Rainbow 6 Pro League | Resoconto giornata 11 LATAM

Rainbow Six Pro League
Di Mark
3 Aprile 2020

Nella notte sono andati in scena altri quattro match valevoli per la Rainbow Six Pro League. Ancora dall’altro dell’oceano ma questa volta più a sud. Le quattro partite che hanno visto impegnate le squadre brasiliane sono state molto interessanti soprattutto per aver movimentato la classifica del girone sudamericano grazie anche a dei risultati su cui pochi avrebbero scommesso. Fatte le dovute premesse del caso, andiamo subito a vedere cosa è successo durante la nottata

TEAM SINGULARITY vs INTZ 5-7 (Confine)

I due team mettono subito in scena una partita segnata da equilibrio e colpi da veri maestri. Un round a testa sino al 2-2, tutti costellati da varie azioni rimarcabili come la tripla uccisione di Dudds o il clutch maestoso di DRUNKKZzZz con disattivazione del disinnescatore inclusa. Team Singularity sembra riuscire a prendere le redini del gioco, nonostante qualche morte di troppo in attacco, guadagnando un significativo vantaggio di due round all’inversione delle parti. Dopo aver dominato anche il primo round in difesa, inizia la rimonta degli INTZ. Al nono round occasione sprecata dal TS per portarsi ad un round dal matchpoint con kds che perde a malo modo un 1v1 per una corsa che avrebbe dovuto e potuto risparmiarsi. Fino al round finale, gli attaccanti sbaragliano come mosche una scarisissima resistenza da parte della difesa vittima talvolta di frag veramente banali. Nel round finale gli INTZ riescono addirittura a posare il plant a 2:30 dalla fine e con 4 avversari ancora in vita.

Cosa è successo al Team Singularity ? Ce lo siamo chiesti un po’ tutti dopo che sembrano aver veramente gettato al vento un ottimo vantaggio di ben tre round. Neanche la remota chance di arrivare a sfiorare il pari, sicuramente una prestazione difensiva da rivedere. Gli INTZ hanno dimostrato di sapersela giocare alla pari quasi per tutto il match, ottimo il testa a testa dei primi quattro round, ancora meglio l’incredibile rimontone che gli ha concesso di portare a casa tre sudatissimi punti.

TEAM ONE ESPORTS vs NINJAS IN PYJAMAS 7-1 (Consolato)

Il match più sorprendente di tutta la sera. Il testacoda del girone latinoamericano si è tradotto in un vero e proprio incidente fatale per la capolista. I primi due round mostrano un Team oNe molto solido e determinato che in fase difensiva arriva ad imporsi negando il plant agli avversari in zona Cesarini. Il secondo round, primo ed unico vinto dagli avversari è riassumibile in poche e semplici parole: la quad kill di Julio. Gli oNe si portano sul 3-1 stringendo molto i ranghi e riuscendo a traformare in favorevoli tutti i trade effettuati nel mentre. La chiusura dei ranghi è così drastica da riuscire ad impedire ai NiP un fast plant in Ingresso principale e la vittoria di un round in cui i difensori erano in doppia inferiorità numerica. Se nel round due il riassunto è stato favorevole ai Ninjas, nel round del 5-1 per la controparte è SKaDinha a tirare fuori gli artigli con una tripla e un clutch negato a Psycho. La musica è sempre la stessa per l’attacco dei T1 e pure il direttore d’orchestra non cambia nome, 7-1 e fuga negata alla capolista.

Come dicevo in precedenza, solidità e determinazione sono le parole che meglio riassumono entrambe le fasi di gioco per il Team oNe che non ha praticamente mai commesso un errore né arretrato di un singolo centimetro rispetto agli avversari dimostrando di non avere paura di nessuno. Ninjas in Pyjamas che sfiorano più volte il plant, a volte arrivano a piazzarlo ma senza riuscire a difenderlo propriamente. Prestazione molto positiva, però quella di Julio che si porta dietro 11 kill ma anche il rimpianto di questi tre punti persi.

