Tennis World Tour: al via la seconda edizione del Roland-Garros eSeries

Di Federico "Blue" Marchetti
12 Febbraio 2019

Roland Garros, BNP Paribas e BIGBEN sono lieti di annunciare la seconda edizione di Roland-Garros eSeries by BNP Paribas, una competizione e-sport basata sul videogioco Tennis World Tour che incoronerà il campione videoludico mondiale di tennis di quest’anno.

I gironi di qualificazione saranno lanciati in 10 differenti paesi a febbraio per decidere quali campioni nazionali parteciperanno alla finale internazionale che si disputerà durante il Roland Garros. I pretendenti al titolo possono visitare ora il sito ufficiale: https://RGeSeries.BNPParibas

“Sulla scia dell’entusiasmo mostrato per la prima Roland-Garros eSeries by BNP Paribas, vogliamo fare un passo ulteriore quest’anno con la seconda edizione di questo torneo internazionale di e-tennis per offrire ai fans e ai videogiocatori l’esperienza migliore possibile, Sono convinto che questa nuova competizione mondiale e le sue nuove caratteristiche susciteranno un grande entusiasmo nei partecipanti dei 10 paesi ospitanti la competizione. Siamo lieti di condividere quest’ambizione con i nostri partner BNP Paribas e BIGBEN e siamo ansiosi che questa nuova stagione prenda il via!” ha dichiarato Stéphane Morel, Deputy CEO del dipartimento Marketing and Business Development della Federazione tennistica francese.

Gironi di qualificazioni tenuti in tutto il mondo per una spettacolare finale internazionale

Quest’anno il torneo è ancora più grande! Germania e Stati Uniti si aggiungono agli 8 paesi già presenti nel 2018: Francia, Cina, India, Brasile, Gran Bretagna, Belgio, Italia e Spagna. Per questa seconda edizione, la Roland Garros eSeries by BNP Paribas sta creando nuovi legami con il mondo del tennis organizzando alcune finali nazionali fuori dal campo in alcuni tornei del tour come gli Internazionali BNL di Roma e l’Open Parc Auvergne-Rhône-Alpes di Lione

Qui il primo trailer dedicato a Tennis World Tour.

BNP Paribas ospiterà anche le finali nazionali nelle sue sedi di Shanghai, Bombay, Francoforte e Londra.

I gironi di qualificazione nazionali saranno lanciati sulla modalità online di Tennis World Tour’s per PlayStation 4 per aprire la competizione al maggior numero possibile di giocatori. I migliori 8 giocatori di ogni paese nella fase di qualificazione si ritroveranno insieme di persona il round finale di qualificazione nel rispettivo paese. I vincitori di queste finali nazionali saranno invitati a rappresentare il loro paese nella grande finale che stabilirà il vincitore dell’edizione 2019 della Roland-Garros eSeries by BNP Paribas.

Saranno organizzati due tornei speciali. Uno sarà riservato per i membri registrati della federazione tennistica francese, mentre l’altro sarà un torneo online per i membri della piattaforma We Are Tennis by BNP Paribas. Questo torneo si svolgerà durante la prima settimana del Roland Garros e deciderà chi occuperà l’ultimo posto in finale.

Per il secondo anno di fila questa grande finale internazionale si svolgerà durante il Grande Slam parigino, con uno spettacolare allestimento appositamente studiato per immergere i partecipanti in un’atmosfera che riecheggi quella dei più prestigiosi tornei professionistici. I partecipanti si divideranno un premio in denaro di 10.000 euro, metà dei quali andranno al vincitore.

Anteprima del nuovo Roland-Garros on Tennis World Tour

In questa seconda edizione del torneo i partecipanti giocheranno con una versione pre-release dell’ultimissimo Tennis World Tour – Roland-Garros Edition, che sarà pubblicato il 16 maggio su PlayStation®4, Xbox One, Nintendo Switch™ e PC. È un’opportunità unica di scoprire le nuove caratteristiche del gioco, in particolare il completamente rinnovato campo Philippe Chatrier, campo centrale del Roland Garros.



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".