Warzone, scoppia il caso pay-to-win: progetto a pagamento rende un’arma più forte!

Di Andrea "Geo" Peroni
11 Gennaio 2021

È tempo di un nuovo caso su Call of Duty: Warzone, e siamo sicuri che stavolta se ne parlerà per molto tempo. In attesa, ovviamente, di una dichiarazione da parte di Activision.

Lo spettro del pay-to-win, una delle meccaniche più condannate dai giocatori negli anni, torna a farsi prepotentemente sentire sul battle royale di Infinity Ward, e sembra proprio che le prove siano stavolta sotto gli occhi di tutti.

Negli ultimi anni, il mercato dei videogiochi è cambiato notevolmente, facendo largo uso di DLC e microtransazioni che da sempre fanno discutere. Le ultime, in particolare, sono un argomento molto delicato per la saga di Call of Duty così come per molti altri titoli, accusati di aver abbracciato dinamiche pay-to-win. Per chi non sapesse a cosa ci stiamo riferendo, una dinamica pay-to-win indica l’intenzione degli sviluppatori a spingere il giocatore a spendere denaro reale per acquistare un oggetto o un’arma particolari, che conferiscono un vantaggio in gioco rispetto a chi non ne fa uso.

Era da tempo che COD non cadeva nel vortice delle accuse del pay-to-win, ma a quanto pare queste sono tornate e sono più serie che mai.

Nelle ultime ore, è finito nell’occhio del ciclone non tanto una delle armi aggiunte con la Stagione 1 di Black Ops Cold War (recentemente nerfate su Warzone, anche se la community non è rimasta soddisfatta), ma uno dei progetti per le armi, in particolare il progetto leggendario Galanteria della mitraglietta MAC-10.

La MAC-10 è una delle armi più recenti introdotte su Black Ops Cold War, e ha da subito fatto parlare moltissimo di sé per la fin troppo straordinaria efficacia in battaglia, cosa che è stata condannata più volte dalla community anche sul battle royale Warzone dove, insieme al DMR 14 e alle pistole Diamatti, ha rappresentato il fulcro delle ultime critiche al gioco.

Nel Battle Pass della Stagione 1 sono presenti numerose skin e progetti per le armi – i progetti sono in sostanza dei “pacchetti” di armi con accessori preimpostati e con nuove skin – molti dei quali possono essere ottenuti solamente acquistando l’intero Battle Pass. Come lo scorso anno su Modern Warfare, infatti, i giocatori possono scegliere di acquistare oppure non acquistare il battle pass di una stagione, ma nel caso in cui decidessero di non spendere soldi (o COD Points, la valuta in game), potrebbero ottenere solo alcuni dei contenuti di questo, circa un quarto del totale.

Il livello 95 del Battle Pass corrisponde proprio al progetto incriminato, il blueprint leggendario Galanteria per MAC-10, che può essere sbloccato solamente da chi acquista il pass.

È inutile dire che la community, nelle ultime ore, è rimasta sconcertata di fronte a ciò che si è scoperto: il progetto Galanteria non è la semplice unione di vari accessori e skin per la MAC-10, ma aumenta il danno della mitraglietta del 30% rispetto alla sua configurazione normale – realizzata senza il progetto.

Lo YouTuber JGOD ha scavato a fondo nella vicenda e ha scoperto quello che vi abbiamo appena riportato. Eseguendo una serie di diversi test per accertare le accuse, osservando i livelli di danno e la reazione dei colpi alle diverse parti del corpo, lo youtuber ha scoperto che effettivamente la MAC-10 realizzata con il progetto incriminato provoca più danno del normale, e questo riguarda ogni parte del corpo – testa, petto e stomaco sono peraltro le parti più analizzate nel video che vi lasciamo di seguito.

Il video risale a sabato 9 gennaio, ma è giunto alle nostre orecchie solo nelle ultime ore grazie ad alcune vostre segnalazioni, e dopo aver fatto alcune ricerche, ecco la notizia.

Come abbiamo detto più volte nelle ultime settimane, si tratta di un’altra gatta da pelare per Activision, e stavolta la cosa è ben più seria.

Fonte

Hai Telegram? Clicca sull'icona per entrare nel canale


Abbiamo parlato di:

Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.


Commenti (6)


  1. Mi
  2. Mattia
  3. Al
  4. Poldo
  5. Cerbera


Scrivi un commento