PLUS V GOLD: Dawn of Player [Ottobre 2019]

plus gold
Di Andrea "Geo" Peroni
1 Ottobre 2019

Siamo nel mese che riporterà sui nostri schermi la saga Modern Warfare di Call of Duty con un reboot creativo. Ma non solo. Ottobre segna il ritorno di Sir Daniel Fortesque con il remake di MediEvil, ma anche l’arrivo della toccante storia di Concrete Genie, le operazioni segrete di Ghost Recon: Breakpoint, e torneremo presto anche a disinfestare edifici insieme a Luigi. Come ogni mese, però, è anche tempo di scontro tra PlayStation Plus e Xbox Live Gold, che regalano ai suoi iscritti nuovi giochi per i quali non dovrete sborsare un euro in più. Quale dei due servizi offre però il pacchetto migliore? Siamo qui per dirvelo, con la nostra ormai celebre rubrica PLUS V GOLD.

JASON? NON FA PAURA…

C’è poco da fare: i giochi Xbox vengono offuscati dall’offerta mensile di Sony, che propone uno dei mesi migliori della storia di PS4. Ma cominciamo proprio con la console di casa Microsoft, che questo mese godrà di Tembo: The Badass Elephant e Friday the 13th – The Game. Il nostro Claudio Caudullo vi ha parlato del primo gioco nell’articolo dedicato interamente ai giochi di Xbox Live Gold, descrivendolo così:

Shell City è sotto attacco dalle forze PHANTOM e l’ultima speranza per un futuro migliore ricade su Tembo, un ganzo elefante che trae ispirazione da Rambo. Stiamo parlando di un Platform in 2D nato tra la collaborazione di Game Freak e SEGA, dove il giocatore dovrà attraversare 18 livelli pieni di nemici, sfruttando le abilità action di Tembo ed anche l’aiuto del suo amico Picolo. Un gioco che sembrerebbe carino e che di sicuro può regalare qualche oretta di divertimento!

Insomma, un indie frizzante e che non vuole assolutamente prendersi sul serio, che non è però stato particolarmente premiato dalla critica (70/100). Per quanto riguarda Friday the 13th – The Game, invece, penso lo conosciate tutti. Nel caso non sia così, il titolo survival di Illfonic e Gun Media trae ispirazione dal celebre franchise cinematografico con una delle grande icone del mondo horror, Jason Voorhees. Il problema è che Friday the 13th – The Game, che si gioca principalmente in un multigiocatore asimmetrico a 8 giocatori dei quali uno interpreta il villain e gli altri 7 coloro che devono sopravvivere, è un disastro su quasi tutta la linea. Il metascore di 53/100 è, a detta di chi lo ha potuto provare con mano per alcune ore, è anche generoso.

L’offerta di Xbox Live Gold non è tra le migliori della storia del servizio, ma come se non bastasse, nel nostro scontro abituale, Sony dà un colpo di grazia clamoroso sbancando tutto quanto. In occasione dell’annuncio della data di uscita del secondo capitolo, Sony ha infatti deciso di regalare ai suoi abbonati The Last of Us Remastered, la riedizione del capolavoro di Naughty Dog uscito in origine su PS3 e comprensivo di tutti i DLC single e multiplayer. Il celebre action survival in terza persona con Joel ed Ellie, una pietra miliare della storia dei videogiochi che chiunque dovrebbe provare, prima o poi. Con ottobre, non avete più scuse. Se ce ne fosse bisogno, vi lascio anche il metascore: 95 su 100. Ha suscitato più di una polemica invece, soprattutto da parte del pubblico italiano, il secondo gioco in regalo, MLB The Show 19, annuale videogioco dedicato al mondo del baseball. Su Metacritic non abbiamo trovato riscontri, ma la serie si attesta solitamente su un punteggio globale tra 80 e 85 su 100. Non posso dire di non comprendere alcune delle polemiche, dato che si tratta di un videogioco dalla filosofia distante dal nostro paese, ma parliamo pur sempre di un buon videogioco sportivo.

Non c’è stata storia, questo mese: PS4 schiaccia Xbox One.

UNO SGUARDO ALLA OLD GEN

Spendiamo qualche parola anche per i giochi in regalo su Xbox 360, giocabili su One grazie alla retrocompatibilità. Bolt, tie-in avventuroso dell’omonimo film d’animazione Disney del 2008, è una catastrofe (57/100). Il tipico tie-in di casa Disney del post-anni 90, quando dalla Casa di Topolino sembrava non volesse uscire un videogioco decente (e non è un caso che oggi Disney non sviluppi più internamente videogiochi, ma conceda le licenze ad altri studi come nel caso di Square Enix per Kingdom Hearts e Marvel’s Avengers, ed Electronic Arts per Star Wars). Le cose si fanno decisamente più interessanti con Ninja Gaiden 3: Razor’s Edge (70/100), che il nostro Claudio Caudullo ci descrive così:

Qualche tempo fa Ninja Gaiden era una delle saghe più popolari del suo genere, grazie al grandioso e frenetico Ninja Gaiden Black, rilasciato sulla primissima Xbox, ed anche all’ottimo Ninja Gaiden 2, tosto e divertente. Purtroppo il terzo capitolo della serie fu un totale fallimento, tanto che nacque questa nuova versione, Razor’s Edge, per cercare di ribaltare i risultati e dare ai giocatori un’esperienza tutta nuova e più vicina ai capitoli precedenti. In parte ci sono riusciti, trasformando il fallimento di Ninja Gaiden 3 in un’esperienza più piacevole e divertente, cambiando totalmente parecchi aspetti del gioco. Vi consigliamo di dargli una possibilità, specialmente se siete amanti degli Hack and Slash.

Cosa ne pensate di questo mese? Appuntamento al prossimo update di novembre!



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.