BLACK DRAGONS E-SPORTS vs FAZE CLAN 6-6 (Consolato)

Il pareggio, si sa, non è un risultato né molto consueto né facile da immaginare su questo gioco, ma è sicuramente quello più giusto per il match in questione. BD e FaZe hanno dato vita ad una vera e propria guerra vincendo un round a testa fino al cambio dei ruoli in un equilibratissimo 3-3 dove la squadra vincente sembrava costantemente candidarsi per prendere il largo nel round successivo senza successo. Il round 7 è spettacolo per gli occhi: flawless per i FaZe che attaccano Garage in modo esemplare vincendo ogni singolo scontro a fuoco. La partita sembra cambiare quando i Black Dragons riescono a portarsi sul 6-4 con le due difese successive, ma il distacco non sembra fare breccia nell’atteggiamento degli avversari che ripuliscono per ben due volte la mappa dai difensori e raggiungono il pari definitivo.

Due punti spartiti tra due squadre assolutamente meritevoli per atteggiamento e mentalità che hanno inscenato un testa a testa che per giocatori normali sarebbe stato un’impresa da reggere. Ma non è di giocatori normali che stiamo parlando. Non è giusto parlare di occasione sprecata per i Faze, a mio parere, dato che un singolo punto non ha una grossa valenza in ottica di classifica perché hanno dimostrato di saper reggere per 12 round ad un livello di intensità e stress davvero molto alto. In generale, uno dei match più belli di questa giornata.

MIBR vs TEAM LIQUID 3-7 (Clubhouse)

Il big match della serata brasiliana parte subito col botto: i primi quattro round, nonostante lo schiacciante vantaggio del Team Liquid, sono cosparsi di azioni rapide ma letali ed una pioggia di uccisioni. Al quinto round muringa porta a casa una frag preziosissima su Pulse grazie al lavoro di droning superlativo da parte dei compagni che andranno infine a chiudere il round con un flawless ed un vantaggio non indifferente. Nel round successivo, l’ennesima azione opprimente dei Liquid a momenti rischiava di finire in tragedia: rimasto 3 contro 1, Novys1 riesce a portarsi con sé due avversari per poi, però venire ucciso poco dopo da NESKAWG7. Inversione delle parti, mibr aggressivi tanto quanto i propri avversari, entrano in Arsenale riuscendo anche a plantare per pochissimo. Quando tutto sembrava ormai indicare verso il 5-2 Paluhh si inventa un clutch usando il Super Shorty di Mozzie e porta a casa il 6-1. L’aggressività pagherà per due round, tempo di portarsi sul 6-3, ma la capacità difensiva dei Liquid riemergerà in quello successivo chiudendo di fatto il match.

Tre punti pesantissimi per Team Liquid che consentono di agganciare i Ninjas in Pyjamas in vetta a quota 22. Il risultato è assolutamente meritato per quanto di buono è stato visto da parte dei vincitori, ma non deve trarre in inganno. La prestazione dei mibr è stata convincente fino in fondo, peccando solamente di quella cattiveria necessaria per portare a casa qualche round in più.

 

CLASSIFICA

  1. Ninjas In Pyjamas 22pt
  2. Team Liquid 22pt
  3. FaZe Clan 17pt
  4. mibr 16pt
  5. Team Singularity 14pt
  6. INTZ 14pt
  7. Black Dragons e-Sports 9pt
  8. Team oNe eSports 9pt

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di: |

Io mi chiamo Marco, ho 20 anni e vivo a Pordenone, nella mia città natale. Attualmente sono uno studente della facoltà di Scienze politiche, relazioni internazionali e diritti umani ma quando non studio continuo a coltivare la mia passione per il mondo dei videogiochi, passione che ho sin da piccolo




Scrivi un commento