Warzone è ormai elitario? Su Reddit i giocatori casual sono scontenti della Stagione 4

Di Andrea "Geo" Peroni
10 Agosto 2021

Strano (?) ma vero, Call of Duty: Warzone è finito nuovamente al centro di numerose polemiche nelle ultime ore, con i giocatori su Reddit che hanno fatto sentire tutto il loro disappunto per come sono andate le cose nel corso della Stagione 4 che si concluderà tra pochissimo.

È inutile ribadire che più un gioco ha successo, più esisteranno persone e giocatori che gli daranno contro. Warzone, dal canto suo, ha avuto un successo straordinario, con centinaia di milioni di utenti che si sono gettati sul battle royale di Activision, e nell’anno e mezzo che ci separa dal suo debutto abbiamo visto nascere tanti pro player ormai espertissimi del gioco.

Sfortunatamente, le polemiche sono ormai all’ordine del giorno. E se pensate che sono gli stessi pro player spesso a lamentarsi di come Raven e Activision stanno gestendo il battle royale, capirete che i cosiddetti casual player, ossia coloro che non giocano costantemente a Warzone, rappresentano una fetta di pubblico molto più rumorosa.

Nelle ultime ore, come dicevamo, sono stati proprio gli utenti occasionali a fare sentire la propria voce tramite il forum più famoso al mondo, lamentando degli evidenti e grossi problemi che Raven non è stata in grado di sistemare nel corso della Stagione 4: cheater, problemi al sistema di movimento rapido, armi sbilanciate, TTK troppo basso e perk sono di nuovo al centro delle polemiche.

LEGGI ANCHE: Warzone, Verdansk 84 sarà modificata da un evento imminente?

In un post che è diventato rapidamente tra i trend di Reddit, un utente ha spiegato che “Verdansk BR è quasi inaccessibile a livello casuale”. Non importa come gli utenti giocano, perché questi vengono “spazzati via da tutte le angolazioni e distanze e sembrano costantemente in svantaggio”.

Non lasciatevi ingannare dalle parole dell’utente, poiché rispecchiano quella che è la maggior parte del pubblico di Warzone – giocatori occasionali, ripetiamo, il cui rateo oscilla tra 0.7 e 0.9, statistiche alla mano. La situazione è però esagerata per questi utenti, secondo i quali la modalità Battle Royale principale ha “un livello di difficoltà alle stelle” e che trascorrono ormai più tempo su Malloppo e Rebirth Island in quanto maggiormente accessibili e divertenti.

L’utente in questione ha anche descritto come la situazione dei cheater stia influenzando tutti gli aspetti del gameplay. Quando vengono teletrasportati dall’altra parte della mappa o una squadra al completo si precipita nel loro edificio, e tantissimi giocatori, in risposta al thread, ribadiscono che è sempre difficile capire se una squadra avversaria stia barando oppure no. “Non puoi davvero dire se hai a che fare con hacker o solo giocatori brillanti”, hanno spiegato. “I nostri sospetti sono sempre lì.”

Molti utenti nei commenti citano poi i fucili d’assalto di Black Ops Cold War come la radice del problema, e in effetti dobbiamo ricordare che a dicembre 2020, quando i contenuti del gioco Treyarch vennero aggiunti a Warzone, assistemmo da subito a una pericolosa ondata di polemiche a causa dello sbilanciamento esagerato delle armi. I problemi continuano ancora oggi, e l’utente Joecalone ha affermato che “i fucili d’assalto a zero rinculo hanno afflitto il gioco per settimane ormai” e che “ogni giocatore può teletrasportarti da grandi distanze indipendentemente da quanto sia bravo a controllare il rinculo”.

Certo, c’è anche chi cerca di placare gli animi, per così dire, e che consiglia a tutti coloro che si lamentano di cercare di migliorare su Warzone invece di lamentarsi. Altri utenti, però, fanno notare che se il battle royale all’inizio è nato come un modo per svagarsi, non tutti hanno la possibilità di dedicare tempo e impegno sul gioco, rischiando quindi di venire estromessi da un gioco che, tra cheater e giocatori competitivi, sta diventando pericolosamente elitario.

Cosa ne pensate?

Verdansk BR is nearly inaccessible on a casual level right now from CODWarzone



Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.




Scrivi un commento