Bloodborne – Anteprima

Di Marco "Bounty" Di Prospero
4 Marzo 2015

In questo articolo, vogliamo parlare di Bloodborne, gioco di ruolo sviluppato da From Software e pubblicato da Sony Computer Entertainment. Partiamo con la data di uscita del titolo che sarà il 25 marzo 2015 in esclusiva per Playstation 4.

Iniziamo questa anteprima, parlando dell’ambientazione del gioco. Ci troveremo nella città di Yharnam, costretti a combattere contro mostri inimmaginabili circondati da un’oscurità quasi opprimente, ma di sicuro effetto. Sembra che l’ispirazione per la creazione dei livelli sia arrivata dai paesi dell’est Europa di fine ‘800, in particolar modo dalle regioni della Romania e della Repubblica Ceca. Rimanendo sul tema grafico, dopo lo spettacolo di The Order: 1886, anche Bloodborne sarà piacevole da giocare grazie ai giochi di luce, ai riflessi e soprattutto alla profondità visiva ottenuta grazie al motore di Playstation 4. Il tutto girerà a 1080p e 30 frame al secondo. Passando ai combattimenti, è stato dichiarato che saranno decisamente più dinamici rispetto a quanto avveniva nei precedenti Dark e Demon Souls, in quanto il personaggio non dovrà più farsi schiacciare dai nemici per poi controbattere, ma dovrà prendere l’iniziativa e sopraffare tutto e tutti.

Inoltre, a conferma di quanto detto, nella mano secondaria troveremo delle armi da fuoco con cui sbloccare le diverse fasi dei combattimenti. In ogni caso queste armi, non prenderanno il sopravvento sul gioco in quanto saranno sì utili nelle combo, ma non così decisive se utilizzate da sole. Infine, come premio per la nostra caparbietà e prontezza, verrà anche ripristinata una piccola quantità di energia vitale se contrattaccheremo subito dopo aver subito un danno. D’accordo, vi devo una correzione. In realtà è stato da poco rivelato che ci saranno gli scudi ma che questi, non assicureranno una difesa completa e che, secondo gli sviluppatori, se rimarremo sempre lontani e in difesa, moriremo molto presto. Parlando di armi e oggetti, l’esplorazione permetterà sia di ottenere nuove armi, sia di combinare tra loro diversi item per ottenere oggetti ancora più devastanti.

Acquista Bloodborne in offerta su Amazon online qui.

mostribloodborne

Inoltre, ogni arma avrà due modalità di utilizzo, che saranno intercambiabili anche all’interno di una combo. Ciò tornerà utile durante il gioco, in quanto ci saranno sicuramente sezioni contenenti nemici singoli, ma, nella maggior parte dei casi, si verrà circondati da più avversari, a volte anche armati di scudo. Infine gli sviluppatori hanno messo l’accento anche sui segreti delle varie armi. Per fare un esempio, si è parlato di attacchi unici e molto potenti utilizzabili soltanto durante la trasformazione di un’arma. Ovviamente ciò non è facile da comprendere immediatamente e quindi andrà a costituire una parte importante del gameplay e dello sviluppo del personaggio. Spendendo ancora due parole sugli oggetti, l’equipaggiamento passivo avrà un ruolo secondario. Quindi le varie corazze e simili incideranno, ma in maniera inferiore. Ciò su cui è stato posto l’accento sono le personalizzazione a livello di abilità e sulle stesse armi. Quindi viene rimarcato ancora una volta la necessità di essere attivi per fare danno e non passivi per contrattaccare. Per quanto riguarda il personaggio, ritornerà la possibilità di creare personaggi maschili o femminili, in modo da non fare un torto a nessuno. Ovviamente si potrà anche personalizzare il viso, il fisico e così via. Parlare di classi però non sarà più possibile in quanto avremo quattro diversi personaggi, ma si caratterizzeranno per le loro armi e non per oggetti o abilità in particolari. Giusto per nominarle, la prima avrà una specie di falce, la seconda un’ascia, la terza un martello e la quarta una lama. Possiamo definire Bloodborne come un vecchio nuovo in quanto, parole degli sviluppatori, il budget maggiore ha consentito di ampliare l’esperienza di gioco e porre una maggiore attenzione ai dettagli grafici e di gioco ma, nonostante ciò, il titolo non abbandonerà il concetto di sfida, talvolta anche punitiva, con cui è sempre stato etichettato. Inoltre, alla domanda se Bloodborne assomigliasse di più a Dark Souls o a Demon Souls, è stato detto che ci sarà un Hub centrale simile a Demon Souls ma che tutto sarà collegato tramite strade e passaggi segreti come in Dark Souls. Sui nemici c’è poco da dire in realtà, in quanto Bloodborne seguirà i precedenti con una grande varietà che richiederà quindi uno studio attento di ogni nemici, in quanto ognuno di loro potrà essere letale se si abbasserà la guardia.

sistemaregain_bloodborne

Ovviamente non mancherà una trama generale che abbraccerà tutti gli scenari del gioco, che è già stata introdotta dagli stessi sviluppatori. In poche parole, la presenza massiccia di nemici all’interno del gioco è dovuta a un’epidemia che sta lentamente trasformando le persone in bestie. Il protagonista non rientra nei classici canoni di eroe in quando lui stesso è una di queste bestia, mosso però da motivazioni ignote per ora, se non dall’etichetta di cacciatore di bestie. Parlando dei tempi di sviluppo, il lavoro è iniziato al termine di quelli per il DLC di Dark Souls, quindi parliamo di circa due anni e mezzo fa. Infine, ritornerà anche il comparto online con cui sarà possibile condividere l’esperienza di gioco con i nostri amici. Non è stato rivelato molto altro, lasciando quindi ipotizzare la presenza del cooperativo ma non del PvP. Come sempre non potevano mancare le edizioni speciali. Innanzitutto abbiamo la Collector’s edition a 84,99 euro contenente il gioco, la steelbook, un art book e la colonna sonora digitale. La Nightmare Edition invece verrà 119,99 € e conterrà il gioco, la steelbook, l’art book con concept esclusivi, la colonna sonora digitale, un block note in stile gotico, penna e calamaio, una piccola campanella e il top hat messenger skin da utilizzare in game. Inoltre per chi preordinerà il gioco otterrà il bandages messenger con cui mandare messaggi agli altri giocatori in game, il Fedora messenger e il Saw Cleaver steelbook skin con un artwork speciale di From Software. Infine si è anche parlato di un’arma, detta Spadone della Chiesa, che sarà possibile ottenere con la Limited Edition del gioco. Ovviamente sarà presente anche un bundle di PS4 contenente il titolo, il tutto a 439,99€.

Infine, come ultima curiosità, possiamo analizzare l’epidemia presente nel gioco. Quest’ultima si chiama Piaga della Bestia e finalmente va a spiegare come mai, prima di svelare Bloodborne, il titolo veniva identificato come Project Beast.

Questo dunque, tutto quello che dovete sapere su Bloodborne. Restate su Uagna per leggere nuove anteprime, guide, news e molto altro ancora.

Articolo scritto in collaborazione con Cloudark.



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.