Step Richtofen: Easter Egg Die Rise – Black Ops 2 Zombie

Di Lorenzo "Cloudark" Domaine
3 Febbraio 2013

Dopo meno di una settimana dall’uscita del DLC Revolution di Black Ops 2, noi di Uagna vi offriamo la guida per portare a termine l’easter egg di Richtofen su Die Rise.
Ci siamo permessi di diverlo in 7 Step, in modo da scomporre bene tutte le fasi importanti del procedimento.
Fondamentale per portarlo a termine è conoscere la mappa, essere in 4 giocatori (non per tutti i passaggi) e avere un po’ di abilità nella modalità zombie.

Step 1
Per cominciare l’easter egg sarà essenziale giocare nei panni di Samuel Stuhlinger.
Cominciando la partita con questo personaggio potrete cominciare l’Easter Egg.
Come prima cosa dovrete arrivare la corrente elettrica.
Una volta fatto ciò sentiremo Richtofen dire: L’energia vitale scorre in ogni cosa, viva o morta. La mia facoltà di manipolarla è facile und illimitata. Ecco perchè ho bisogno di te. Non tossire.
Se sentirete questa frase vorrà dire che avrete completato la prima fase e che potrete continuare.
Step 2
In questa seconda fase sarà fondamentale costruire il Tavolo. Per fare ciò potete consultare l’articolo e il video.
Una volta che lo avrete costruito, dovrete trovare tutti e 4 li stemmi posti sopra li ascensori.
Ovviamente ogni simbolo è posto sopra un diverso ascensore.
Per completare questo passaggio dovrete fare in modo che tutti e 4 i giocatori siano contemporaneamente sopra un simbolo (ovviamente un giocatore ogni simbolo).
Se avrete svolto correttamente questo passaggio, i simboli si coloreranno d’oro e sentirete Richtofen dire: Nooo, i campi energetici aumentano, ma per ottenere il controllo serve un ulteriore, passo.
Dopo questa frase, sarete approdati alla fase 3.
Step 3
In questa terza fase tornano in gioco i simboli. Questa volta però i simboli non saranno più sopra gli ascensori, ma si troveranno sparsi per la mappa.
I simboli sono 4 e andranno attivati secondo un determinato ordine. Per scoprire questo ordine dovrete andare a tentativi.
Se i simboli saranno attivati nell’ordine giusto, il simbolo si accenderà d’oro. Se l’ordine sarà sbagliato, si spegneranno tutti (anche quelli già dorati).
Quando avrete attivato il quarto simbolo, Richtofen vi dirà: Vier (pronunciato Fier). Ben fatto Samuel.
Ad aiutarci qui interverrà Maxis dicendo: Eccellente, l’energia fluttua, si trasforma, scorre. Continuate così. Dovete cercare un oggetto d’acciaio. Con l’arma accoppiata, i loro campi energetici possono essere manipolati.
Una volta che avrete udito queste parole, avrete concluso la terza fase.
Step 4
Innanzitutto comprate lo SVU-AS.
Dopo averlo acquistato dovrete tornare nella zona iniziale.
Qui, guardando verso il palazzo opposto, vedrete due immagini di dragone.
Dentro alle loro bocche noterete delle palle.
Il vostro compito sarà quello di sparare alle palle nelle bocche dei dragoni con lo SVU-AS
Ogni volta che sparerete a una palla sentirete Richtofen parlarvi e la palla si sposterà sotto una delle zampe dei leoni.
Dopo aver sparato a tutte e due le palle, l’Easter Egg si dividerà. Potrete seguire Maxis o Richofen.
Oggi seguiremo Richtofen il quale ci dirà: Le palle!!! Sono il centro di tuttoooo… libera la loro energie prima che Maxis interferisca. Pensi di poter attuare una liquefazione rapida? Allora fallo!!
E con questo entrerete nella quinta fase.
Step 5
In questa quinta fase dovrete costruire il liquefattore e ovviamente prenderlo.
Dopo ciò, tornate nella zona iniziale e sparate su una delle palle sotto le zampe dei leoni.
Continuate a sparare finché la palla non comincerà a girare e, se osserverete i dragoni, noterete come sulle loro schiene siano partiti due fuochi d’artificio.
Fate lo stesso procedimento sulla seconda palla e altri fuochi d’artificio partiranno.
Fatto ciò Richtofen vi dirà: Bene, ora viene il bello. La guglia ha bisogno dell’energia dei non morti. Dobbiamo compiere il nostro sacrificio di sangue, eh eh eh.
Se sentirete questa frase vorrà dire che sarete arrivati alla sesta fase.
Step 6
In questa fase dovrete trovare i 4 simboli zombie posti sul terreno e posizionarvici sopra una catapulta (se non sapete come fare consultate l’apposito articolo o video). La catapulta dovrà essere orientate verso la torre.
Dopo che 4 zombie saranno stati catapultati sulla torre (uno per ogni catapulta) Richtofen dirà: Oh, ci siamo quasi. Serve un catalizzatore per l’energia elettrica contenuta nella carne dei non morti. Qualche idea? Uh uh, lo so, lo so, lo so. Magari dei tirapugni.
Detto ciò, sarete arrivati alla settima e ultima fase di questo Easter Egg.
Step 7
Innanzitutto dovrete prendere un tirapugni con il quale dovrete colpire le quattro colonne della torre.
Queste colonne non andranno colpite in ordine casuale, ma il loro ordine ci sarà dato da delle tessere Mahjong posizionate in giro per la mappa.
Esistono due tipi ti tessere: i numeri e le lettere.
Queste tessere hanno 4 colori (nero, verde, blu e rosso) e dovrete accoppiare i numeri con le lettere per affinità di colore.
Il numero 1 indica che è la prima colonna da colpire, il numero 2 che è la seconda… la lettera W indica il punto cardinale West (Ovest), la lettera N il Nord….
Dopo aver trovate le quattro coppie non vi resterà che colpire le colonne in base alle coppie ottenute. Ma qual’è il Nord? E il Sud? Per questo vi basterà guardare questa immagine in quanto i punti cardinali non sono casuali e quindi non cambiano.
Dopo questa lunga ricerca potrete finalmente colpire la torre.
Fine dell’Easter Egg
Dopo aver colpito le 4 colonne si alzeranno 4 fasci di luce blu, ma non sentirete nessuna voce.
In compenso otterrete il trofeo/obbiettivo Alta Manutenzione e vi verranno date tutte le bibite di Die Rise.
Buon Divertimento!

Indice



Studente di Economia Aziendale presso l'università di Torino. Oltre agli studi, sono impegnato anche col lavoro da maestro di sci a Courmayeur che nella stagione invernale mi prende diverse ore. Il resto del mio tempo lo utilizzo per svolgere vari sport tra cui golf, trekking etc... Oltre a qualche uscita serale che non può mai mancare. La mia citazione preferita: "il cuore umano è come il riflesso sulla superficie dell'acqua... spesso la bocca dice il contrario di ciò che pensa il cuore" Il mio motto è : "The only limit, is the one, you set yourself"