[Recensione] OlliOlli World

Di Alberto "Legend" De Toma
4 Febbraio 2022

Il primo OlliOlli, uscito ormai 9 anni fa, è stato uno dei giochi più apprezzati di PS Vita, dimostrando una volta per tutte che anche un piccolo, anzi piccolissimo, studio indipendente poteva raccontare qualcosa al grande pubblico videoludico. E dato che ormai quello di Roll7 non è più un team così piccolo, eravamo davvero curiosi di mettere le mani sopra il nuovo capitolo di OlliOlli per vedere cosa si fossero inventati questa volta.

Stiamo ovviamente parlando di OlliOlli World, un titolo che rinnova completamente il design della saga pur mantenendone intatto l’iconico gameplay. In questi giorni abbiamo avuto modo di provare in anteprima questo nuovo capitolo, e dopo svariate ore di gioco siamo finalmente pronti per raccontarvi le nostre impressioni e le novità principali di OlliOlli World di seguito nella nostra recensione.

Versione provata: PS4.

Radlandia, il coloratissimo paradiso dello skate

La prima cosa che salta all’occhio di OlliOlli World è il suo incredibile stile grafico, decisamente ispirato a quello di Adventure Time, non poche volte infatti è capitato di fermarci a osservare le coloratissime mappe di gioco, lo straordinario design dei personaggi in stile cartoon e i numerosissimi elementi con cui è possibile personalizzare il proprio personaggio. Difatti, OlliOlli World fa della personalizzazione uno dei suoi principali punti di forza, poiché mette a disposizione del giocatore un quantitativo enorme di capi d’abbigliamento, sneakers, protezioni, tavole da skate e molto altro, rendendo ancora più soddisfacente skateare con il proprio personaggio in giro per Radlandia, l’isola su cui è ambientato il gioco.

 

In merito a Radlandia in parte ci siamo già espressi prima, è un’ambientazione magnifica, c’è poco altro da dire. La mappa di gioco è suddivisa in sei aree ognuna contenente una grande mole di contenuti come i livelli della storia principale, missioni secondarie, missioni opzionali, sfide e un numero variabile di “eroi locali”, dei personaggi secondari dei quali bisognerà provare ad infrangere i record raggiunti in ciascun livello. Inoltre ognuna delle sei aree presenti all’interno del gioco è caratterizzata da un diverso bioma, il quale si ripercuote di conseguenza sugli elementi che compongono le mappe di gioco, dimostrando una grande varietà man mano che si passa da un bioma all’altro. Inoltre, una delle aree più chiacchierate ed interessanti dell’intero gioco è il Gnarvana, la casa delle divinità dello skate, una frazione di gioco caratterizzata da un design folle e da livelli che metteranno a dura prova le abilità conseguite durante il corso del gioco.

Una considerazione a parte va fatta per la storia principale, non troppo centrale all’interno del gioco, ma completamente fuori di testa. A Radlandia, infatti, tutto gira intorno allo skate, tutti i personaggi che si incontrano sono skater e l’unico argomento di dialogo è ovviamente lo skate e tutto ciò che lo riguarda. Come se non bastasse, i ragazzi di Roll7 hanno deciso di estremizzare lo skate fino a renderlo un vero e proprio culto sull’isola di Radlandia, e di riferimenti allo skate come ad una religione ce ne sono tantissimi durante il corso dell’avventura, ad esempio si sente spesso parlare delle cosiddette divinità dello skate, degli skater fortissimi, ma altrettanto irraggiungibili che solo pochi personaggi hanno potuto affermare di aver incontrato. Perciò il compito del nostro personaggio, aiutato dalla sua crew di skater, sarà proprio quello di diventare uno degli skater più bravi in circolazione in modo tale da raggiungere il tanto desiderato Gnarvana e skateare con le divinità.

