. Se non vi avvicinerete rapidamente per saltargli in testa, si teletrasporterà.
– I koopistrici appaiono in pochissimi livelli ma in li troverete in gran numero. Sono piccoli quadrupedi con un guscio rosso dotato di aculei. Evitarli è la scelta migliore ma volendo ucciderli bisogna usare la stella o un fiore fuoco o boomerang o la coda della foglia tanaku.
– Le piante piranha sono fiori interrati che possono muovere solo il loro baccello dotato di bocca. Esiste l’alternativa nera che sputa inchiostro e interferisce con la visione.

I Boss (nel corso dell’avventura vi imbattere spesso in questi tre boss)

Bowser è il re dei koopa che rapisce puntualmente Peach in ogni gioco e anche qui vi dovrete adoperare per salvarla. Lo trovi una volta in ogni mondo, ma solo nell’ottavo è veramente lui. Negli altri è solo un goomba travestito che ti prende in giro. Toglietelo di mezzo facendolo cadere nel magma. Dopo il ponte, quando sarete contro il vero Bowser non illudetevi, dovrete gettarvi in una folle corsa contro di lui ma sarete continuamente presi di mira dal suo pirolancio (palle di fuoco). Dopo la conclusione della storia principale tornerà più cattivo che mai come Skelebowser.
Gli altri due boss li trovate soli o in coppia a seconda del livello. Sono a metà tra un koopa normale e bowser. Il maschio è pelato e vi attaccherà trottolando e avvicinandosi minacciosamente a Mario con il guscio. La femmina lancia dei boomerang e vi potrebbe schiaccaire con il guscio. Per entrambi sarà necessario saltargli sulla testa tre volte o colpirli con tre codate per andare avanti.

Scopo del gioco

Bowser rapisce Peach (la principessa), Mario supera otto mondi per salvarla e ci riesce. Così facendo Mario sblocca altri otto mondi nascosti e nel primo salva Luigi con il quale si intervallerà a scelta del giocatore, poi Bowser rapisce ancora Peach ma stavolta la salva Luigi.

Compiti secondari

Esiste un livello bonus piuttosto difficile da affrontare. Prima di potersi cimentare in questo livello extra bisogna raccogliere 3 monete di grosse dimensioni con una stella che trovi in ogni livello. Ottenendo tutte quelle del gioco e dopo aver completato tutti i livelli sia con Mario che con Luigi potrete godervi a questo livello extra. In questo livello, ambientato nello spazio profondo ci sono minuscole superfici di appoggio e immensi vuoti totali. Verso la fine si raggiunge un punto con una superficie d’appoggio più estesa ma dove ci saranno innumerevoli ostacoli. Nel contempo avrete alle calcagna un’ ombra del personaggio che impersonate con lo scopo di uccidervi. Per completare questo livello bonus servirà tempo, destrezza, calma e fortuna. Questo articolo è stato realizzato da UAGNA_charizard per gli appassionati di SuperMario 3D Land.
Articolo creato da UAGNA_charizard per uagna.it



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.