Home Vetrina UAGNA AWARDS 2023 | Miglior horror, racing e… lo scomparso del 2023

UAGNA AWARDS 2023 | Miglior horror, racing e… lo scomparso del 2023

Benvenuti nei UAGNA AWARDS 2023, annuale appuntamento nel quale la nostra redazione, a seguito di un concistoro degno delle più ambiziose realtà editoriali, elegge democraticamente quali sono stati i migliori (ma non solo) videogiochi del 2023

Come ogni anno, ogni componente della redazione di Uagna.it ha espresso le proprie preferenze all’interno di 21 categorie totali, molte delle quali riproposte dagli anni passati mentre altre inedite – abbiamo anche alcuni addii: vista la scarsità di nuovi titoli, abbiamo ad esempio deciso di salutare la categoria di Miglior Battle Royale. La novità di quest’anno, poi, è che i UAGNA AWARDS 2023 saranno non un singolo appuntamento, ma una settimana intera di celebrazioni: da lunedì 27 novembre, ogni giorno proporremo tre vincitori nelle varie categorie, fino ad arrivare a domenica 3 dicembre con i premi più prestigiosi.

Prima di iniziare con le premiazioni di oggi, ricordiamo che le nomination coprono un periodo che va da dicembre 2022 a novembre 2023. Ciò permette ad esempio l’inclusione di titoli come The Callisto Protocol, assenti nella passata stagione per motivi di tempistiche.

Oggi i UAGNA AWARDS 2023 si arricchiscono di due lotte davvero molto serrate, oltre che di un premio inedito: Miglior gioco horror, Miglior gioco racing e Lo Scomparso del 2023. Di cosa si tratta? È una categoria inedita di quest’anno, che riguarda un videogioco in particolare che, dopo la sua uscita, è rapidissimamente scomparso dalle cronache nonostante un alto livello di attesa.

Miglior gioco racing: Forza Motorsport

forza motorsport wallpaper

Scritto da Marco Corazza
La recensione

Dopo un ottimo settimo capitolo, i ragazzi di Turno 10 Studios hanno deciso di creare una sorta di reboot della serie, infatti dal punto di vista del gameplay Forza Motorsport rispecchia molto da vicino il feeling visto con i vecchi capitoli della serie.

Rispetto allo spin-off Horizon, Motorsport predilige, per forza di cose, una guida più pulita e più simulativa, grazie poi ad un gameplay ormai consolidato, un comparto tecnico grafico fuori di testa e un livello di personalizzazione estremo, al giocatore sarà permesso di trovare la configurazione adatta al suo stile di guida. Si tratta di un titolo di altissimo livello, seppur ci si potesse aspettare qualcosa di più dopo tutti questi anni di sviluppo. In fatto di simulazione stradale, comunque, Forza Motorsport resta una certezza.

Ha battuto F1 23, EA Sports WRC, Hot Wheels Unleashed 2, The Crew Motorfest, Disney Speedstorm, LEGO 2K Drive.

Lo scomparso del 2023: Crash Team Rumble

Scritto da Lorenzo Bologna

Alzi la mano chi associa l’acronimo CTR a Crash Team Rumble. Bene, se qualcuno lo ha fatto ha palesemente mentito e non merita il nostro rispetto. Diciamo la verità, il progetto multigiocatore di Toys for Bob non ha mai convinto del tutto, a maggior ragione quando si è scoperto che non si collocava affatto nell’ambito free-to-play.

Crash Team Rumble è nato sotto una cattiva stella e, come è lecito aspettarsi, questa è implosa dopo poche settimane – forse giorni, dal rilascio. Le poche modalità presenti ed un’offerta mai decollata davvero, hanno portato il titolo ad annoiare chiunque abbia deciso di spendere i propri risparmi in tale progetto, mosso unicamente dal nome Crash in copertina. Visto che a poco sono valsi anche i tentativi della software house americana di ravvivare l’interesse con le varie stagioni proposte, forse è giunto il momento di seppellire definitivamente un cadavere che non si è ancora voluto arrendere alla sua condizione. L’unica mossa sensata, appunto, poteva essere la via del free to play infarcito di microtransazioni, ma niente da fare…

Ha battuto Payday 3, Diablo 4, Street Fighter 6, Exoprimal, Redfall.

Miglior gioco horror: Alan Wake 2

Scritto da Lorenzo Bologna
La recensione

Alan Wake 2 è la perfetta sintesi di ciò che i videogiochi devono fare: intrattenere e divertire. Dopo tredici lunghi anni di attesa Remedy ha infatti saputo costruire un titolo rinnovato ed approfondito, svecchiando in ogni sua parte un progetto che da tempo mancava sul panorama dell’industria videoludica.

La perfetta complicità di Alan e Saga costruisce un mondo oscuro, enigmatico e dannatamente coinvolgente, accompagnando il giocatore attraverso le varie follie che solo Sam Lake e compagni potevano tirare fuori dal cilindro. Le meccaniche di gameplay mutuate dagli ultimi Resident Evil permettono ad Alan Wake 2 di toccare picchi di fruizione mai visti prima, grazie anche alle caratteristiche tipiche della saga, ulteriormente approfondite ed espanse. Remedy è tornata signore e signori, e non poteva fare un rientro migliore nel panorama delle produzioni che contano.

Ha battuto Resident Evil 4 Remake, Amnesia: The Bunker, Layers of Fear, Dead Space Remake.

Scritto da
Andrea "Geo" Peroni

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

I licenziamenti in Activision Blizzard erano già in programma prima dell’avvento di Microsoft

È stato recentemente riferito che Microsoft ha licenziato circa 1.900 dipendenti, e la...

8.1

[Recensione] Granblue Fantasy: Relink

Un po’ Genshin Impact, un po’ Monster Hunter, un po’ Final Fantasy,...

[Lista Trofei] The Oregon Trail

THE OREGON TRAIL Raccogli tutti i trofei INDEPENDENCE Raggiungi Independence BIG BLUE...

Grim Fandango – Il capolavoro di Tim Schafer in UE5: un video mostra le potenzialità

Ricordate Grim Fandango, il capolavoro di Tim Schafer? Qualcuno lo sta ricreando...

Chi siamo - Contatti - Collabora - Privacy - Uagna.it © 2011-2024 P.I. 02405950425