 

 

Skate or Die, letteralmente

OlliOlli World è un tripudio di velocità, trick da apprendere, punteggi da realizzare e colori pastello… tanti colori pastello. Cercare di riassumere il gameplay di OlliOlli World con qualsiasi altra parola risulterebbe superfluo. Memorizzare tutti i comandi e tutte le combinazioni possibili non sarà affatto semplice, ed in realtà non è nemmeno necessario perché nelle prime fasi di gioco basterà imparare ad eseguire alcuni trick base e magari qualche trick un po’ più complesso che si muore dalla voglia di provare, il resto poi verrà da sé. Nonostante le trascurabili difficoltà iniziali, con il passare del tempo il gameplay di OlliOlli World diventa sempre più appagante e divertente, e cercare di completare tutte le sfide di ogni livello è un impresa che vi terrà impegnati non poco, incrementando drasticamente la longevità del titolo. Nel caso in cui, invece, si vogliano fare i compiti a casa e si senta la necessità di imparare tutti i trick possibili e immaginabili, è possibile accedere in qualsiasi momento al Trickzionario, il quale, come dice il nome stesso, è un’enciclopedia contenente tutti i trick presenti nel gioco e le istruzioni per poterli realizzare.

Per quanto riguarda i livelli, questi non sono sempre lineari, anzi non lo sono quasi mai, infatti accade piuttosto spesso di imbattersi in biforcazioni, percorsi alternativi e aree segrete che magari sono la chiave per riuscire a completare proprio quella sfida del livello che ci mancava. Nella mappa sono presenti circa 60 livelli tra i quali figurano anche livelli secondari e livelli sfida molto impegnativi che molto spesso garantiscono le ricompense migliori, come nuove tavole da skate con design da urlo, vestiti all’ultima moda, ma anche accessori completamente folli e sopra le righe.

Il trick che chiude una line perfetta

OlliOlli World non è stupefacente solo per quanto design e gameplay, ma brilla anche dal lato tecnico grazie ad una struttura di gioco solida, un comparto sonoro con i fiocchi e una resa visiva veramente eccezionale. Non ci sono altre parole per descrivere l’eccellente lavoro svolto da Roll7, i quali hanno saputo gestire sapientemente il concept della propria serie riuscendo a farla evolvere di volta in volta fino a raggiungere il punto più alto con OlliOlli World, un titolo con un’anima inconfondibile e che rasenta la perfezione.

Il gioco prevede una curva di apprendimento ripidissima, motivo per il quale all’inizio della propria avventura il gameplay potrebbe risultare quasi trial and error, tuttavia proseguendo con la storia e completando i vari livelli ci si renderà conto da soli delle abilità acquisite e di tutti i trick imparati, e vi assicuriamo che una volta che comincerete ad inanellare una combo dopo l’altra non potrete farne più a meno, anzi ne vorrete sempre di più e il gioco proprio per questo vi fornirà sfide ancora più impegnative da portare a termine, cercando di farvi superare ancora una volta i vostri limiti.

Punti di Forza

  • Design unico nel suo genere
  • Ampia personalizzazione
  • Grande varietà
  • Gameplay appagante, ma…

Punti di Debolezza

  • … all’inizio può risultare complicato

Che siate appassionati di skateboard o meno, OlliOlli World è un gioco da avere assolutamente nella propria raccolta perché non solo rappresenta il punto più alto mai toccato dalla saga, ma addirittura il più alto toccato dai platform del suo genere. In questo nuovo capitolo non c’è veramente nulla fuori posto, dalla storia fresca e poco impegnata, al gameplay appagante e solido come una roccia. Un ulteriore incentivo a provare OlliOlli World è dato dalla vendita a prezzo budget, nonostante il gioco non abbia assolutamente nulla da invidiare a molte produzioni AAA. Se invece siete appassionati sia di skateboard che di platform particolarmente frenetici allora OlliOlli World è senza ombra di dubbio il gioco che fa per voi.

Ringraziamo Cidiverte per il codice review di OlliOlli World.




Cresciuto a "pane e videogiochi", vivo un quarto di frame alla volta. Sono un giocatore eclettico sempre attratto dalle novità, non solo in ambito videoludico, ma anche tecnologico e dell'intrattenimento in generale.




Scrivi un commento