Ori and the Will of the Wisps – Provato il nuovo capitolo alla Milan Games Week

Ori and the Will of the Wisps
Di Diego "Lanzia" Savoia
10 ottobre 2018

Un genere videoludico che sembra non morire mai è quello del platform: uno stile di gioco basilare e che, proprio per questo, deve essere condito con svariati elementi narrativi e non solo. Rientra in questa categoria Ori and the Will of the Wisps, sequel del pluripremiato Ori and the Blind Forest del 2015, sviluppato da Moon Studios ed esclusiva Microsoft. Nel corso della Milan Games Week 2018 abbiamo avuto l’occasione di provare questo nuovo capitolo, che verrà rilasciato nel 2019.

La breve demo che abbiamo potuto provare ci ha catapultati in un classico livello di gioco a piattaforme. Nei panni dello spirito guardiano Ori, ci siamo dovuti destreggiare fin da subito tra salti e arrampicate sui muri, per poi integrare le nostre abilità con attacchi ai nemici incontrati e rapidi scatti in avanti. Rimane molto forte la componente puzzle, e per superare certe aree ci servirà ragionamento ma soprattutto destrezza con i comandi. Gli scontri con i nemici, specialmente in questo livello di prova, non appaiono molto complicati: sicuramente, però, ci troveremo ad affrontare situazioni non così semplici anche dal punto di vista degli attacchi. Ovviamente durante il percorso non mancano forzieri e contenitori vari ricchi di ricompense.

Ori And The Will Of The Wisps

Il sistema di gioco si conferma molto vicino a quello dei Metroid, con leve da attivare e zone da visitare solo a posteriori. Questo aspetto è rafforzato dal fatto che (anche se non abbiamo potuto provarlo con mano) sarà possibile potenziare le abilità di Ori, e quindi farlo diventare capace di nuove azioni. La barra che anche in Blind Forest si trovava nella parte bassa dello schermo, e che rappresenta l’energia, la salute di Ori e il progresso nel livello, è stata ridisegnata: non troviamo più una serie di cerchi, ma una barra lineare decorata nello stile grafico del titolo.

Ori and the Will of the Wisps si presta a rappresentare un degno sequel per un primo capitolo che ha soddisfatto la critica e il pubblico. Le atmosfere rimangono invariate, se non migliorate sotto certi aspetti, e scommettiamo in una storyline all’altezza delle aspettative. Per il momento, però, non ci resta che aspettare ancora un po’. Ori and the Will of the Wisps arriverà infatti in un generico 2019 su Xbox One e Windows 10, grazie a Xbox Play Anywhere. Importante anche il supporto al 4K UHD e a Xbox One X Enhanced, ovvero la compatibilità con Xbox One X grazie ad una patch che verrà rilasciata al lancio.



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.