In rete spuntano tante informazioni sul sequel cancellato di Batman: Arkham Knight

Di Andrea "Geo" Peroni
18 Agosto 2019

Alcuni giorni fa, sono comparsi in rete alcuni concept di un presunto sequel di Batman: Arkham Knight, l’apprezzatissimo videogioco del 2015 sviluppato da Rocksteady Studios. Gioco che però, sfortunatamente, è stato cancellato da tempo.

Quest’oggi Dualshocker ha riportato una nuova valanga di leak sul titolo, che svelano informazioni su personaggi, ambientazione e storia di questo videogioco in sviluppo presso WB Montreal, già creatori per la serie sull’Uomo Pipistrello del prequel Batman: Arkham Origins. Fra i dettagli emersi, si è scoperto che gli sviluppatori di WB Montreal sono stati al lavoro per un po’ anche su altri due videogiochi, uno incentrato su Suicide Squad e uno dedicato a Superman. Insomma, i rumor che sono circolati in rete negli ultimi anni si sono rivelati infine esatti, ma nessuno di questi videogiochi vedrà mai la luce.

Nel sequel cancellato di Arkham Knight, i giocatori avrebbero preso il controllo di Damian Wayne, figlio di Bruce Wayne e Talia al Ghul, che avrebbe preso l’eredità del padre come nuovo Batman in una Gotham City sempre più decrepita. Il suo mezzo di locomozione sarebbe stata però la Batbike, a differenza della Batmobile del padre. Gli sviluppatori hanno inoltre svelato che da un’altra produzione di Warner Bros., il franchise della Terra di Mezzo del Signore degli Anelli, avrebbero implementato un sistema Nemesis studiato ad hoc per la serie.

Il leak include anche alcuni dettagli sui villain. Damian Wayne, nella sua avventura a Gotham City, avrebbe dovuto vedersela con Gorilla Grodd, una versione femminile di Black Mask, e la vecchia conoscenza Harvey Dent, anche conosciuto come Due Facce.

WB Montreal non ha commentato direttamente la vicenda, ma questi leak sembrano decisamente veritieri. Nello stesso leak, la fonte assicura che la software house sta lavorando ad un nuovo Batman Arkham, incentrato questa volta sulla Corte dei Gufi. Un rumor, questo, già emerso in passato, ma che oggi ha una nuova conferma importante.

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.