Rainbow 6 Pro League | Resoconto giornata 11 NAT

Rainbow Six Pro League
Di Mark
2 Aprile 2020

Benvenuti a tutti in questa nuova rubrica a tema esportivo. Come avrete già letto dal titolo, oggetto di questi articoli saranno le giornate di Pro League di Rainbow Six Siege per quanto riguarda la parte mancante di questa Season 11. I match che andremo ad analizzare quest’oggi sono come al solito quattro e sono quelli della regione nordamericana.

SPACESTATION vs EUNITED 7-5

Matchday 11 che parte con la prova dei freschi campioni della scorsa edizione del campionato contro gli eUnited. I primi round della partita, giocata nella mappa spagnola Costa, mostrano una generale difficoltà da parte degli Spacestation a rispondere agli attacchi avversari, tant’è che all’inizio del sesto round il punteggio segna un apparentemente perentorio 4-1 per gli avversari. Dopo aver abbozzato una risposta nell’ultimo round difensivo a disposizione, però, Canadian e compagni salgono in cattedra. Concedono solo un round vinto in attacco e poi scaricano una potenza inaudita sull’avversario portandosi dapprima al pari sul 5-5 e, in seguito, alla vittoria finale. Menzione d’onore per il round numero 11 in cui gli Spacestation hanno sfoderato un attacco veloce ed aggressivo arrivando a plantare con tutti e cinque gli avversari ancora in piedi.

Blackout iniziale che evidenzia qualche difficoltà di troppo in difesa per i campioni in carica che non hanno quasi mai effettuato un flank di successo ma che, con grande efficacia offensiva, sono riusciti a portarsi a casa l’ennesimo 7-5. Dall’altro lato, prestazione molto solida da parte di eUnited che ha certamente venduto cara la pelle peccando forse di un calo di attenzione che ha contribuito alla rimonta avversaria.

EVIL GENIUSES vs DARK ZERO 5-7

Altro match, altro 7-5 disputato in una mappa dove entrambe le squadre hanno sempre avuto grandi prestazioni, Consolato. L’inizio della partita è molto dinamico ed equilibrato allo stesso tempo, un tondo 2-2 dove, peraltro, i DarkZero hanno fatto una vera e propria masterclass offensiva in Atrio principale/Sala Stampa isolando il site in modo magistrale. Nel round successivo, però, sono gli Evil Geniuses a dare spettacolo negando un plant a cosa praticamente già fatta con un C4 verticale. Al cambio dei ruoli siamo nella situazione più equilibrata possibile che sembra puntare verso un esito analogo. Il primo round in attacco per gli EG si chiude addirittura con un flawless. Il secondo segue l’andazzo dell’intero match anche se è Hyper a fare la voce grossa realizzando un ace. Lo score segna ora un 4-4. Ancora Hyper, poi, porta i suoi in vantaggio di uno con una quadkill che inizia ad avere dell’assurdo. I DZ riescono dunque a portarsi in vantaggio di due ma non senza qualche difficoltà e infine a chiudere il match concedendo un ultimo attacco agli Evil Geniuses.

Ottimo lavoro dei Dark Zero che sono riusciti, trascinati da uno straripante Hyper, a rompere un equilibrio che sembrava dovergli costare due punti. Con questa vittoria rimangono incollati in classifica al Team Reciprocity senza perdere di vista i primi due. Evil Geniuses che hanno offerto una prova assolutamente alla pari dell’avversario tosto che avevano davanti e che forse avrebbero meritato qualcosina in più.

TEAM RECIPROCITY vs LUMINOSITY 7-2

È Clubhouse il teatro della terza partita di questa giornata ed è già dal primo round che Team Reciprocity dimostra il suo entusiasmo per l’esito del map ban. Primi quattro round aggiudicati grazie alle stragi poste in essere da VerticL, autore di un clutch stupendo, e LaXInG. Il primo round dei Luminosity arriva sul 4-1 con un flawless che sembrava poter riaccendere le speranze della squadra ma al cambio di ruoli il punteggio è di un sonoro 5-1 con un flawless in risposta da parte del Team Reciprocity. Il settimo round è una vera e propria opera d’arte per Luminosity che dopo aver concesso una quadkill a VerticL, stronca all’ultimo respiro il difensore con un push molto efficace da parte di Factor. Negli ultimi due round la musica però non cambia, i nomi nel conto delle kill sono sempre gli stessi e il sentiero per la vittoria, si trasforma in una grande e deserta autostrada.

Il risultato parla da sé: 19 kill per VerticL, 6 in meno del totale della squadra avversaria, attacchi portati a termine con la facilità che ha un coltello di rovente di trapassare un muro di burro e solidità difensiva discutibile, soprattutto nell’ultimo round, con la fortuna che ha premiato la prestazione globale dei Reciprocity. Un disastro la prestazione dei Luminosity che si apprestano a preparare l’imminente scontro diretto con eUnited con lo spettro di questa terribile disfatta.

TSM vs TEMPOSTORM 7-0

A chiudere la giornata c’è la capolista del girone nordamericano in Caffè Dostoyevsky. Il 2-0 arriva dopo che i Tempo Storm sfiorano la disattivazione del disinnesco ma il fake plant non ha l’effetto desiderato ed è geometrics ad approfittarne per allungare ulteriormente le distanze. Il terzo round ripercorre quasi le stesse orme del primo anche se questa volta, ad evitare la sconfitta per gli attaccanti c’è un intervento provvidenziale di Achieved che trova un angolo impossibile ed evita il peggio. Poco da dire per i restanti quattro round. I TSM dimostrano di avere la partita in pugno sfruttando la verticalità e mandando in palla i difensori anche se, in alcune circostanze, con il vento della dea bendata in poppa.

TSM che vincono meritatamente tenendo la vetta della classifica generale anche se più volte è stata solo questione di sfortuna se i Tempo non sono riusciti a disattivare il plant, soprattutto nei primi round, dopo i quali è probabile che siano calate fiducia ed attenzione. Andiamo dunque a vedere come è cambiata la situazione in classifica dopo questa giornata.

CLASSIFICA

  1. TSM  28pt
  2. Spacestation Gaming 23pt
  3. Team Reciprocity 20pt
  4. DarkZero Esports 20pt
  5. Luminosity Gaming 9pt
  6. eUnited 9pt
  7. Tempo Storm 8pt
  8. Evil Geniuses 6pt

Questo è tutto per il primo appuntamento con la Pro League di Rainbow Six, restate aggiornati per i resoconti delle prossime partite.

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo




Scrivi un commento