Overwatch 2 – Blizzard parla del richiestissimo sistema di ping

Di Andrea "Geo" Peroni
25 Marzo 2022

Blizzard ha parlato di una delle novità più richieste dalla community di Overwatch, che farà finalmente il suo esordio nel secondo capitolo: il sistema di ping.

Gli sviluppatori, in un post sul sito ufficiale, hanno infatti annunciato che Overwatch 2 includerà il sistema di ping, volto a migliorare l’esperienza dei giocatori dopo le numerose richieste arrivate nel corso della raccolta dei feedback dal primo titolo.

“Volevamo creare un sistema che migliorasse la comunicazione vocale e che fornisse anche un sistema alternativo per condividere informazioni con la squadra,” racconta il progettista di sistemi Gavin Winter. “Uno dei nostri obiettivi era migliorare la comunicazione e dare ai giocatori un modo di interpretare visivamente le comunicazioni vocali. Volevamo anche creare un sistema che permettesse di comunicare anche a quelle persone che preferiscono evitare la chat vocale.”

LEGGI ANCHE: Overwatch 2, ecco le date della beta PvP

Al sistema di ping è stato inoltre agganciato anche un migliorato sistema di comunicazione. Se ad esempio state utilizzando Tracer e segnalate un Reaper nemico con ping, i compagni di squadra sentiranno la voce di Tracer che annuncia la posizione di Reaper.

Il progettista principale, Adam Puhl, spiega: “È un modo di comunicare più preciso e comprensibile rispetto a qualcuno che urla ‘Reaper dietro’, oppure ‘Reaper, Reaper, Reaper!’ “. Puhl è anche fermamente convinto della necessità di chiedere supporto alla community per la creazione di ping contestuali che siano anche funzionali per i giocatori.

Avvisare i compagni di squadra della posizione dei nemici o dell’ultima posizione conosciuta sono solo alcune delle cose che si potranno fare col nuovo sistema di ping. Tenere premuto il pulsante per il ping aprirà una ruota che permette di comunicare ai compagni di squadra “dicendo” loro quale posizione state per attaccare o difendere, dove c’è bisogno di aiuto e altro.

Fonte



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento